F1 | Sainz: “Pressione in Ferrari? Riflettori su di me già dall’annuncio”

"La prima volta che Ferrari si è messa in contatto con me non ci volevo credere", ha proseguito lo spagnolo

Sainz ha raccontato alcuni retroscena della trattativa con la Ferrari
F1 | Sainz: “Pressione in Ferrari? Riflettori su di me già dall’annuncio”

In una chiacchierata concessa ai microfoni del quotidiano AS, Carlos Sainz ha raccontato alcuni retroscena legati alla trattativa con la Ferrari, evidenziando come la pressione sulle sue spalle si sia alzata già a partire all’annuncio ufficiale dello scorso maggio.

Secondo lo spagnolo, il Cavallino è un modo di intendere la Formula 1 che richiede il 110% dell’attenzione, aspetto che lo sta spingendo a lavorare al massimo delle proprie possibilità in vista della stagione che si aprirà il prossimo 28 marzo al Sakhir International Circuit di Manama.

“La prima volta che Ferrari si è messa in contatto con me non ci volevo credere”, ha dichiarato lo spagnolo. “Continuavo a pensare che stessero parlando con tutti i piloti della griglia e non davo peso a questo possibile possibile opzione per il 2021. Poi, durante il lockdown, mi sono ritrovato a pensare solamente a quello e man mano mi sono mostrato sempre più interessato alla cosa”.

“Di colpo le cose sono diventare molto veloci, quasi travolgenti, fino all’annuncio ufficiale della scorsa primavera. Da quel momento ho capito che tutti i riflettori del paddock sarebbero stati puntati su di me”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Ferrari

F1 | Ferrari, Sainz e l’emozione della prima volta

Il neo alfiere del Cavallino ha chiuso una giornata indimenticabile, quella dell'esordio alla guida di una Rossa
“L’emozione non ha voce”. Così cantava Adriano Celentano in una delle sue più belle canzoni d’amore. E chissà se anche