F1 | Vergne si racconta: “In Red Bull dovevo comportarmi come dicevano loro, ero un triste robot”

"Dopo la Formula 1 ci sono voluti due anni per riprendermi, anche economicamente", ha aggiunto

F1 | Vergne si racconta: “In Red Bull dovevo comportarmi come dicevano loro, ero un triste robot”

Jean-Eric Vergne, pilota francese che si è rifatto una vita in Formula E, vincendo per due volte il mondiale dopo l’esperienza conclusa in Formula 1 nel 2014, è tornato a parlare dopo essere stato chiamato in causa nel corso della settimana da Helmut Marko, scopritore di talenti della Red Bull, che ha chiuso tutte le porte su un eventuale ritorno dell’ex Toro Rosso nella massima competizione motoristica a quattro ruote del mondo. Interpellato da L’Equipe, Vergne ha voluto raccontare un po’ la sua esperienza nei tre anni passati nella scuderia di Faenza di proprietà di Mateschitz.

“Mi hanno sempre detto “Mangia questo, dormi adesso, fai così, allenati, rispondi così, sorridi, non scherzare” – ha raccontato Vergne. Ero come un robot, quando salivo in macchina non ero felice, non ero me stesso. Io voglio divertirmi, e mi piace quello che faccio, quindi perché dovrei comportarmi diversamente se non è ciò che voglio? Sono comunque orgoglioso di essere arrivato in Formula 1. All’epoca, pensavo di essere il re, di poter gestire tutti, ma la gente pensava che fossi troppo pieno di negatività, perché non sorrido mai, ed effettivamente era così, mi ci è voluto un po’ per capire che bisogna sorridere. Durante la pausa estiva del 2014 mi hanno detto che non avrei più fatto parte del programma Red Bull, ero con la mia famiglia, è stata come una bomba, perché tutti i miei sogni sono stati infranti. Avevo finito anche i soldi, ero stupido, non ne avevo fatto tanti in quel periodo. La gente pensa che la Formula 1 sia piena di soldi, mi sono considerato milionario, e ho speso tutto molto velocemente. Mi ci sono voluti due anni per riprendermi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati