Ferrari: Allison, “Abbiamo il nostro bel da fare per migliorare la vettura”

“La nostra competitività non è stata accettabile a Melbourne”

Ferrari: Allison, “Abbiamo il nostro bel da fare per migliorare la vettura”

Lo scenario profetizzato dai test invernali è stato confermato a Melbourne, durante il primo Gran Premio dell’anno. Era indubbio che tutte le squadre avrebbero affrontato le difficoltà del caso sul fronte dell’affidabilità, che continuerà a fare la differenza sui risultati per tutto il corso della stagione. Non di meno, con le prestazioni spolverate dalle monoposto all’Albert Park, sono stati evidenti i distacchi tra le relative forze in campo sui quali adesso ogni squadra avrà del lavoro da fare, chi per colmarli, come la Scuderia Ferrari, chi per mantenerli, come la Mercedes.

Per la Rossa, mentre l’affidabilità continua ad essere incoraggiante, seppur con margini di miglioramento necessari per garantire il funzionamento ottimale del nuovo, complesso power unit, il fattore prioritario al momento sarà nel riuscire ad incrementare l’efficienza della F14 T, come spiega a www.ferrari.com James Allison, Direttore Tecnico del Cavallino: “L’affidabilità mostrata dalla F14 T è motivo di soddisfazione, ma è chiaro che abbiamo il nostro bel da fare per migliorare la vettura se vogliamo competere ad armi pari con il team Mercedes. Vari aspetti della F14 T stanno funzionando molto bene: le partenze e la percorrenza in curva, soprattutto su quelle ad alta velocità, sono particolari punti di forza mentre abbiamo bisogno di lavorare ulteriormente sulla stabilità in frenata e la velocità sui rettilinei.”

A Maranello il lavoro procede in maniera incessante, è forse banale ripeterlo, per garantire in tempi brevi i miglioramenti di cui parla Allison, che continua: “Tutte le recenti stagioni in Formula 1 sono state caratterizzate da una lotta feroce agli sviluppi, da marzo fino a novembre. Con tutte le novità regolamentari del 2014, le opportunità per migliorare queste monoposto sono considerevoli e possiamo aspettarci una gara agli sviluppi tra le varie squadre ancora più intensa del normale.”

Dunque, dopo il Gran Premio d’Australia la lezione è imparata e c’è voglia di fare bene i compiti a casa: “La nostra competitività non è stata accettabile a Melbourne” – conclude Allison – “Ma abbiamo intenzione di combattere con ogni miglioramento che riusciremo ad introdurre per scalare i vertici della griglia”.

Ferrari: Allison, “Abbiamo il nostro bel da fare per migliorare la vettura”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

36 commenti
  1. lory

    17 marzo 2014 at 15:33

    Finalmente uno che parla chiaro!!!!

  2. Alberto

    17 marzo 2014 at 15:34

    Andra’ a finire cosi’, Allison team principal e quel xoglione di domenicana lo mandano in marussia.
    Che meraviglia, una ferrari senza + massachello e il prete.

  3. michele

    17 marzo 2014 at 15:48

    @Allison

    Anche quest’anno avete fatto un bel buco nell’acqua!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Se decido di andare la prima volta sulla Luna e devo scegliere chi mandarci

    e so che NON possono sbagliare io a chi mi affido??

    Dopo averli frullati, testati,
    robottizzati, decollati, etc..
    supercollaudati..

    Nella lista dei primi piloti ci sono:
    1. Neil Armstrong
    2. Jim Lovell
    3. Charles Conrad

    Nella lista dei secondi piloti:
    1. Buzz Aldrin
    2. Alan Bean
    3. Jack Swigert

    nella lista dei piloti della nave madre:
    1, Michael Collins
    2. Ken Mattingly
    3. Richard Gordon

    La Nasa ci mette, i primi di tutti e tre,
    voi non ci mettete nessuno dei nove.

    Chiaro il concetto?

    • michele

      17 marzo 2014 at 15:51

      Ah…dimenticavo il decollo..

      scusate.

      Senza quei tre super astronauti,
      ci sarebbero arrivati lo stesso?..sulla Luna?

      http://www.youtube.com/watch?v=xPXKdABiS9g

    • stefanoabbadia

      17 marzo 2014 at 16:39

      CHE TRISTEZZA…LEGGERE QUESTI GIUSTIZZIALISTI….POSO SOLO AGGIUNGERE A QUESTO UMORISMO UN PO DEL MIO:

      GIUDICARE DAL DIVANIO DI CASA L’OPERATO DI INGEGNERI E PERSONE COMPETENTI E DAVVERO FACILE MA DI BASSO SPESSORE

      DALL’ALTRA PARTE SENTIRSI (??) GIUDICATI DA PERSONE CHE DAL DIVANO COMEMNTANO ARGOMENTI DI CUI CONOSCONO VAGAMENTE LE IMMAGINI E NEMMENO DEL DETTAGLIO DI COSA SI PARLA BEH…POTREBBE ESSERE OFFENSIVO MA PROBABILMENTE E FORTUNATAMENTE QUESTE PERSONE SONO IMPEGNATE A LAVORARE E NON LEGGONO QUESTI BLOG…

      CONSIGLIO NOVELLA 2000 CI SONO TANTE FOTOGRAFIE E BELLE DONNE NUDE

      • maudibi

        17 marzo 2014 at 21:54

        Dal divano, però si può giudicare la grammatica italiana

  4. Oderico

    17 marzo 2014 at 16:00

    … E INVECE SARA’ COME ANNO SCORSO: SEMPRE 5° in pole e forse 3/4° al traguardo. Sarà un’altra stagione fotocopia dove Alonso battaglierà MA SEMPRE dietro i primi.

    Fosse per me caccierei tutti questi PARASSATI pagati fior di milioni per venire in Italia dall’inghilterra a levar lavoro a tanti giovani ingegneri italiani… tutti questi grandi asceti e grandi geni che poi ai fatti fanno macchine che si fanno passare dalla Toro rosso… PARASSITI e LADRI !

  5. mingo57

    17 marzo 2014 at 16:03

    Se la vettura si comporta bene nelle curve vuol dire che a livello telaistico ci siamo ed è l’aspetto più importante. La velocità che è data dalla potenza del motore e dall’aerodinamica si potranno più facilmente ricercare.

    • SergeyCT

      17 marzo 2014 at 16:28

      Scusate ragazzi ma la ferrari non aveva la velocità di punta maggiore alle altre?

  6. Radioattivo

    17 marzo 2014 at 16:41

    Putroppo la Ferrari ha TOPPATO ancora una volta la vettura. Parliamoci chiaro, tutti quei secondi non sono recuperabili…

  7. 1ferrari2

    17 marzo 2014 at 17:45

    Mamma mia ragazzi, immaginiamo che questa vettura è stata sviluppata più di due anni fà.
    ricordo che divisero il reparto sportivo per viluppare la macchina, poi dissero che la galleria del vento funzionava e i dati che ne derivavano erano coerenti con quelli in pista.
    ora mi domando: o la galleria del vento va ancora male, ma lo escludo, oppure gli aereodinamici non si sono resi conto di quanto carico servisse alla vettura e non hanno nemmeno l’idea visto che sono ritenuti soddisfatti del carico ottenuto e durante i test non hanno portato nessuna modifica alla vettura, presentandola in gara praticamente invariata.
    in una parola incompetenti

  8. reaper

    17 marzo 2014 at 18:16

    nei test erano nettamente i più veloci in rettilineo e due settimane dopo gli manca la velocità?

    • 1ferrari2

      17 marzo 2014 at 19:01

      ciao ti volevo dire che io non mi preoccupo della velocità di punta in quanto hanno avuto problemi di natura elettrica.
      quello che mi preoccupa di più invece è l’ aspetto dell’aereodimnamica e del telaio, il nostro vero problema da anni.

  9. cpJack

    17 marzo 2014 at 18:27

    se non era per la safety car erano 50 e non 30 , bho speriamo che recuperano subito perche alla prossima gara potrebbero trovarsi davanti anche la williams

  10. Bubu

    17 marzo 2014 at 19:15

    Traduco quanto detto: LA FERRARI FA CAGARE! Chiuso il discorso. Tra piloti e ingegneri, apriti cielo, c’è da suicidarsi.

  11. Marcoct212v

    17 marzo 2014 at 19:16

    La Ferrari è più indietro di quanto si pensasse. Speriamo recuperi perché la Mercedes di ieri rischia di chiudere i giochi molto presto.

  12. Go-Ice

    17 marzo 2014 at 19:28

    Se non si svegliano come safety car metteranno una Fiat Duna 1.3 riciclata in qualche parco rottami perchè se no non riescono a stargli dietro!!

  13. brumbrum

    17 marzo 2014 at 19:31

    siamo realistici, non vedo alcuna possibilità di recupero! spero di sbagliarmi naturalmente però ci sono alcune considerazioni: primo la prestazione della vettura è almeno un secondo al giro più lenta della mercedes. secondo sono ormai anni che la ferrari tra i top team è quella che durante la stagione riesce a sviluppare meno, basti pensare al buon inizio del passato mondiale. terzo la rossa non ha portato praticamente nessun aggiornamento tra gli ultimi test in bahrain e la prima gara mentre gli altri team ne hanno portate parecchie. insomma se il buon giorno si vede dal mattino……. qui diluvia!

  14. seldon

    17 marzo 2014 at 19:32

    …per una volta, almeno questa volta, mi piacerebbe che a due terzi di stagione, magari indietro in classifica e nelle prestazioni come si presagisce, non si abbandonasse lo sviluppo dell’attuale per concentrarsi sulla macchina dell’anno seguente per poi scoprire che chi aveva sviluppato fino alla fine non solo ti ha superato in classifica ma ha fatto una macchina migliore della tua l’anno successivo! Inoltre ho vissuto la fine del campionato nella consapevolezza dell’inevitabile…ecccheCa……o!

  15. Flapanteriore1978

    17 marzo 2014 at 19:39

    Vedere una Ferrari cosi’ per l’ennesima volta mi dispiace tantissimo.
    Urge una svolta a livello organizzativo mi domando quanti anni ci vorranno ancora per capire che il team principal Stefano Domenicali non è adatto a ricoprire quel ruolo !!
    Incredibile speriamo che il presidente si renda conto che nonostante l’affetto e il buon rapporto umano con Domenicali deve prendere la giusta decisione di allontanarlo e distinarlo ad altro ruolo inevitabile altrimenti non si vincerà mai niente.

  16. Maxfunkel

    17 marzo 2014 at 20:42

    eddai…. adesso mi pare siate tutti esagerati…giudicare così una stagione da un GP…vi ricordate lo scorso anno? ecco… pensateci.

  17. luciano

    17 marzo 2014 at 21:10

    la ferrari perdeva in accelerazione, segno chge mancava potenza..per finire la gara avranno preso delle precauzioni, senza contare i problemi eletrici di alonso… all inizio lì’ importante è finire la gara anche se hai dei problemi, infatti tutti gli altri che hanno avuto anche un minimo problema si sono ritirati..

  18. Raphael

    17 marzo 2014 at 21:54

    Insomma, prima gara e già si alza bandiera bianca.
    Leggere Allison, specialmente tra le righe, è disarmante, mi dispiace che la scuderia Ferrari abbia fatto questa brutta fine.

  19. maddalena

    17 marzo 2014 at 22:58

    Allison e’ una persona in gamba. In Ferrari lavora con Tombazis, non proprio il top, con Fry non proprio il top. E dalla Ferrari hanno mandato via Costa che ora e’ in Mercedes. Sulla Luna questi non ci possono arrivare.

  20. ferrarista1984

    17 marzo 2014 at 23:01

    Ma queste frasi non le avevamo già sentite nel 2013?sbaglio o son le stesse del 2012?la williams con la metà del budget è riuscita a fare meglio!!!
    il resto sono solo PAROLE PAROLE…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati