Sebastian Vettel: “È ora di portare a casa il trofeo del vincitore”

Il tedesco in un'intervista dice la sua sulla Ferrari e sul regolamento

Sebastian Vettel: “È ora di portare a casa il trofeo del vincitore”

Durante questo week end si svolgerà il Gran Premio di Germania e per Sebastian Vettel sarà per la prima volta il Gran Premio di casa a bordo della Ferrari: un binomio che rimanda sicuramente al passato, a Michael Schumacher che negli anni di gloria vinceva davanti al pubblico amico.

Dopo la prima giornata di prove libere, Sebastian Vettel si è concesso in un’intervista al sito della Formula 1, dove ha parlato delle sue ambizioni, della sua stagione e del regolamento.

Q: “Sebastian, sei cresciuto molto vicino a questa pista (la sua città natale dista pochi chilometri dal tracciato di Hockenheim, ndr), ma non hai mai vinto qui. Non è ora di portare a casa il trofeo del vincitore?”
Sebastian Vettel: “Quattro anni fa ero arrivando secondo sul podio, ma era stato penalizzato al quinto posto e mi era stato tolto il trofeo. Quindi è ora di portare qualcosa di bello a casa e se è quello più importante, sarebbe perfetto e si adatterebbe benissimo nella sala di casa mia. La mia sala non è molto grande, ma sembrerebbe bellissima con un grande trofeo!” ha detto scherzosamente il pilota della Ferrari.

Q: “La domanda che tutti i nel paddock e tutti i tifosi si fanno è come la Ferrari gestirà la situazione del cambio del direttore tecnico a metà stagione. Come vedi la situazione dopo la partenza di James Allison?”
Sebastian Vettel: “È stata una decisione consensuale e penso che in rispetto di entrambe le parti sia qualcosa di cui non dovremmo parlare troppo. Si, è un grande cambiamento per noi, ma spero il meglio per noi. Sarà differente, non nell’immediato futuro, ma nelle prossime settimane e nei prossimi mesi nella maniera in cui opereremo, il ruolo di James era troppo importante per non provocare dei cambiamenti. Ma è qualcosa che ancora non sappiamo. È qualcosa che dovremo vedere”

Q: “Alle volte hai detto che i media non hanno una visione abbastanza chiara per vedere dov’è la Ferrari. Con la Red Bull che vi sta pressando e il tuo quinto posto nella classifica, sei al di sotto delle tue aspettative? Come la vedi?
Sebastian Vettel: “Beh, io ho sempre cercato di dire la verità. Non è un segreto che siamo indietro ma, allo stesso tempo, non è un segreto che abbiamo dei piani ambiziosi che non siamo in grado di trasformare in realtà. Abbiamo ancora questi obiettivi, e non dobbiamo assolutamente cambiarli! L’obiettivo è ancora vincere ogni gara a cui partecipiamo ed è anche l’obiettivo per cui siamo venuti qui. E finché dura la stagione, finché non è matematicamente impossibile, ci concentreremo sul vincere il campionato. Questo alle volte può essere frainteso. Non siamo stupidi. Anche noi vediamo che siamo indietro nella classifica, ma faremo tutto quello che possiamo per migliorare. Sicuramente essendo realistici, non possiamo dirci che la Mercedes la Mercedes si addormenterà nella seconda parte della stagione. Ma siamo tutti piloti e vogliamo scoprire chi ad ogni gara è il team migliore. Se ci attenessimo strettamente alla qualifica, potremmo dire: perché tornare in pista la domenica se è già tutto deciso la domenica. Ma non è così. Ed è per questo che siamo qui. Per dimostrare che nulla è scritto fino a quando non è scritto. Prendete ad esempio me: di domenica mi sveglio sempre un po’ nervoso. Sono emozionato per la corsa. C’è un formicolio e il tuo unico pensiero è: andiamo a correre. A quel punto inizi a pensare alle strategie, a cosa farai. Questa è l’emozione della Formula 1

Q: “Quanto è stato emozionante oggi? E come sono andati la simulazione del giro di qualifica e il passo gara?
Sebastian Vettel: “Penso che la simulazione del giro di qualifica sia stata abbastanza buona, ma c’è sempre spazio per un miglioramento. Sicuramente dovremo fare un miglioramento domani! Sul passo gara, eravamo sulla mescola più dura, quindi anche quella più lenta. Dobbiamo darci un’occhiata”

Q: “Quando dici ‘darci un’occhiata’, cosa intendi?”
Sebastian Vettel: “Che dobbiamo esaminare il comportamento e il rapport tra sospensione anteriore e sospensione posteriore. La macchina era piuttosto ‘vivace’ questo pomeriggio (ride). Sono sicuro che possiamo fare qualcosa migliorando il set-up, quindi domani andrà meglio”

Q: Come la pensi sul cambio di regolamento sui team radio?
Sebastian Vettel: “Chiarisce l’intera questione. Tutti possono fare quello che vogliono e penso che sia la strada giusta da percorrere”

Gianluca D’Alessandro

Sebastian Vettel: “È ora di portare a casa il trofeo del vincitore”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati