Lauda critico con Schumacher e Vettel

Lauda critico con Schumacher e Vettel

Il tre volte campione del mondo Niki Lauda ha criticato Michael Schumacher e Sebastian Vettel al termine del gran premio di Ungheria. Il tedesco della Mercedes Gp ha stretto al muro in maniera pericolosa Rubens Barrichello e per questa manovra la federazione lo ha penalizzato di dieci posizioni in griglia nel prossimo gran premio. Schumacher si è giustificato dicendo: “E’ stata una lotta dura, e noi siamo qui per questo. Ma accetto che gli steward abbiano interpretato la manovra come troppo dura”.

Ross Brawn ha detto di non condividere la penalità ma di accettarla mentre Niki Lauda dalla Tv RTL ha detto: “Mettere in pericolo un altro pilota in questa maniera è del tutto inutile. Non riesco a capire il perché abbia fatto una cosa del genere”.

Vettel invece ha subito un drive-through durante la gara per aver lasciato troppo spazio tra la sua vettura e quella di Webber alla ripartenza della safety car. La mossa ha consentito a Webber di avere un discreto vantaggio ed avrebbe permesso alla Red Bull di avere due macchine davanti anche dopo il pit stop. Il tedesco si è lamentato vistosamente ai box perché, a suo dire, non capiva la motivazione della penalità e sull’accaduto ha spiegato: “..non ho visto spegnere le luci sulla vettura di sicurezza e la mia radio funzionava in modo intermittente durante la gara”.

Lauda non crede a tutto ciò e commenta: “Avrebbe dovuto accettare da subito la penalità. In queste situazioni l’importante è dire a se stessi ed a tutti: ho sbagliato. E fine della storia”.

Il team principal della Red Bull, Horner, ha detto che la mossa di Vettel non era stata suggerita dal team per favorire Webber ma si dice convinto che la spiata ai commissari sia arrivata dalla Ferrari, quindi conclude: “Le regole sono chiare ed i piloti lo sanno bene. La penalità è dura ma questo è il regolamento”.

Roberto Ferrari

Lauda critico con Schumacher e Vettel
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. Marcello

    2 agosto 2010 at 17:23

    Finalmente Lauda non ha un attacco di tedeschismo,
    Horner come tutti gli Inglesi la racconta a sua maniera, Stranamente questo si ripete con il commentario di Brown nei confronti di Schumacher.
    Sempre fanno vedere la stirpe :-)))

  2. Alberto

    2 agosto 2010 at 17:54

    Lauda critico? Ha ragione senza dubbio…però…non ricordo un suo commento fatto di elogi 😀

  3. carmine

    2 agosto 2010 at 18:28

    una spiata della ferrari ? caro horner, questo fà capire quanto tu sia pagliaccio , prego, fate pure tutto quello che volete ,ma si rende conto sto buffone di quello che gli sputa fuori la sua bocca ? tutti possono dire che vettel è rimasto addormentato alla ripartenza della gara ma io sono convinto e mi gioco pure quelle che il caro tedeschino ed il suo muretto hanno provato a fare la furbata (nn è mica sempre natale miei cari), webber doveva recuperare secondi sulle ferrari , nn erano sicuri sulla tenuta delle gomme , quindi, ma anche gli addetti ai lavori…cosa credono… che chi segue la formula 1 son dei coglio.i ?

  4. Ganzo

    2 agosto 2010 at 18:52

    Mah… Io sono convinto che Vettel abbia proprio dormito, con la ruggine che c’è fra i due non credo proprio che abbia in qualche modo tentato di aiutarlo. Non ha tentato di stargli in scia perché sapeva che sarebbe dovuto rientrare poco dopo, cosa che avrebbe fatto se le cose non si fossero sviluppate in quel modo.

  5. Motore Asincrono Trifase

    2 agosto 2010 at 20:38

    sara’, ma dubito che vettel e webber abbiano tanto desiderio di aiutarsi a vicenda. poi con le registrazioni libere come gli davano l’ordine di scuderia visto che non potevano sapere prima cosa succedeva

  6. Artigliere (tifoso Force India)

    2 agosto 2010 at 21:03

    Da Horner una ca**ta del genere non me l’aspettavo.
    Spiata Ferrari? Ma se Vettel ha lasciato un chilometro dall’auto davanti perchè s’è “addormentato”!
    Di sicuro non ha fatto gioco di squadra, dato che odia Webber…
    Ha sbagliato ed è stato punito, fine della storia, che Ferrari e Ferrari, adesso per alzare la povere fa sempre comodo tirare in ballo la Ferrari, ma basta…!

  7. visce5schumythebest

    2 agosto 2010 at 21:35

    lauda è un mito….
    un grande….uno ke ha palle per quello ke dice.

  8. FRANCESCO

    2 agosto 2010 at 21:43

    E SI E IO DICO CHE LE PALLE LE HA ANCHE SCHUMACHER E BARRICHELLO MAGARI TUTTI I PILOTI SAREBBERO COSI LO SPETTACOLO NON MANCHEREBBE AFFATTO AGGIUNGEREI I PILOTI SONO PAGATI PER RISCHIARE LA VITA STARA’ A LORO GESTIRLA ANCHE PERCHE 30 MILIONI DI EURO SHUMACHER …..

  9. Schumi

    3 agosto 2010 at 12:13

    La ferrari quest’anno è una schifezza esattamente come il suo grande pilota, il maestro degli errori, Alonso. purtroppo vi siete dimenticati di quanto faccia schifo la gestione delle gare al muretto ferrari, e vogliono scontare evidenziando errori o scorrettezze degli altri. Sempre FORZA SCHUMI. e abbasso quello stupido sopracciglione di alonso.

  10. vincenzo

    3 agosto 2010 at 14:21

    2 agosto 2010
    Ganzo . Mah… Io sono convinto che Vettel abbia proprio dormito, con la ruggine che c’è fra i due non credo proprio che abbia in qualche modo tentato di aiutarlo. Non ha tentato di stargli in scia perché sapeva che sarebbe dovuto rientrare poco dopo, cosa che avrebbe fatto se le cose non si fossero sviluppate in quel modo.

    Ganzo non fare il gonzo 🙂

  11. vincenzo

    3 agosto 2010 at 14:23

    Nikolas Nikolas il critico tritatutti,ma non hai nipotini da accudire? pensa sarebbe fantastico

  12. vincenzo

    3 agosto 2010 at 14:27

    D’accordo fuori dalla testa di Vettel favorire il compagno odiato Webber,ma in funzione del pit stop di Webber alla scuderia avevano benissimo in testa cosa fare,c’era in gioco il primo posto, come non è riuscito a vettel di passare Alonso non sarebbe riuscito manco a Webber,Horner sarà pure str…ma fesso no!

  13. pierpiero

    3 agosto 2010 at 15:00

    Sinceramente, barrichello ha avuto un bel po’ di coraggio. Anche se temo che in quel caso fosse incoscienza. Lo ha anche dichiarato: con un altro davanti avrebbe desistito, ma siccome era Schumacher e fra i due ci sono troppi conti in sospeso, il brasiliano non ha mollato. Credo anche che da bordo macchina non sia neppure reso conto fino in fondo di quanto grosso ha rischiato. Pochi centimetri e beccava la fine del muretto box…a quel punto la sua macchina sarebbe diventata una carambola impazzita i piena velocità!!!

  14. Vincè60

    4 agosto 2010 at 13:04

    I due piloti red bull sono come i ladri di Pisa, di giorno litigano e di notte rubano insieme…..

  15. Pasquale Luc@noDOC

    4 agosto 2010 at 16:30

    HORNER NON HA PERSO OCCASIONE DI DIMOSTRARSI IL PIR.A CHE E’
    PRIMA COMBINA CAXXATE E POI DICE CHE LA FERRARI E’ VERGOGNOSA PER GLI ORDINI DI SCUDERIA, POI VETTEL FA UNA FURBATA/CAVOLATA E LA COLPA E’DELLA FERRARI??!?! MA QUESTO BUROCRATE DA DOVE L’HANNO TIRATO FUORI?

  16. vincenzo

    4 agosto 2010 at 21:18

    HORNER NON HA PERSO OCCASIONE DI DIMOSTRARSI IL PIR.A CHE E’

    no che non è pir_la sa quel che fà,e oggi è molto di moda inventarsi le cose e negare anche con l’evidenza

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren