F1 | Red Bull, Verstappen: “Imola è un’aggiunta molto interessante nel calendario”

"Serve il giusto compromesso tra velocità sul dritto e agilità in curva", ha detto Max

F1 | Red Bull, Verstappen: “Imola è un’aggiunta molto interessante nel calendario”

Max Verstappen ha ottenuto l’ennesimo podio della stagione alle spalle delle Mercedes. Il pilota della Red Bull a Portimao è riuscito a ottenere per la quarantesima volta in carriera un piazzamento in top 3, e a 23 anni è sicuramente un traguardo molto interessante. L’olandese però ha ambizioni di vittoria, non l’ha mai nascosto e ci mancherebbe che non le avesse, ma al momento non può fare molto di più contro una corazzata come il binomio Hamilton-Mercedes. Adesso si va ad Imola, nuovamente in calendario dopo 14 anni di assenza.

“Non sarà facile mettere a punto la vettura avendo a disposizione solo una sessione di prove libere, e questo potrebbe rendere il weekend interessante, soprattutto per gli ingegneri – ha detto Verstappen. Non credo che la pista in senso antiorario possa essere un problema, pur non essendocene molte in calendario, ma questa è piuttosto stretta e ci sono parecchi cordoli da prendere. Sarà importante trovare un buon compromesso tra la velocità massima e l’agilità necessaria per affrontare le curve andando bene sui cordoli”.

“Non vedo l’ora di correre a Imola con una macchina di Formula 1 – ha continuato Max. L’ultima volta qui è stata nel 2006 e penso che il circuito sia cambiato un po’ da allora. Ho corso su questa pista in Formula 3, mi sono divertito molto, specialmente in gara, ci sono delle possibilità per effettuare sorpassi. Chiaramente le vetture di Formula 1 sono più difficili da inseguire rispetto a quelle di F3, quindi avere la meglio non sarà facile, ma dovremo essere pazienti e vedere come riuscire a sorpassare gli avversari. Se dovessimo riuscire a qualificarci bene non avremo bisogno di lottare troppo con i piloti davanti. Nel complesso credo che sia un’aggiunta davvero interessante nel calendario delle gare di quest’anno”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati