Formula 1 | GP Miami, Liberty Media non rinuncia all’idea di un secondo appuntamento negli USA

"Miami è sicuramente una città in cui vogliamo correre", ha dichiarato da Chloe Targett-Adams

Liberty Media fortemente interessata al progetto Miami
Formula 1 | GP Miami, Liberty Media non rinuncia all’idea di un secondo appuntamento negli USA

Nonostante la brusca frenata di qualche mese fa, Liberty Media sarebbe ancora interessante a un secondo appuntamento mondiale negli Stati Uniti. Secondo quanto dichiarato da Chloe Targett-Adams alle colonne di ESPN, infatti, Chase Carey avrebbe ancora per la testa l’idea di un round a Miami, così da estendere gli interessi della Formula 1 negli States.

Un’idea interessante, ma che non sta trovando i giusti sbocchi per via del muro alzato dalla commissione cittadina, la quale non intende imbastire un evento di questo tipo all’interno della città. Una situazione di stallo che, quasi certamente, rimarrà tale almeno fino al 2021.

“Stiamo valutando una visione a lungo termine”, ha affermato Targett-Adams. “Miami è sicuramente una città in cui vogliamo correre. E’ una città emozionante, elettrica e dinamica. Parliamo di una location ottima per il calendario di Formula 1. Miami è un progetto molto interessante e resta in una posizione da sogno per noi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Roberto

    Roberto

    9 luglio 2019 at 08:37

    L’imperialismo Yankee come al solito, non ha confini. Conquistata la massima formula automobilistica, non hanno saputo fare di meglio che trasformarla, piano piano in uno strampalato mondo fatto di puritanesimo e ipocrisia e ora non contenti, lo vorranno portare a diventare l’ennesimo campionato americano. Caro Bernie Ecclestone, proprio non potevi scegliere di meglio a chi vendere questa F1 ormai agonizante? Dovevi proprio venderla al più spietato dei carnefici?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati