Red Bull, Vettel: “La mia posizione in classifica è vulnerabile”

"Ma ovviamente sarebbe molto speciale per noi vincere il campionato costruttori qui ad Abu Dhabi"

Red Bull, Vettel: “La mia posizione in classifica è vulnerabile”

Sebastian Vettel crede che la sua posizione in classifica nel campionato del mondo di Formula 1 sia “vulnerabile”, nonostante il suo vantaggio di punti.

Il campione in carica, grazie alle quattro vittorie consecutive ha recuperato e superato Fernando Alonso in classifica ed ora è al comando con 13 punti di vantaggio e con tre gare da disputare.

“Se guardiamo indietro, l’India è stata una grande gara per noi, ma un paio di giri dalla fine abbiamo avuto un po’ di scintille”, ha detto Vettel.

“Ovviamente non è stato un problema, ma non ci vuole molta immaginazione per capire che avrebbe potuto esserlo.”

“Se una cosa del genere capita, non importa in quale posizione ti trovi, si potrebbe finire la gara e non segnare i punti che si speravano, e quindi l’intero quadro assume un aspetto diverso con il sistema di punti che abbiamo dal 2010.”

Vettel non crede che la Red Bull abbia dimostrato di essere decisamente la vettura più veloce, nonostante la sua serie di vittorie.

“Penso che nel secondo stint con gomme dure in India, McLaren e Ferrari erano probabilmente un po’ più veloci di noi,” ha detto.

“Ma poi ho potuto beneficiare del divario che ho costruito nella prima parte di gara.”

Ha aggiunto: “Jenson Button ha fatto segnare il giro più veloce alla fine della gara in India. Non so quello che stava facendo prima, ma dimostra che erano abbastanza veloci.”

“In Giappone sono stato molto contento della macchina e il bilanciamento in gara è stato semplicemente fantastico. Questo è quello che permette poi di mettere insieme un giro davvero veloce”, ha detto Vettel.

Red Bull è in grado di assicurarsi il campionato costruttori 2012 già ad Abu Dhabi questo weekend.

“Eravamo io e Mark sullo stesso volo, e lui ha detto che sarebbe andata molto male per i costruttori se l’aereo fosse andato giù …” ha scherzato Vettel.

“Ma ovviamente sarebbe molto speciale per noi vincere il campionato qui.”

“Ma per fare ciò dobbiamo avere un buon weekend e segnare più punti rispetto agli altri.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

9 commenti
  1. AleMans

    1 Novembre 2012 at 20:36

    Mo va a finire quasi che aveva una carretta…

    Ha ragione che la McLaren con le gomme dure era veramente veloce, ma Vettel ormai doveva solo gestire il vantaggio accumulato come un razzo con le soft.

    Sulla posizione vulnerabile penso che tutto ormai dipenda da lui: la macchina c’é e se Vettel non fa errori il titolo é giá suo. Se aggiungiamo che questo é il tipo di pista perfetto per le RedBull, Vettel non ha motivo di preoccuparsi.

    Ma sappiamo benissimo ormai la sua strategia mediatica: ad ogni GP ingigantisce sempre l’impresa da compiere, quando sa benissimo che i problemi in generale sono pochi.
    Giovedí: “Sará un weekend difficile”
    Venerdí: “La qualifica sará difficile e serrata”
    Sabato: “É stata una qualifica fantastica ma in gara sará piú difficile”
    Domenica: “É un risultato incredibile!”

    Ma lo capisco, deve pur rispondere alle domande che gli fanno.

    Comunque complimenti a Vettel, perché a meno di clamorosi ritiri si puó dire che il titolo lo abbia giá vinto.

    • K20™

      1 Novembre 2012 at 21:56

      Anche l’anno scorso ricordo le stesse dichiarazioni alla vigilia dei gp e sappiamo bene che razza di monoposto fosse la RB per tutta la scorsa stagione.

    • Strige

      2 Novembre 2012 at 00:11

      concordo su tutto, l’unico neo è l’affidabilità della vettura con gli alternatori e i motori già usati. Secondo me, vettel teme solo quello.

      • mattia

        2 Novembre 2012 at 08:56

        Ormai le risposte di Seb (e anche di altri piloti) sembrano fatte col copia incolla…

        Concordo con te. Penso che alla Red Bull adotteranno vari accorgimenti SALVA-MECCANICA.
        Ad esempio:

        1) Nelle prove libere di oggi e domani abbasseranno il regime minimo di rotazione di intervento del limitatore;
        2) Diranno a Vettel di cambiare le marce IN GARA ad un regime di rotazione motore inferiore al normale;
        3) Utilizzeranno aperture più grandi per il raffreddamento dei radiatori;
        4) Limiteranno l’uso del KERS soltanto alle qualifiche e, SOLO SE NECESSARIO, in GARA
        5) Non prenderanno rischi eccessivi nel set up vettura (altezza minima da terra del fondo piatto)
        ecc…

    • vettelthebest moderato a dispetto del nick

      2 Novembre 2012 at 09:57

      Sul fatto che queste interviste sono plafonate sono d’accordo, ormai se rispondi qualcosa di diverso dal copione scatta la sanzione…

  2. Heathcliff

    1 Novembre 2012 at 21:32

    C’è mancato poco che dicesse che anche il volo è stato difficile.

  3. vettelthebest moderato a dispetto del nick

    2 Novembre 2012 at 09:53

    Ha ragione, tutti hanno esaurito i motori freschi e perciò è giustificata la sua prudenza.
    Penso che da adesso correranno su Alonso; la colpa in buona parte, è da attribuire a questo regolamento tecnico votato al risparmio (fittizio tra l’altro).

  4. anonima tifosa vettel

    2 Novembre 2012 at 10:34

    Trovo giusto satre calmi e non dare nulla per scontato.Abbiamo visto come possono cambiare in fretta i risultati,Alonso e’andato in vacanza con 49punti di vantaggio,2 gare andate male e il risultato si e’ ribaltato.Per il titolo costruttori speriamo bene,certo che vincerlo dove Vettel ha vinto il suo primo titolo…sarebbe fantastico. 😛 Forza forza Red Bull !!!

    • anonima tifosa vettel

      2 Novembre 2012 at 11:06

      Per l’untente che mi ha messo il pollice in giu’.Hai fatto bene,bisogna dire sempre la verita’..La ferrari e Alonso non erano in vantaggio,come dire un vantaggio meritato,ma solamente grazie ai ritiri degli altri.Quando tutto si e’ pareggiato,Alonso e’ tornato al suo posto. Va bene cosi? ps.sto’scherzando forse 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati