La FIA potrebbe punire i piloti indisciplinati sulle strade, Hamilton critica la Federazione

La FIA potrebbe punire i piloti indisciplinati sulle strade, Hamilton critica la Federazione

Lewis Hamilton ha reagito alla decisione della FIA di penalizzare i piloti di Formula 1 che commettono infrazioni sulle strade. E’ quasi certo che la guida pericolosa di Hamilton sulle strade di Melbourne abbia spinto la Federazione ad agire in quest’area. A Parigi nei giorni scorsi la FIA ha deciso che i piloti di F1 rischiano di perdere la superlicenza qualora dovessero vedersi ritirata la patente o subire un deferimento al Consiglio Mondiale per infrazioni gravi del codice della strada.

Oggi a Monza, Hamilton ha dichiarato che è un sostenitore della sicurezza stradale ma ha precisato: “Cio’ che facciamo nella nostra vita privata resta riservato. Sono sicuro che Jean Todt ha avuto una multa per eccesso di velocità”.

“Tutti noi facciamo errori ed impariamo. Non penso che tutto quello per cui abbiamo lavorato debba essere cancellato per qualcosa che per me potrebbe essere piccola o grande” ha aggiunto Hamilton.

Di diverso avviso il suo compagno di squadra della McLaren, Jenson Button: “Penso sia giusto che infrazioni serie causino problemi per la carriera agonistica”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

19 commenti
  1. ABART

    10 settembre 2010 at 15:47

    c’hai qualche scheletro che balla piccolo piccolo hamilton?

  2. Daniele

    10 settembre 2010 at 15:49

    Fu cacciato di scuola a 8 anni per una rissa.
    Non sto scherzando.

  3. schubaffo

    10 settembre 2010 at 15:52

    qui si vede la diversa “pasta” dei pilti McLaren: uno è un signore….. l’altro…. NO.

  4. anonymous

    10 settembre 2010 at 15:56

    Che caduta di stile….

  5. Davide

    10 settembre 2010 at 16:16

    anonymous .
    Che caduta di stile….

    cosa pretendi? è un pilota/prodotto della mc-laDren.
    Loro, lo Stile, la Classe e quant’altro, non l’hanno mai visto nemmeno col binocolo…

  6. ABART

    10 settembre 2010 at 16:18

    altro che testimonial della sicurezza anzi proprio per essere personaggi pubblici devono essere puniti di più .insomma giustizia in base a quanto guadagni e quello che rappresenti.altrimenti troppo facile pagare le stesse multe ridicole per questi tipi che di soldi ne prendono ancora a palate.

  7. vincenzo

    10 settembre 2010 at 16:18

    Per una volta sono d’accordo con Hamilton,che c’entra punire un pilota per la sua guida fuori la pista,per questo esistono già le autorità competenti,la Fia si occupi di fare regole e chiarezze per rendere la F1 decente,al momento è indecente per tutte le cazzate fatte da chiunque a torto o ragione.

  8. Glore

    10 settembre 2010 at 16:23

    Ma per favore… Cosa c’entrerà quello che fa un pilota nella sua vita privata… Che si occupino di cose più importanti, che non sanno risolvere neppure quelle…

  9. D-Lord

    10 settembre 2010 at 16:26

    Stavolta spero che passi questa regola, perchè sono personaggi pubblici moooolto in vista altro che vita privata, e poi per una multa per eccesso di velocità non ritirano la patente ma solo per cose ben più gravi o per chi è recidivo!

  10. David

    10 settembre 2010 at 17:23

    concordo con Vicenzo

  11. Manu

    10 settembre 2010 at 17:50

    Tanto giusto o non giusto rimarranno solo parole al vento… non credo che qualcuno si prenderà mai la responsabilità di ritirare la super licenza a un pilota di F1 magari in lizza per il mondiale per un avvenimento fuori dalla F1 stessa.
    O almeno non a piloti di team importanti… se capita al Verstappen di turno lo mettono in cella senza passare dal traguardo 😀

  12. francesco

    10 settembre 2010 at 18:43

    RITIRO DI SUPER LICENZE ECC NON CREDO PROPRIO MA VERE E PROPRIE LIMITAZIONI O MULTE CI SARANNO FINALMENTE LA FIA SE RESA CONTA CHE BISOGNA PUNIRE GENTE CHE NON SI COMPORTA BENE SU STRADA COME HAMILTON DANDO BRUTTO ESEMPIO A TUTTI!!

  13. Federico Barone

    10 settembre 2010 at 18:54

    È solo un nuovo sistema per rimpinguare le casse della FIA, visto che ora stanno per scadere alcuni contratti di sponsorizzazione. Qualcosa si dovranno pure inventare, no?

  14. Rino

    10 settembre 2010 at 19:52

    Comunque anche la vita privata degli altri è SACRA RISPETTATELA e poi basta con queste finte morali avete rotto.

  15. vincenzo

    10 settembre 2010 at 21:17

    non capisco,l’azienda mi aveva affidato un mezzo (grande punto) e l’unica infrazione in 7anni è stata quella di passare col rosso,ma non mi ha mica sospeso dal lavoro ho pagato multa e punti e basta ( poi si è scoperto com’è che tanti prendevano il rosso T-red)

  16. Aanto

    10 settembre 2010 at 23:15

    Hamilton non è un campione ma uno sfigato che vince.

    Button parla e si comporta da campione e da signore.

  17. Frenk

    10 settembre 2010 at 23:26

    Caduta di stile,assolutamente.
    Era meglio se taceva,ci guadagnava.
    Ragazzi,è un personaggio pubblico,e,in quanto tale deve trasmettere un’immagine positiva e dare solo un buon esempio.In cuesto caso la FIA sta prendendo o vuole prendere provvedimenti per episodi che ledono l’immagine e serietà de mondo delle corse.
    Un tempo i piloti responsabili inviavano appelli a tutti, specialmente ai ragazzi,c’e stata più di una campagnia per la sicurezza stradale sui giornali ,alla tv e nel web.
    Ma dove vive questo qui?Come fa a sostenere certi argomenti?Sembra più uno sproloquio di un invasato!
    Mi meraviglio di chi ha detto che Hamilton ha ragione,tra l’altro ne riconosco alcuni in quelli che sembravano sceriffi integerrimi quando erano indignati per l’episodio degli ordini di squadra in germania.
    Io mi ritengo uno sportivo migliore.
    Sapete,quando nel ’97 Schumy fece quella porcata a Villeneuve io spensi il televisore e andai via,ero indignato,e per quanto mi riguarda la sanzione scumy se la meritò tutta,senza possibilità di errore.
    In quel caso il suo comportamento ricadeva sulla Ferrari e sul mondo della formula uno.
    Ragazzi,ma vi ricordate il grande Zanna?
    Aveva tutt’altre opinioni,non vi sembra?
    E già,era un’altro pilota,un pò più signore!
    Ma come ha fatto questo a cadere così in basso….E poi smentito alla grande dal suo compagnio di squadra,che invece ha dimostrato di essere un gran signore!
    Oggi ogni tifoso della Mclaren dovrebbe,se ha un minimo di responsabilità e serietà,prendere le distanze da Hamilton.

  18. Linus

    11 settembre 2010 at 00:11

    Concordo al 100% con Frenk
    Anche io come te, da tifoso ferrarista, nel 1997 mi sono alzato e non ho continuato a vedere il Gran Premio, sperando che Villeneuve potesse arrivare in fondo alla gara, perché a me di vincere in quel modo, proprio non andava.

    E concordo che questo genere di sanzioni sarebbero giuste (anche se pure io penso che non saranno mai applicate totalmente a piloti di vertice, al massimo multe pecuniarie), perché tutti quelli che criticano questa norma, non si rendono conto che questi personaggi sono dei eroi mediatici veri e propri, che richiamano a gesti emulatori.
    Il misistro per la sicurezza in Australia, non esitò a definire Hamilton “UNA TESTA DI C…..!” Testuali parole! Lessi l’intervista in Inglese.

    Chi scrive che Hamilton ha ragione, proprio non si rende conto di quali conseguenze possano avere su persone che lo vedono come un esempio da seguire. Come chi scrive che per avere preso una multa non ha perso il lavoro. Ma cosa c’entra? Facevi il pilota/autista? Prova a chiedere ad un camionista che hanno ritirato la patente per 6 mesi, se ha continuato a lavorare o no!

  19. Motore Asincrono Trifase

    11 settembre 2010 at 15:22

    come tutti i campioni gliene perdonano molte perche’ vince. Altrimenti non oso pensare alle figuracce che fa. Anni luce da Button che resta un signore. Non condivido che sia la sua vita privata, se c’e’ gente che lo imita e addirittura testimonial della sicurezza quello che fa in auto anche fuori dalla pista non e’ solo affar suo.Se vuole una vita privata deve allontanarsi dagli ambienti pubblici e ritirarsi.Altrimenti e’ il prezzo che si paga ad essere un personaggio sulla bocca di tutti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Covid-19, le modifiche attuate dalla FIA

Le iniziative prese dal Consiglio Mondiale riguardano il regolamento sportivo 2020 e la stipulazione di un nuovo calendario
Il Consiglio Mondiale della FIA ha approvato, mediante voto elettronico, una serie di modifiche chiave ai regolamenti delle varie competizioni motoristiche