Hamilton: “Era come guidare sul ghiaccio”

La McLaren è veloce sull'asciutto ma fatica sul bagnato: domani l'inglese partirà settimo

La vettura britannica soffre terribilmente la pioggia e i pneumatici vanificano il bel lavoro di sviluppo portato a Hockenheim
Hamilton: “Era come guidare sul ghiaccio”

Lewis Hamilton ammette le difficoltà della McLaren nella Q3 delle Qualifiche del Gp di Germania. L’inglese ha chiuso ottavo e domani, in virtù della penalizzazione di Mark Webber, partirà settimo in griglia.

Hamilton e il suo compagno di squadra Jenson Button sono stati i primi a scendere in pista nella manche finale a Hockenheim, ma la scelta è stata completamente sbagliata e alla fine la tattica di Fernando Alonso, che ha tentato il tempo alla fine della Q3, si è rivelata vincente. “Abbiamo fatto i nostri ultimi giri e poi la pista si è asciugata leggermente, consentendo tempi migliori”, ha spiegato il britannico. “Credo che gli altri ragazzi sono stati in grado di ottenere tempi più rapidi dopo di noi, ma il nostro problema era dato dai pneumatici, non riuscivamo a mandarli in temperatura”.

la McLaren se infatti ha dimostrato di andare molto bene sull’asciutto, col bagnato non riesce a mandare in temperatura le gomme, come se l’acqua impedisse al setup di ottenere il giusto grip. “La pista si stava asciugando e penso che avremmo ottenuto un piazzamento migliore se avessimo tentato un altro giro, ma era come guidare sul ghiaccio per noi. Alla fine partirò settimo e se non pioverà potremo fare una buona gara”, ha commentato il pilota della McLaren.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati