GP di Germania: Alonso, straordinaria pole sul bagnato, battute le Red Bull

Grandissima prestazione dello spagnolo in Q3 davanti a Vettel

Il ferrarista mette dietro il duo della Red Bull (ma con Webber che partirà ottavo). Male le McLaren e le Lotus, Massa partirà solo 14°
GP di Germania: Alonso, straordinaria pole sul bagnato, battute le Red Bull

E’ Fermando Alonso il poleman del GP di Germania. In condizioni miste, con la Q1 sull’asciutto e Q2 e Q3 sul bagnato, lo spagnolo della Ferrari è stato abilissimo a leggere le condizioni di una pista allagata al limite della praticabilità e ha messo dietro le due Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber.

Alonso ha girato il 1’40”621, precedendo di ben quattro decimi il tedesco campione del mondo e e di nove decimi l’australiano, che però domani verrà penalizzato di cinque posizioni e dunque partirà ottavo.
Quarta piazza (ma partirà terzo) per Michael Schumacher con la Mercedes, quinto posto (al via quarto) per l’ottimo Nico Hulkenberg con la Force India, poi Pastor Maldonado con la Williams e Jenson Button con la McLaren, le grande deluse della Q3. Lewis Hamilton infatti partirà alle spalle del compagno di squadra in settima posizione. Chiudono la Top 10 Paul Di Resta con la Force India e Kimi Raikkonen con la Lotus.

La Q1 inizia con l’avviso di pioggia imminente sulla pista della Foresta Nera: c’è frenesia ai box per mandare sul tracciato le vetture nel più breve tempo possibile. Tutti i big montano gomme medie, mentre grandi nuvole nere incombono da sud sul circuito. La pioggia dai radar è prevista per le 14,30 e si prevede una durata di 25 minuti. Il miglior tempo provvisorio è di Fernando Alonso in 1’16”705, davanti a Jenson Button e Nico Rosberg. Ma la McLaren ha un grande potenziale e Lewis Hamilton si porta in testa migliorando il tempo del ferrarista di quattro decimi. Button risponde ed è secondo, anche Alonso migliora ma è terzo e alle sue spalle si affaccia anche Felipe Massa. Kamui Kobayashi è velocissimo e con la Sauber si porta in seconda piazza, mentre anche Nico Rosberg sale in quarta posizione. Hamilton migliora ancora, scende a 1’16”221, a due decimi dal tempo di Alonso effettuato nella FP3. L’inglese si sente sicuro e a otto minuti dalla fine della Q1 scende dall’abitacolo della sua MP4/27, al pari di Button. Le Force India invece sono costrette a montare le Soft e Nico Hulkenberg sale al secondo posto, prima che Kimi Raikkonen (che monta ancora le medie) ottenga la testa. Il finlandese della Lotus vola, effettua un tempo strepitoso girando in 1’15”693 e obbliga i big a tornare in pista montando le Soft. Questa è la scelta obbligata per Mark Webber,a rischio eliminazione, ma anche Massa e Alonso scelgono le gomme più morbide. Solo Mercedes e Lotus mantengono le Medium, e perfino Vettel sceglie di montare le Soft. Sergio Perez sale al secondo posto, Alonso è quarto alle spalle di Rosberg, ma chi fatica moltissimo è Webber, che è 15° mentre la pioggia inizia a fare capolino sulle cameracar. Pure Michael Schumacher è in difficoltà e chiude 17° a 1” da Raikkonen, ma riesce a centrare la Q2 al pari di Romain Grosjean che gli finisce davanti. Vengono dunque eliminati Jean-Eric Vergne con la Toro Rosso, Heikki Kovalainen e Vitaly Petrov con la Caterham, Charles Pic e Timo Glock con la Marussia e infine le due HRT di Pedro De La Rosa e Narain Karthikeyan.

La Q2 inizia con lampi e tuoni, e la pioggia che inizia a scendere copiosa su Hockenheim. Ai box i meccanici montano le gomme intermedie, è corsa a cambiare l’assetto e il primo a scendere in pista è Jenson Button. La Ferrari è costretta a cambiare la sua strategia, e come tutti monta le Intermedie: il primo giro vede Schumacher prendere la testa davanti a Vettel e Alonso. Grandi difficoltà di guida per Massa, che ostacola il suo compagno di squadra e perde un giro, che risulterà fondamentale nella sua qualifica. Hamilton sale al primo posto e si migliora girando in 1’37”365, sette decimi meglio di Schumi. Massa è 12°, le Lotus sul bagnato sembrano in difficoltà con il 10° posto di Raikkonen e il 15° di Grosjean. Nico Rosberg prova a montare le gomme Full Wet, visto che la pista è inondata: al momento è 17°, mancano 5′ alla fine della Q2 e la scelta del tedesco è imitata da Schumacher, Massa, Maldonado e Hulkenberg. Ma la pioggia è battente e la pista è completamente allagata: non solo Rosberg non migliora, ma Alonso stesso dice che è pericoloso stare sul tracciato. A farne le spese è Felipe Massa, che non riesce a ridurre il suo svantaggio: il brasiliano viene eliminato e dunque domani partirà al 14° posto. prima di lui sono eliminati Daniel Ricciardo (ottimo 11° con la Toro Rosso) e le due Sauber di Sergio Perez e Kamui Kobayashi; dietro il ferrarista escono Romain Grosjean, Bruno Senna e Nico Rosberg. Ma poiché il francese della Lotus e il tedesco della Mercedes devono scontare cinque posizioni di penalità per aver sostituito il cambio, partiranno rispettivamente 20° e 22°. In Q3 si qualificano dunque Hamilton, Schumacher, Vettel, Alonso, Button, Maldonado, Webber, Hulkenberg, Di Resta e Webber.

La Q3 inizia con Alonso e Schumacher che si lamentano della troppa pioggia, ma non sembra che la direzione di gara intenda sospendere le Qualifiche. In effetti l’intensità è diminuita e le McLaren scendono immediatamente sul tracciato. Il cielo appare più chiaro, ma l’asfalto è ancora fradicio come dimostra Hulkenberg vittima di un testacoda alla Curva 12 causato dall’aquaplaning. Nessuna conseguenza per il tedesco, ma le gomme Full Wet sono obbligatorie e anche così i piloti sono costretti a continue correzioni. Il più veloce in queste condizioni è Sebastian Vettel, che precede di tre decimi Fernando Alonso vittima di un sovrasterzo, ma è il festival degli errori in pista con tutti e dieci i piloti alle prese con uscite e sbandate. Alonso va ai box e monta un nuovo set di Full Wet, mentre Hamilton ottiene la pole provvisoria girando in 1’44’186, polverizzato da Vettel e Schumi. Il tedesco ottiene uno strepitoso 1’42”342, due secondi meglio dell’inglese. Webber balza in testa ma Alonso con un giro capolavoro ottiene il miglior tempo in 1’40”904: la bandiera a scacchi è esposta, le Red Bull cercano disperatamente di contrastare la Rossa ma lo spagnolo è imbattibile e anzi riesce perfino a migliorarsi. Per lui è la seconda pole position consecutiva della stagione, la 22ma della carriera e la 207ma per la Ferrari: l’ennesima straordinaria prestazione dell’asturiano. Ma domani, con il sole previsto per la gara, sarà un’altra storia.

Lorena Bianchi

Ecco i tempi delle Qualifiche:

Pos Pilota Team Tempo Distacco
 1.  Fernando Alonso       Ferrari              1m40.621s
 2.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m41.026s  + 0.405
 3.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m41.496s  + 1.838
 4.  Michael Schumacher    Mercedes             1m42.459s  + 2.880
 5.  Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes 1m43.501s  + 3.329
 6.  Pastor Maldonado      Williams-Renault     1m43.950s  + 3.492
 7.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m44.113s  + 3.565
 8.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     1m44.186s  + 0.875
 9.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m44.889s  + 4.268
10.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault        1m45.811s  + 5.190
Q2 Tempo limite: 1m39.729s                               Gap **
11.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari   1m39.789s  + 2.424
12.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari       1m39.933s  + 2.568
13.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari       1m39.985s  + 2.620
14.  Felipe Massa          Ferrari              1m40.212s  + 2.847
15.  Romain Grosjean       Lotus-Renault        1m40.574s  + 3.209
16.  Bruno Senna           Williams-Renault     1m40.752s  + 3.387
17.  Nico Rosberg          Mercedes             1m41.551s  + 4.186
Q1 Tempo limite: 1m16.686s                                  Gap *
18.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari   1m16.741s  + 1.048
19.  Heikki Kovalainen     Caterham-Renault     1m17.620s  + 1.927
20.  Vitaly Petrov         Caterham-Renault     1m18.531s  + 2.838
21.  Charles Pic           Marussia-Cosworth    1m19.220s  + 3.527
22.  Timo Glock            Marussia-Cosworth    1m19.291s  + 3.598
23.  Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth         1m19.912s  + 4.219
24.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth         1m20.230s  + 4.537

107%: 1m20.991s
* Distacco dal migliore della Q1
** Distacco dal migliore della Q2

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

123 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati