Formula 1 | Minardi: “Hamilton e Verstappen devono darsi una calmata”

"Ho l’impressione che si stia andando oltre alla semplice bagarre in pista", ha proseguito

Minardi sullo scontro tra Hamilton e Verstappen a Silverstone
Formula 1 | Minardi: “Hamilton e Verstappen devono darsi una calmata”

Tramite le colonne del proprio sito ufficiale, Giancarlo Minardi ha analizzato l’incidente tra Max Verstappen e Lewis Hamilton durante l’ultimo Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1, precisando come Michael Masi debba parlare con entrambi i piloti prima del prossimo round a Budapest.

Secondo il Manager faentino, l’incidente di domenica, vista la posta in palio, potrebbe sfociare in un duello abbastanza duro, aspetto che ovviamente comprometterebbe un mondiale fin qui entusiasmante e con una lotta al vertice della classifica che non si vedeva da parecchie stagioni.

“I primi chilometri a Silverstone sono stati molto duri, forse fin troppo con Verstappen che ha provato a difendere ad ogni costo la leadership con la conclusione di finire violentemente contro le barriere della Copse al primo giro, dopo un contatto con il diretto rivale”, ha affermato il Manager faentino. “Non me la sento di dare tutta la colpa ad Hamilton, ma poteva essere un incidente con gravi ripercussioni per Verstappen.

“Il cui corpo ha assorbito una decelerazione di oltre 50G”, ha aggiunto. “Al di la della penalizzazione dei 10” assegnata ad Hamilton ,credo che i commissari dovrebbero richiamare i due protagonisti. Ho l’impressione che si stia andando oltre alla semplice bagarre in pista”.

Sulla performance della Ferrari ha aggiunto: “Alle spalle del britannico si è piazzato un perfetto Leclerc, autore di un vero e proprio capolavoro con una Ferrari certamente inferiore a Mercedes e Red Bull. Con le mescole più dure non è stato così competitivo come Hamilton con la Mercedes, ma ha spremuto al massimo la sua vettura conquistando un risultato certamente inaspettato il giovedì mattina”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati