Raikkonen: “Forse potevamo fare a meno dell’ultima sosta”

Rammarico per il finlandese, le sue gomme erano in buone condizioni

Raikkonen: “Forse potevamo fare a meno dell’ultima sosta”

Kimi Raikkonen è convinto che avrebbe potuto fare a meno dell’ultima sosta al GP Germania di F1 concluso in seconda posizione alle spalle di Sebastian Vettel. Il pilota della Lotus si è fermato a 10 giri dal termine per montare gomme soft.

In seguito ha guadagnato la seconda posizione superando il suo compagno di squadra Grosjean ma non è riuscito a riprendere Vettel.

“Avrei potuto stare in pista più a lungo quindi dobbiamo riflettere sulla possibilità che avevamo di arrivare fino in fondo” ha dichiarato Raikkonen. “Ma ho avuto un grosso problema con la radio. Potevo sentire il team ma loro non sentivano me, a parte due curve. Le mie gomme erano OK quindi magari era il caso di arrivare fino alla fine”.

“E’ difficile dire cosa sarebbe accaduto con due giri in più. Siamo stati veloci. Penso che avremm avuto una grande battaglia e forse avrei passato Vettel. Abbiamo provato di tutto ma non siamo riusciti a vincere, penso comunque che il team abbia fatto una buona gara. Continueremo a provarci”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

12 commenti
  1. Kaiser88

    7 Luglio 2013 at 17:20

    L’acume degli strateghi Lotus è sempre fenomenale, eh?? 🙁 Comunque gara eccezionale…

    • ing. Cosimo

      7 Luglio 2013 at 20:26

      inutile piangere sul latte versato, comunque a kimi gli interessa prendersi la coppa del 1° posto nei gp, tutti questi piazzamenti seppur buoni hanno il sapore di sconfitta, ne sà qualcosa la ferrari un po’ di anni a questa parte.

  2. carlopower

    7 Luglio 2013 at 17:21

    Si vede in faccia che non e soddisfatto,comunque ha fatto una grande corsa,io credevo che andava fino in fondo alla gara.

  3. Marcoct212v

    7 Luglio 2013 at 18:27

    Hanno fatto bene a fargli fare il pit… Sinceramente temevo finisse come settimana scorsa…

    • Kaiser88

      7 Luglio 2013 at 19:15

      Sì, ma dovevano farlo un giro prima…

    • Kaiser88

      7 Luglio 2013 at 19:17

      Intendo, ormai erano 5-6 giri che perdeva costantemente sul duo con gomme nuove. Se anticipavano di poco (1 giro) il pit, probabilmente usciva incollato a Grosjean, che tra l’altro gli ha fatto perdere almeno un sec. Con il pit lievemente anticipato e l’ordine di scuderia, il sorpasso poteva starci, dopo almeno un giro con DRS attivabile. Senza pit, credo sarebbe finito dietro Alonso, onestamente.

  4. Driver

    8 Luglio 2013 at 09:17

    La gara l’ha persa nel traffico dietro Hamilton, non per un errore di strategia (per una volta!)
    Quando è rientrato al box perdeva 1″ al giro su Vettel, e l’ultimo giro il gap tra le coperture era ormai andato. Era obbligato a fare la sosta, forse un giro prima gli avrebbe dato un secondo di margine ma il degrado all’ultimo giro avrebbe vanificato il tutto (vedi Alonso). Grosjean gli ha fatto perdere del tempo prezioso. Comunque bravo Kimi, peccato davvero per i punti persi a Silverstone.

    • Kaiser88

      8 Luglio 2013 at 13:20

      Non mi sembra, però, che il gap fosse esaurito. Continuava a mangiargli 6 decimi al giro. Se fosse partito all’inseguimento 1″ più vicino, con un giro in più di DRS attivabile (e un giro in più di DRS anche su Grosjean), lo avrebbe preso. Non so se l’avrebbe superato, ma per la storia delle gomme tieni presente che a macchina scarica il limite per una Lotus erano 13-14 giri con le morbide, non 10-11.

  5. IcePack

    8 Luglio 2013 at 13:10

    comunque il 2° posto non è male ma sopratutto anche il terzo posto per la lotus, detto questo le strategie della Lotus sul cambio gomme si sono rilevate già alcune volte precedenti fallimentari, visto che la Lotus è una delle monoposto che sfrutta meglio le gomme e le consuma di meno potevano benissimo risparmiarsi l’ ultima sosta , con 14 secondi di margine nei ultimi 14 giri Kimi come andava non perdeva mai più 1 secondo al giro e se la poteva giocare benissimo con Vettel però nei ruoli scambiati …un pò di palle dovrebbero avere anche quelli del team a decidere questo, sicuramente Kimi non protestava ..anzi..

    • Kaiser88

      8 Luglio 2013 at 13:22

      1″ al giro di margine era pochissimo. Conta che queste simpaticissime gomme (come pure quelle dell’anno scorso) accusano un crollo prestazionale incredibile. Magari agli ultimi due giri improvvisamente avrebbe beccato anche più di 4″.

    • Gianca

      8 Luglio 2013 at 14:00

      premesso che ha fatto una gran gara e lo stesso il suo compagno, che ieri mi è sembrato anche un pelino più in palla, se kimi dice che forse ce la faceva senza cambiare per criticare la squadra, sbaglia di grosso perchè fino a prova contraria se sentiva bene le gomme poteva stare fuori e provare ad arrivare….

  6. alekimi

    8 Luglio 2013 at 16:54

    Il problema vero e ke con i se e i ma non si va da nessuna parte…Vettel ce` sempre, una volta x un centimetro una volta x un metro ma arriva sempre primo…se non si sarebbe spento il motore il gp scorso aveva gia` semi ibernato il mondiale avrebbe gia` oltre 50 pt di vantaggio sul secondo in classifica, se non si punta ad arrivare primi….si arriva secondi…e non basta 🙁

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati