Red Bull: per fortuna c’è Ricciardo

L'australiano si aggiudica la terza piazza sulla griglia di partenza del GP Spagna

Red Bull: per fortuna c’è Ricciardo

Daniel Ricciardo porta la Red Bull in seconda fila e si assicura il terzo posto in griglia di partenza alle spalle delle due Mercedes.
Il pilota australiano è riuscito a imporsi anche nella giornata odierna, rimanendo costantemente nella parte alta della classifica e facendo registrare tempi che lasciano ben sperare in vista della gara, anche se la partita è ancora tutta da giocare.
Nuovo acquisto del team di Milton Keynes da questa stagione, Ricciardo è una conferma costante e in continuo miglioramento. Ai box della Red Bull per ora possono ritenersi soddisfatti.

“Senza concentrarsi troppo sui nostri rivali della Mercedes, sono contento di come stanno andando le cose”, ha dichiarato il giovane pilota. “Oggi è stata una giornata abbastanza buona e non vedo come avrei potuto fare meglio di così. Penso che stiamo dando il massimo, ma ora vorrei riuscire a diminuire il gap che ci separa dalle macchine argentate!”

“Mi dispiace per Sebastian”, ha poi proseguito, riferendosi al compagno di squadra che ha dovuto abbandonare la sessione di Qualifiche all’inizio della Q3 a causa di un problema con il cambio. “Non ha avuto molta fortuna questo weekend e personalmente preferisco quando siamo entrambi a combattere”.

“Guardando a domani, penso che se la Mercedes continua di questo paso sarà dura raggiungerla… quindi il terzo posto, anche se non si tradurrà in una vittoria, sarà decisamente soddisfacente”.

Nina Stefenelli

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

10 commenti
  1. Iceman Red Bull

    10 maggio 2014 at 18:38

    Vettel è stato sfortunato, ma dubito che sarebbe finito davanti a Ricciardo in qualifica

    • ILLINOISF1

      10 maggio 2014 at 20:58

      lo penso anche io, perche nelle prime sessioni libere non ha girato per nulla, cmq e evidente che ha problemi di guidabilità con questa macchina, non si li adatta per nulla per il suo stile di guida.
      Credo che li ci vorranno qualche gp prima di sistemare tutto.

  2. ASOT

    10 maggio 2014 at 19:10

    Fottel col nuovo telaio ancora dietro al compagno di squadra eheheheh

    Fottel: il più grande bluff dai tempi di Damon Hill.

  3. Kimi_FS

    10 maggio 2014 at 20:14

    “Per fortuna c’è Ricciardo”: Vettel sarà contento di queste dichiarazioni

    • ILLINOISF1

      10 maggio 2014 at 21:06

      Di certo no ,ma non credo che e in rivalità con Ricardo. Non deve dimostrare niente, e il quarto volte campione del mondo. la sua preoccupazione e nel fatto che se continua cosi può dire addio al mondiale, forse troppo presto.

      • BiagioB74

        10 maggio 2014 at 22:55

        No no, deve dimostrare…. eccome se lo deve dimostrare, di essere stato campione 4 volte di fila non solo per la miglior monoposto del lotto…. Sicuramente la forza del pilota si misura correndo con vetture uguali…. e per adesso i numeri dicono che è stato più forte di Webber ma non più forte di Ricciardo, figuriamoci se potrebbe confrontarsi con piloti come Hamilton, Rosberg, Raikonen o Alo se fosse nella stessa scuderia… Diciamocela tutta il campioncino vinceva facile con una vettura fatta su misura per lui, come sono cambiate le regole ecco che non vince più ma ancor peggio viene battuto dal compagno di squadra meno esperto di lui….. Che bello vederlo perdere così…..

      • ILLINOISF1

        11 maggio 2014 at 00:23

        ..che bello vederlo perdere cosi..

        Ecco l’ultima frase che hai detto spiega tutto il tuo ragionamento, che nasce dal “odio” che avete verso di lui, solo perche nel passato ha vinto a raffica e non ha permesso ad Alonso di vincere.

  4. SuperKIMI2007

    11 maggio 2014 at 00:39

    Se Vettel è un grande bluff che dire di Schumacher …..visto che vinceva contro Alesi Berger e Damon Hill i mondiali e poi con le astronavi Tipo F2004 e compagni di squadra mediocri……appena ha avuto un compagno di squadra decente vedi Rosberg le ha prese di santa ragione

  5. lor

    11 maggio 2014 at 08:54

    Avete tutti ragione. Se non hai la macchina più veloce non vinci neanche se sei un talento vero. Basta essere nella media ed avere la vettura più veloce, e vinci.Come ha fatto Vettel e come fece Shumy.

    • SuperKIMI2007

      11 maggio 2014 at 12:49

      Finalmente qualcuno che dice qualcosa di sensato
      Mi trovi pienamente d’accordo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati