F1 | Verstappen sulla richiesta di revisione da parte della Mercedes: “Non mi aspetto nessuna penalità”

"Sappiamo cosa possiamo o non possiamo fare in macchina", ha ammesso l'olandese

F1 | Verstappen sulla richiesta di revisione da parte della Mercedes: “Non mi aspetto nessuna penalità”

La difesa di Max Verstappen ai danni di Lewis Hamilton vista nel GP di San Paolo è senza ombra di dubbio il piano principale che sta accompagnando il prossimo weekend di gara che si aprirà domani in Qatar. La Mercedes infatti ha chiesto, mediante un comunicato ufficiale, la revisione di giudizio sull’azione del pilota Red Bull che in Brasile la direzione di gara non ha messo neanche sotto investigazione. Interpellato sull’argomento, Verstappen ha esternato tranquillità ed è convinto che non riceverà nessuna sanzione retroattiva.

Ricordiamo che quest’oggi Mercedes è stata convocata dai commissari per la Right of Review. L’obiettivo della scuderia della Stella è chiaramente quello di far ottenere una penalità a Verstappen, permettendo così ad Hamilton di accorciare il gap nel Mondiale piloti dall’olandese della Red Bull che attualmente è di 14 punti.

Non avevo bisogno di guardare il filmato perché stavo guidando la macchina, quindi so esattamente cosa è successo – ha dichiarato Verstappen, citato da Formula1.com, nella press conference del giovedì di Losail – Come ho detto l’ultima volta, ho pensato che fosse una grande battaglia e mi sono anche divertito. Alla fine hanno vinto la gara, abbastanza meritatamente. Erano più veloci di noi. Come pilota so cosapossiamo o non possiamo fare in una macchina. Stavamo lottando duramente, frenando tardi in curva, le gomme erano piuttosto usurate. Se avessi sterzato più bruscamente a sinistra, saresti uscito di pista”.

Verstappen ha poi aggiunto: “Non mi aspetto una penalità, perché è una battaglia tra piloti che si stanno giocando il campionato. Non sarebbe stato comunque un sorpasso facile”.

5/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati