Formula 1 | GP Canada, sfortuna e delusione per la Ferrari a Montreal

Vettel vede sfumare il primo successo di una stagione tormentata

Hamilton allunga nel mondiale, ma le polemiche post podio sono le vere protagoniste della giornata
Formula 1 | GP Canada, sfortuna e delusione per la Ferrari a Montreal

La Scuderia Ferrari ha ottenuto il secondo e il terzo posto nel cinquantesimo Gran Premio del Canada della storia della Formula 1 dopo che Sebastian Vettel è stato penalizzato di cinque secondi che lo hanno fatto scivolare dietro a Lewis Hamilton nonostante il tedesco avesse passato la linea del traguardo per primo. Sebastian è stato autore di una gara maiuscola dopo la pole position di ieri, riuscendo a tenersi dietro per tutta la gara il campione del mondo in carica. Charles Leclerc ha portato a casa il secondo podio della carriera salendo sul terzo gradino come in Bahrain.

Partenza. Al via Sebastian è stato in grado di mantenere la prima posizione su Hamilton, mentre Charles è riuscito ad affiancare il pilota inglese in curva 1, dovendosi però accodare per evitare una probabile collisione. Dal secondo giro è iniziata una battaglia serratissima tra la Ferrari del tedesco e la Mercedes del britannico che è durata fino alla bandiera a scacchi.

Pitstop. Al giro 26 Sebastian è rientrato per il proprio pit stop, passando dalla mescola media a quella più dura tornando in pista in terza posizione. Due giri dopo è stata la volta di Hamilton che è rientrato alle spalle di Charles e Sebastian, che a quel punto si è ritrovato al comando. La squadra con lui ha provato ad allungare lo stint per provare ad approfittare di una eventuale Safety Car, spesso presente a Montreal, che gli avrebbe permesso di recuperare i dieci secondi di distacco che aveva accumulato, rimettendolo in condizione di lottare per la vittoria. Al giro 33 anche Charles si è poi fermato per passare da gomme medie a dure ritrovandosi dietro a Max Verstappen che, essendo partito con mescola dura, aveva una strategia diversa. Leclerc ha avuto bisogno di una tornata per mandare in temperatura le gomme nuove e al 35° giro si è ripreso la terza posizione.

Momento chiave. L’episodio decisivo della gara è avvenuto al 48° giro quando Sebastian ha perso il controllo del posteriore della sua SF90 alla curva 3 rientrando in curva 4 dopo essere finito sull’erba ma mantenendo la prima posizione. I giudici di gara tuttavia hanno deciso che con quella manovra Sebastian aveva lasciato la pista, traendo vantaggio e portando fuori strada Hamilton e gli hanno inflitto una penalizzazione di cinque secondi da aggiungere al tempo di gara. Sebastian ha attraversato per primo il traguardo davanti a Hamilton e a Leclerc ma la penalità ha ribaltato l’ordine dei primi due piloti sul podio.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. atta4519

    10 Giugno 2019 at 09:32

    E giusto che fate appello visto i precedenti ,mostrate finalmente i coglioni , fatevi sentire che ci siete, questo non e altro che un furto belle buono, troppe cose che non vanno , giudici corrotti , gomme fatte a posta per la Mercedes , dalla Pirelli, indiscrezioni date in anticipo alla Mercedes sui nuovi regolamenti , e ora di battere i pugni e fare la voce grossa, questo e un furto verso la FERRARI e SEBASTIAN VETTEL.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati