Jenson Button: la McLaren non è fuori dai giochi

Jenson Button: la McLaren non è fuori dai giochi

Secondo le parole di Jenson Button, la McLaren non si troverebbe ancora fuori dai giochi, anzi, non sarebbe nemmeno inferiore alle due dirette rivali, Red Bull e Ferrari.

Ma la verità qual è? Button sa benissimo che, anche se matematicamente tutto è possibile, solo un miracolo potrebbe portarlo per la seconda volta consecutiva sul tetto del mondo e l’inglese punta tutto sulle prestazioni della sua vettura in questi ultimi tre appuntamenti.

“Siamo usciti da Suzuka più motivati che mai e nelle ultime gare dovremmo essere sempre vicino ai nostri rivali per giocarcela fino in fondo” – ha detto Button, che ha un ritardo di 31 punti sul leader del mondiale Mark Webber.

“A questo punto della stagione, i contendenti al titolo si approcciano al lavoro in base alla posizione di classifica che occupano: i primi devono stare attenti a prendere meno rischi possibili; quelli in fondo devono essere estremamente aggressivi, per vincere.”

“Mi trovo nella posizione contraria rispetto allo scorso anno e non posso nascondere che preferisco amministrare piuttosto che rincorrere… ci tocca anche dire che la McLaren non è stata proprio fortunata in queste ultime gare e se non ce la dovessi fare, non ci sarà rabbia o invidia: un ciclo si chiude e uno nuovo si apre. Chissà cosa potrà accadere però nelle prossime gare…”

Button sibillino in attesa del quanto meno necessario “miracolo”?

Eleonora Ottonello

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. Leonardo

    14 Ottobre 2010 at 11:17

    stare vicino ai rivali..ceeerto..tu pensa a seguire gli altri da vicino che andrai lontano…

  2. _TheRealJB86_

    14 Ottobre 2010 at 11:58

    Forza Jenson!non ascoltare questi invidiosi!!io ci credo!!!

  3. David

    14 Ottobre 2010 at 12:48

    bravo Jenson in Korea voglio doppietta McLaren
    🙂

  4. gianluca46

    14 Ottobre 2010 at 14:53

    ……..no comment….

  5. Beppe

    15 Ottobre 2010 at 08:40

    Sono convinto che le prestazioni tra le scuderie di vertice siano abbastanza ravvicinate. Ovvio dipende molto dalle caratteristiche del circuito (vedi Monza-Ferrari, Mclaren-Spa, Redbull-Suzuka).
    Nella F1 tutto è possibile, quest’anno più che nelle precedenti edizioni.
    Chi avrebbe scommesso Raikkonen campione 2007 del mondo a due gare dal termine, scagli la prima pietra!!!

    Beppe
    Redbull

  6. Frigole

    15 Ottobre 2010 at 20:12

    Janson mi sei molto simpatico, se ferrari o redbull non vincessero dovrest essere tu il campione, ma non hamilton

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati