Pirelli: La sfida che attende gli pneumatici sul circuito dell’Hungaroring

Video in animazione 3D

Pirelli: La sfida che attende gli pneumatici sul circuito dell’Hungaroring

L’Hungaroring è un circuito molto bilanciato tra trazione, frenata e energia laterale. Le vetture corrono con massimo carico aerodinamico per avere grip meccanico nelle curve lente.

La P Zero bianca medium è una gomma ‘low working range’, capace di assicurare massime prestazioni anche a basse temperature. La P Zero gialla soft è una mescola ‘high working range’, perfetta per temperature più alte. Le temperature di pista all’Hungaroring sono spesso le più alte dell’anno.

Sull’Hungaroring gli pneumatici sono spesso soggetti a una combinazione di forze. Il carico aerodinamico impone una notevole una forza laterale sulle gomme in curva; a questa si aggiungono forti energie longitudinali per le accelerazioni e le frenate. Il tutto, ovviamente, comporta un elevato stress per la struttura delle gomme.

Nel 2013 la strategia vincente fu a tre soste, consentendo a Lewis Hamilton di concretizzare il suo primo successo con Mercedes utilizzando i P Zero medium e soft. Alle sue spalle, Kimi Raikkonen, secondo con la Lotus con soli due pit stop.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati