Lotus Renault correrà con licenza inglese

Lotus Renault correrà con licenza inglese

Cambio epocale all’interno del team Lotus Renault in vista del prossimo mondiale: la squadra di Enstone non correrà più con licenza francese, dal 2011 sarà inglese. “God save the queen” risuonerà in caso di vittoria di Kubica e Petrov e la Union Jack verrà esposta quando saliranno sul podio. L’annuncio è stato dato dal team principal Eric Boullier che ha spiegato che alla base del cambiamento c’è l’ingresso del marchio Lotus nel capitale della ex scuderia francese.
Boullier: “Correremo con licenza britannica, Lotus è un costruttore inglese. Questo significa che se vinceremo metteremo l’inno nazionale britannico. E’ un passaggio importante all’interno della squadra. Con il cambiamento di marchio stiamo cambiando molte cose all’interno dell’azienda”.

Roberto Ferrari

Lotus Renault correrà con licenza inglese
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti
  1. Ingenuo

    17 gennaio 2011 at 09:13

    God save us

  2. schubaffo

    17 gennaio 2011 at 09:15

    da quando viene esposta sul podio la bandiera del Paese del costruttore???

  3. SEZAR

    17 gennaio 2011 at 09:27

    @Schubaffo

    É vero hanno sbagliato!! 🙂

    Ma la Lotus acquistando il 30% restante delle quotazioni, prima di proprietà della Renault, non era entrata come Main Sponsor? Il restante 70% è di proprietà di una banca del nord Europa o russa? Io non c sto capendo nulla!!
    Tra azionisti, main sponsor e motore, nessuno parla la stessa lingua!! È diventata un misto d businessmen l’ex Renault!! 😀
    Tra l’altro nel circus vedere 4 lotus correre che hanno solo il cambio differente, sarà divertente!? 😀

  4. MG66

    17 gennaio 2011 at 09:29

    Questo mi dispiace , perchè un grande paese come la Francia oramai non è più rappresentato da nessun pilota , da nessun GP e adesso pure da nessuna vettura.Almeno dai nel rally DOMINA con il grande Loeb al volante della Citroen.

    ..adesso mi viene in mente il mitico Gp di Francia del 79 a Digione con la Renault a dominare e 5 piloti francesi nei primi dieci :

    1)Jean-Pierre Jabouille
    3)René Arnoux
    5)Jean-Pierre Jarier
    8)Jaques Laffite
    10) Patrick Tambay

  5. matteo

    17 gennaio 2011 at 10:22

    come disse un grande scrittore occhio a quei due

  6. Mattia

    17 gennaio 2011 at 11:08

    E’ un po’ come se la Ferrari facesse suonare l’inno spagnolo perché ha come sponsor Santander.

  7. Paolo

    17 gennaio 2011 at 11:23

    Tutto vero ciò che dite della Francia, ma però c’è da dire che il team della Renault era praticamente già inglese, dato che alla fine il Q.G. era in Inghilterra a Enstone.
    Niente di polemico, ma solo per sottolineare che alla fine di diverso c’è ben poco tra gli anni scorsi ed adesso. Cambia la forma ma non la sostanza.

  8. Paolo Furlan

    17 gennaio 2011 at 16:39

    ..se andiamo alle origini troveremo che prima di Renault era benetton…e prima di benetton?
    Toleman…squadra inglese..che correva con il 4 cilindri turbo di Brian Hart…che nell ´84 con Senna quasi vinse a Montecarlo…quindi..é un ritorno alle origini 😉

  9. jumpy

    17 gennaio 2011 at 18:06

    @ Paolo Furlan
    giustissimo!!
    e poi a chi dispiace che la Francia non è più rappresentata da 1 pilota e 1 squadra c’è da dire che la colpa di questo è solamente loro dunque…

  10. SEZAR

    17 gennaio 2011 at 18:28

    @Mattia

    Ma il mani sponsor della Ferrari non è Santander, è Marlboro!! Infatti il wrooom che ospita Ferrari e Ducati è organizzato dalla Philipp Morris, proprietaria della Marlboro… 🙂

    Ciauz

  11. iorek

    18 gennaio 2011 at 10:01

    @mg66

    oggi sarebbe il compleanno del sig. che nel gp che tu citi e’ arrivato secondo e che ha reso unica quella gara nella storia della f1.

    AUGURI GILLES !!!!

  12. LucaR

    18 gennaio 2011 at 10:57

    OK, riassumendo avremo una renault inglese sponsorizzata dalla Lotus…e allora??? Il main sponsor non è un costruttore, dunque la monoposto si dovrebbe chiamare “solo” renault!

  13. pierpiero

    18 gennaio 2011 at 11:50

    Che enorme guazzabuglio…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati