Red Bull, Horner rilassato sull’errore di Vettel in Canada

Red Bull, Horner rilassato sull’errore di Vettel in Canada

Sebastian Vettel non deve essere troppo deluso con l’errore all’ultimo giro che gli è costato la vittoria nel Gran Premio del Canada, ha detto il suo team boss Christian Horner.

Il pilota della Red Bull Racing era ormai vicino alla sua sesta vittoria della stagione a Montreal, ma, messo sotto pressione da un arrembante Jenson Button, ha fatto un errore all’ultimo giro andando largo e consegnando la vittoria al suo rivale della McLaren.

Anche se Vettel è molto dispiaciuto per aver gettato via la vittoria, Horner dice che il suo giovane pilota non ha nulla su cui recriminare – e ha elogiato la sua prestazione in condizioni cosi difficili.

“Non è niente,” ha detto Horner sull’errore di Vettel. “Guardate cosa è successo nelle cinque ore di Gran Premio. Ci sono stati tantissimi errori in condizioni veramente difficili, e lui non deve essere troppo deluso.”

“Credo che abbia gestito la gara molto bene. Penso che Sebastian abbia fatto una gara fenomenale in condizioni difficili. Forse e’ stato praticamente l’unico che ha sbagliato di meno”.

Horner pensa che Vettel stava spingendo così forte nell’ultimo giro, perché non voleva Button entro un secondo dietro di lui in corrispondenza della zona di attivazione DRS – perché sarebbe stato quasi impossibile per lui essere in grado di difendere con successo la sua posizione.

“Alla fine della gara, Jenson era molto, molto veloce e Seb sapeva, perché abbiamo potuto vedere quanto sia potente il DRS in quella zona, che doveva assolutamente tenerlo fuori dal secondo di distacco quando avrebbero attraversato quella linea l’ultima volta.”

“Spingendo ha messo le ruote leggermente sull’ umido, ha bloccato il posteriore e questa è stata la differenza tra vincere e perdere.”

“Ovviamente perdere una gara nel finale è frustrante, da un lato, ma un giorno in cui né Lewis [Hamilton] né Fernando [Alonso] hanno segnato dei punti, e in un giorno in cui ci sono stati cosi tanti incidenti, su una pista dove non siamo stati veramente competitivi, andare via con un P2 e un P3, è in realtà un risultato di squadra molto buono”.

Horner ha anche detto che è stata giusta la scelta della FIA di riavviare la gara dopo la bandiera rossa quando Vettel era in testa, anche se l’annullamento della gara avrebbe determinato la vittoria della sua squadra.

“Probabilmente se la gara fosse stata fermata dopo metà gara avremmo ottenuto solo 12,5 punti, ma invece ne abbiamo ottenuti 18. Quindi, è stato un esito positivo.”

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

20 commenti
  1. Cobra

    13 Giugno 2011 at 13:55

    Intanto o primo, o secondo, o terzo il mondiale ormai è delineato, caro Sebastian, fossi in te ad ogni gara partirei con il giusto relax, che te ne importa se sei sempre primo, ormai il secondo titolo non te lo toglie nessuno… Purtroppo!!!

    http://it-it.facebook.com/pages/Kamui-Kobayashi-in-Ferrari/161308723931986

  2. sabbatico

    13 Giugno 2011 at 14:08

    Concordo con Horner, ho provato a rivedere il gp e l’errore di Vettel anche se fondamentale perchè è all’ultimo giro è il più lieve tra tutti, e tanti, di quelli visti ieri.

  3. Luca

    13 Giugno 2011 at 14:12

    il mondiale fra 2 gp e gia chiuso matematicamente a favore di Vettel.
    un pilota che in 7 gp ti fa’ 5 primi posti e 2 secondi posti! abbiamo detto tutto
    ciaoooooooooo

  4. Fernando

    13 Giugno 2011 at 14:26

    Horner ha dato il giusto commento alla gara dimostrandosi corretto e lucido.
    Su chi critica Vettel: forse avete memoria corta, allora riguardate i gp di Barcellona e Montecarlo e poi ne riparliamo…
    Son ferrarista, ma soprattutto uno sportivo innamorato della F1 e si deve dare ad ognuno ciò che merita e Vettel merita molto perché è un gran pilota. Gli errori li fanno tutti, servono a maturare (a qualcuno gli errori non servono proprio a niente, perché ne fa sempre di più e peggio!)

  5. Mattia

    13 Giugno 2011 at 14:39

    L’errore di Vettel sarebbe stato grave se la lotta per il titolo mondiale fosse stata più agguerrita.
    In fin dei conti è arrivato secondo in una pista dove avrebbe dovuto temere le Ferrari e la McLaren, ha 60 punti (più di due gare) di vantaggio su Button e gli altri rivali per il titolo (Hamilton e Alonso) non hanno concluso la gara.

  6. mark

    13 Giugno 2011 at 14:52

    io dico che il mondiale non è ancora chiuso invece..non penso di rivedere situazioni come quelle di schumacher ai tempi d’oro in ferrari,quando si laureava campione già a luglio!!

  7. Beppe (tifoso RedBull)

    13 Giugno 2011 at 15:32

    Apprezzo e non poco la sportività di Fernando e la competenza di Mattia, ragazzi veramente amanti della F1 indipendentemente dal tifo.
    A mia volta applaudo Alonso (come nel GP AUSTRALIA E MONACO) Hamilton (GP CINA) Button e Schumacher (GP CANADA) indipendentemente dal mio tifo.
    Giusto riconoscere i meriti.

    Beppe

  8. Fabio

    13 Giugno 2011 at 16:43

    Vettel dava oltre un secondo al giro alle ferrari sin dall’inizio. Le McLaren sarebbero state fenomenali in condizioni di umido senza i fattacci a inizio gara.

    Ridicoli i commentatoti tv, che erano esaltati all’inizio, sfottevano Hamilton, pensavano a una doppietta rossa (eheheh) per poi evitare di dire che Vettel prendeva il largo dopo solo pochi giri.
    In Italia non ci sono solo ferraristi e si vorrebbe una telecronaca imparziale! Difficile insegnare la sportivita’ a chi condivide l’ambiente bianconero in societa’…

  9. Samuele

    13 Giugno 2011 at 17:25

    in sostanza per Vettel era piu probabile il secondo posto che il primo, vista la regola solo il pilota dietro può usare il DRS (=Regola del sorpasso obbligatorio.. )

    Criticavano gli scambi di posizione da scuderia
    per poi introdurre gli scambi di posizione da regolamento

    bha..

    Lotta (ad armi pari) non ce ne.

  10. MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)

    13 Giugno 2011 at 17:44

    quoto Beppe!

  11. vincenzo

    13 Giugno 2011 at 19:49

    Effettivamente vettel ha fatto il possibile e quando ha tentato anche l’impossibile ne ha pagato le conseguenze, ma credo che non ci fosse molto da fare. Quando Button ha superato schumy andava tre sec a giro più veloce di vettel. A quel punto vettel che aveva del margine ha accelerato, ma alla fine è riuscito a limitare la perdita al massimo a 1,5 sec al giro, questo però solo con una guida veramente al limite. Infatti negli ultimi giri si vedeva che button aveva una guida aggressiva ma pulita mentre vettel saltava suo tutti i cordoli in entrata e in uscita e si avvicinava molto di più alle barriere di button e in più ha bloccato le ruote almeno in un paio di occasioni. Credo semplicemente che in quella situazione con pista fredda e leggermente umida la McLaren ne avesse molto di più. Vettel poi sapeva benissimo che se non usciva con un pò di margine dal tornante sarebbe stato sverniciato sul dritto quindi ha fatto quello che doveva fare. Ovviamente con una guida tanto al limite l’errore è dietro l’angolo e se si aggiunge che appena fuori traittoria c’è il bagnato allora anche il minimo errore si paga caro. Il punto è che con una vettura 1,5 sec più lenta e con l’avversario che ha il DRS non c’è molto che si possa fare

  12. fabrizio

    13 Giugno 2011 at 23:58

    Non vorrei fare la parte del critico di turno, tuttavia credo che seppure ha commesso un solo errore e solo all’ultimo giro, è da sottolineare che fino ad allora nessuno aveva mai insidiato la sua posizione.
    Con questo non lo considero certo un brocco, ma mi piacerebbe vederlo su una Ferrari o su una McLaren a raffronto con un Alonso od un Hamilton per testare le sue reali capacità.
    In tutta sincerità non credo che ieri su una Mercedes avrebbe fatto meglio di Schumacher…

  13. arn

    14 Giugno 2011 at 16:59

    dove sono tutti quelli che reputano vettel superiore ad hamilton o alonso?…..scomparsi???

  14. cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari, estremamente incavolato per il rientro di Mike Coughlan)

    14 Giugno 2011 at 17:04

    Per una piccola sbavatura la monoposto ha sculettato un po’ spingeva per mantenere il distacco, è normalissimo che possa accadere non vedo perchè metterlo in croce per questo.

    Intanto il ragazzo quest’anno se fa altre gare impeccabili aumenterà il suo distacco tanto da mettere fine al campionato in anticipo, cosa che è possibilissima quest’anno a differenza dell’annno scorso.
    Poi..tutto può succedere

  15. Marco

    14 Giugno 2011 at 20:43

    Seb nn ha noente da rimproverarai.

  16. Davide

    15 Giugno 2011 at 00:08

    Fabrizio, hai pienamente ragione.

  17. Adriano

    15 Giugno 2011 at 02:43

    ok button bella gara ma non esageriamo…
    sembra che abbia fatto la gara del secolo, qualcuno pero si e’ dimenticato alcuni particolari che lo hanno portato a vincere

    vettel e’ sempre stato in testa e ha fatto meno errori di lui, e tutto il vantaggio che aveva l’ha sempre perso con il rientro della safety car….

    per questo ho dato 8 a button e 9 a vettel nelle mie pagelle

    button si sarebbe preso 50 secondi da vettel in meta gara con gli errori che ha commesso prima con hamilton e con alonso, anche perche sul bagnato non sara un paracarro come dice briatore ma non e’ certo fenomeno

    bisogna essere obbiettivi e dire le cose come stanno, la safety car ha annullato ogni volta che entrava tutto il vantaggio che vettel costruiva, ed e’ entrata 6 volte mi pare, mica 2.

    dare 10 a button come vedo in certi siti e dare 7 a vettel per un semplice errore e’ veramente un idiozia, in condizioni di bagnato extreme, senza safety car questo button veniva doppiato sia da vettel che da schumacher

    schumacher appunto, l’unico che merita veramente un 10 per la gara mostruosa che ha fatto.

    e comunque almeno una penalita su i due contatti che ha provocato doveva esserci, non e’ possibile che prima butti contro il muro un pilota, poi butti fuori un’altro e ne esci indenne, allora non sei paraccaro, sei PARACULO.

    COMUNQUE E’ SEMPRE PIU DIFFICILE STARE DAVANTI E CONDURRE LA GARA DA SOLI, quindi grande comunque VETTEL

  18. francesco (tifoso alonso)

    15 Giugno 2011 at 10:07

    vettel al di la dell’errore che a mio avviso non pesa tanto, forse solo per i record, vettel non deve assolutamente preoccuparsi visto che ha 60 punti di vantaggio ed un vantaggio tecnico, per me con altre 4 vittorie il mondiale è suo anche se facesse 7 ritiri.
    complimenti a lui e alla red bull che da 3 anni ormai hanno costruito un’accoppiata vincente.
    complimenti ancora

  19. !f1!

    15 Giugno 2011 at 20:45

    vabbè, vettel x la prima volta ha dimostrato di essere un umano!!!!!

    p.s. andate sul mio sito, please

  20. francesco (tifoso alonso)

    16 Giugno 2011 at 12:52

    @!f1!
    compilmenti molto bello il tuo sito.
    bravo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati