Marko: “Abbiamo voluto mettere fine alle voci e mandare un messaggio chiaro agli avversari”

Webber ammette: "Avevo avuto contatti con la Ferrari"

La Red Bull ha voluto affrettare i tempi per mantenere in squadra un pilota affidabile ed esperto ed evitare la concorrenza del Cavallino
Marko: “Abbiamo voluto mettere fine alle voci e mandare un messaggio chiaro agli avversari”

All’indomani della firma di Mark Webber con la Red Bull, la scuderia austriaca spiega le motivazioni alla base di un accordo che fino a 24 ore prima sembrava doversi discutere dopo la pausa di agosto.

“Abbiamo voluto mettere fine alle voci continue e la conseguente inquietudine”, il detto il consigliere della scuderia campione del mondo Helmut Marko al quotidiano austriaco Kleine Zeitung. “La Red Bull ha voluto mandare un messaggio chiaro per il 2013. Mark è rilassato e motivato quest’anno, come mai prima”, specialmente dopo la vittoria al GP di Gran Bretagna. Il team boss della squadra Christian Horner spiega che alla base di tutto è stato il pericolo che Webber potesse passare al Cavallino: “Il richiamo della Ferrari è stato un fattore significativo nel prolungamento per il 2013″.

E lo stesso australiano rivela di essere stato a contatto con gli uomini di Maranello, per un suo possibile approdo in Rosso. “E’ stato un mese interessante come pochi”, ha commentato Webber. “Nel complesso ho scelto la continuità e il desiderio per me di continuare con la Red Bull Racing era molto forte. Il mio obiettivo principale è vincere il campionato di quest’anno, che è molto importante. Ci sono state discussioni con la Ferrari, ma la mia decisione è quella di rimanere qui. Qui sono a casa, conosco tutti e con Seb (Vettel, n.d.r.) siamo assieme da cinque anni. Non ci sono molti compagni di squadra che sono stati insieme per così tanto tempo in Formula 1, ma la nostra ha dimostrato di essere una partnership di successo sia con noi piloti che con i membri chiave del team. E’ stata un’operazione davvero ottima, siamo competitivi e lo saremo anche il prossimo anno”, ha concluso.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

27 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati