F1 | Villeneuve: “Leclerc è pronto per la Ferrari, ma era meglio confermare Raikkonen per il 2019”

"La Ferrari non è pronta per questa situazione. Vettel ha bisogno di sentire il calore del team e dei tifosi", ha detto il campione del mondo 1997

F1 | Villeneuve: “Leclerc è pronto per la Ferrari, ma era meglio confermare Raikkonen per il 2019”

Per Jacques Villeneuve l’arrivo di Charles Leclerc in Ferrari ha scombussolato gli equilibri interni della scuderia del Cavallino.

Infatti, per il campione del mondo 1997, il monegasco che ha mostrato prontamente le sue qualità al volante della SF90 avrebbe messo in difficoltà non solo il team ma anche il compagno di squadra Sebastian Vettel. Ragion per cui il Cavallino avrebbe fatto bene a confermare per un’altra stagione Kimi Raikkonen, passato invece all’Alfa Romeo Racing.

Leclerc è veloce ed ha dimostrato di essere pronto. È la Ferrari che non è pronta per questo tipo di situazione. Come team avrebbero dovuto ricordare il passato di Vettel in Red Bull con Ricciardo. Seb ha bisogno di sapere di sentire il calore della squadra e dei tifosi”, ha sottolineato Villeneuve.

Il campione del mondo 1997 ha poi aggiunto:  “Visto che Leclerc era già bloccato, avrebbero potuto proporgli un contratto per il 2020 e il 2021 e mantenere Kimi per un solo anno. Nessuno sta mettendo in dubbio Leclerc, ma come ha agito la Ferrari. Basti guardare come la Mercedes. Se avessero messo Ocon, il ragazzo poteva anche bruciarsi. Con Bottas invece c’è rispetto e anche se entrambi i piloti hanno ottenuto due vittorie a testa, Hamilton non è arrabbiato per questo”.

Piero Ladisa


F1 | Villeneuve: “Leclerc è pronto per la Ferrari, ma era meglio confermare Raikkonen per il 2019”
4.3 (85%) 4 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

2 commenti
  1. Luigi176

    2 maggio 2019 at 21:31

    Fondamentalmente sono d’accordo con Villeneuve. Senza contare il fatto che Kimi è molto bravo a dare indicazioni per lo sviluppo della vettura.

    • iceman82

      3 maggio 2019 at 13:15

      Se lasciato libero, Kimi è un top driver. Lo scorso anno, da monza in poi, non ci sono più stati ordini di scuderia e Kimi ha ottenuto più punti di Vettel.

      Kimi sta dimostrando di essere ancora un grande pilota. Il numero uno. Anche più di Hamilton.

      Già…perché a qualcuno sta sfuggendo un “particolare”: bottas potrebbe sfilargli il titolo. E’ mai accaduto ad uno Schumacher o ad un Senna che per due volte, un secondo pilota, riuscisse a sfilare alla prima guida un mondiale, nella stessa squadra? Credo di no.

      Purtroppo l’incidenza delle vetture fa la differenza tra i top team.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati