GP Spagna: nessuna penalità per Hamilton, Button, Webber e Alguersuari

GP Spagna: nessuna penalità per Hamilton, Button, Webber e Alguersuari

I piloti della McLaren, Lewis Hamilton e Jenson Button, oltre a Mark Webber (Red Bull Racing) e Jaime Alguersuari (Toro Rosso) sono stati graziati dai commissari di gara nonostante non abbiano rallentato in regime di bandiere gialle durante il GP Spagna di F1.

I quattro piloti erano sotto inchiesta in seguito al mancato rallentamento in occasione dell’incidente di Heikki Kovalainen.

Il boss della McLaren, Martin Whitmarsh, ha dichiarato che la FIA ha dato solo un’ammonizione ai piloti, lasciando quindi invariati i risultati della gara.

Al momento non c’è ancora una conferma ufficiale da parte della Federazione. Seguiranno aggiornamenti.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

39 commenti
  1. Gh

    22 Maggio 2011 at 18:39

    @strige si è vero lo buttò fuori deliberatamente ma quello che fece prost l’anno prima complice jm balestre fu una delle peggio porcate mai viste in f1, quindi ayrton aveva tutte le motivazioni per reagire in quel modo.

    @Mattia finalmente un commento intelligente, se avessero potuto scegliere stai tranquillo che lewis e jb avrebbero preferito una punizione piuttosto che un richiamo, classifica invariata e piena tranquillità per il prossimo gp. invece si troveranno con la spada di damocle pendente sulla testa.

  2. Gh

    22 Maggio 2011 at 18:41

    *state, non era riferito a mattia ovviamente 🙂

  3. Mirko86

    22 Maggio 2011 at 18:52

    @David
    Ma leggi i commenti che fai?
    Quando ci sono bandiere gialle DEVI rallentare,lo so pure io che corro con i simulatori…
    Cosa vuol dire ”Kovalainen era fuori pista quindi non era pericoloso”?!
    Bandiera gialla = pericolo = rallenti
    Non e’difficile da capire pure per te…

    Sulla penalita’e’inutile dilungarsi:le penalita’non vanno applicate solo se cambiano la classifica e,se non la cambiano,allora lasciamo correre…ennesima prova dell’inglesita’ della federazione…

  4. giacomo

    22 Maggio 2011 at 19:01

    “We were able to show that they were slower at that corner than we had been,” Whitmarsh told the BBC. “The data showed that they had been [slower] but I think the stewards still felt a reprimand was appropriate, but I think they took a sensible view.

    “Anyway, we move on now. We’ve got to make sure that we stay out of trouble, we do a good job, and it’s only a few days before we get to Monaco.”

    He added: “It was in a part of the circuit where they weren’t on throttle anyway. So that was the difficulty. Ordinarily you are having the debate and you can show a lift but when they are off throttle you can’t show a lift, can you?” Da Autosport.com
    evidentemente la cosa è stata ritenuta fondata; ma alcuni tifosi della squadra di montecocuzzolo parlano di “complotti” a loro danno e dimenticano i benefici avuti dai soliti noti in decenni di intrallazzi; quello che rimane è la figura terribile fatta dalle loro adorate macchinette …doppiate; allora per non pensare a ciò cercano di discutere di altro; se questo basta…

  5. Rezz

    22 Maggio 2011 at 19:02

    Quoto in pieno Fernando. C’è un regolamento? Allora va applicato, punto. E’ lo stesso discorso dell’alettone della Ferrari: è irregolare? Allora lo si vieta dal venerdì.

    P.S: se leggo qualcun altro che santifica Senna vomito, ma lo avete visto correre? Non era un dio… non più di Prost, Lauda o Fangio (se vogliamo citare un “signore”).

  6. Mauro

    22 Maggio 2011 at 19:11

    io invece sono stufo di queste cavolate nel post-gara… avevano visto benissimo che nn erano state rispettate le bandiere gialle, c era tutto il tempo per dare un drive-trough… ( il quale fa perdere molto meno tempo dei ridicoli 25 secondi da infliggere a fine corsa).
    le penalita vanno date in gara, non dopo.
    cmq, l ammonizione ci ha penalizzato, perchè come ricorda qualcuno ci va a punire per il prossimo gp (che non c entra niente con questo).

  7. Mauro

    22 Maggio 2011 at 19:20

    a cmq, hanno “penalizzato” perchè questi piloti hanno fatto il loro miglior tempo nel settore…ma una volta nn si andava a giudicare dalla telemetria??? come se il settore fosse fatto da una sola curva…mba..

  8. David

    22 Maggio 2011 at 19:23

    i ferraristi piangono sempre…
    poverini

  9. Polemiche Blog

    22 Maggio 2011 at 19:41

    Anche la FIA ormai è al totale sbando…
    Le puntate prima c’era Pirro che diceva che avrebbero applicato in maniera svizzera le regole, per non creare precendenti… PROPRIO !!

  10. Ely

    22 Maggio 2011 at 19:47

    che goduria vedere i ferraristi piangere per una presunta mancata penalizzazione di hamilton,,, , la gara si fa nel circuito , potete solo vincere a tavolino .dovete meditare sul doppiaggio , e stato cosi umiliante.

  11. lettore

    22 Maggio 2011 at 19:58

    mi spiace vedere un forum pieno di piangini esperti di simulatore… oggi cmq non è stata violata solo questa norma ma vi rode così tanto un giro che non ve ne siete manco accorti… per l’appunto esperti da simulatore convinti di poter fare le stesse cose anzi di essere migliori

  12. lettore

    22 Maggio 2011 at 20:00

    @ ely
    godi per altre cose non per tifosi che possono soltanto far pena perchè alla ricerca della penalità altrui

  13. PaoloF

    22 Maggio 2011 at 20:19

    Ci sono alcuni piloti che si possono penalizzare ed altri no, se ci fosse stato il solo Alguersari, 25″ secondi di penalità non glieli toglieva nessuno, questa f1 con regole così flessibili comincia proprio a stufare.

    david per te un centro di igiene mentale è sempre più necessario.

  14. Mirko86

    22 Maggio 2011 at 20:20

    @lettore
    E’inutile che fai il moralista…ce ne sono gia troppi…

  15. Baidon

    22 Maggio 2011 at 23:33

    Come prima cosa la F1 spero non diventi come il calcio cosa che dai commenti sembra.riflettimo e lo devo fare pure io.ci sono delle regole in tutti gli sport giochi stati ecc che vanno rispettate.se uno le viola va punito indipendentemente da chi sia a farle.se non si riceve una punizione vuol dire che non si è violato il codice sportivo.il punto è questo.se un pilota la prossima gara ha lo stesso comportamento di oggi allora non deve essere punito.se viene punito allora c’è una falla nel sistema.DA TIFOSO FERRARISTA DICO SOLO CHE IO ME LO PRENDO TUTTO IL GIRO MA X 18 GIRI FERNANDO ALONSO VI HA FATTO VEDERE COSA È IL TALENTO E COME SI BUTTA IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO E QUEST’ANNO TUTTI SONO D’ACCORDO CHE LA FERRARI FACCIA PENA e inoltre io stimo come pilota anche HAMILTON che ha grinta da vendere!

  16. Alessio

    22 Maggio 2011 at 23:55

    balle i piloti devono rallentare…ma quanto??chi + chi meno??
    non sarebbe meglio mettere un limitatore per regime di bandiere gialle come avviene in corsia box…..così tutti rallentano….alla stessa velocità!!!!

  17. Dekracap

    23 Maggio 2011 at 07:49

    Non penalizzare è assurdo, che seno ha l’ammonizioen per una regola che esite da 60 anni? non è una novità per la quale magare graziare i prima che sbagliano. le bandiere gialle le conoscono fin da quando correvano in kart questi ragazzi e la Ferrarim non piange affatto, visto che non ci quandagna manco mezzo punto la stà diventando irritante.
    Avete contato quante “ammonizioni” ha preso hamilton in carriera?
    Villeneuve a Suzuka ’97 in piena lotta per il titolo fu penalizzato con delle posizioni perse ij griglia per aver ignorato le gialle in prova, si schierò nella stessa posizione presentando appello e dopo averlo perso fu cancellato dalla gara… ma lui non stava nelle grazie della FIA….

  18. Mauro

    23 Maggio 2011 at 23:00

    ragazzi ma vi rendete conto che sono stati “ammoniti” per aver fatto il record nel settore?? cioè…neanche per la telemetria, cm se il secondo settore fosse costituito da una curva..mba…cmq, il signor vettel ha superato un doppiato nel tratto a bandiere gialle, e io nn ho visto nessuna ammonizione…

  19. LucaR

    24 Maggio 2011 at 10:28

    Cari ferraristi, avete preso paga in maniera umiliante e vi preoccupate della penalizzazione di Hamilton? Fate realmente pena: il fatto che non siano stati puniti certi piloti (e non il solo Hamilton) significa che probabilmente non c’erano i presupposti per una penalizzazione.

    Inoltre vorrei far notare che negli scorsi più volte si sono verificati simili episodi, in cui il pilota non veniva sanzionato. Basterebbe stare un po’ più attenti.

    Ora voi citate i regolamenti in segno di giustizia, ma quando li infrangevate (e lo avete fatto molte volte…) per vincere acclamavate IL GENIO ITALIANO capace di vincere e battere gli inglesi.

    INVECE DI PRENDERVELA CON HAMILTON O CON LA MCLAREN E CHISSà CHI, MEDITATE SUI VOSTRI PROBLEMI…ne avete bisogno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati