F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Pensavo che Lando mi avrebbe ridato la posizione”

Errore di valutazione per il messicano, che compromette le sue chance per il podio e termina in quarta posizione

F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Pensavo che Lando mi avrebbe ridato la posizione”

Sergio Perez non si schioda dalla quarta posizione. Nonostante questo, la gara del pilota messicano è stata abbastanza movimentata: al via, Carlos Sainz gli prende la posizione, avvantaggiato dalla mescola soft, ma alterne del regime di Safety Car lo spagnolo perde il suo vantaggio, scivolando nelle retrovie. E’ Lando Norris, invece, a minare la gara di Perez, con un bellissimo sorpasso all’esterno di curva undici, a cui il messicano, però, non reagisce. Il pilota della Red Bull perde troppo tempo dietro Norris, compromettendo la sua gara. E’ allora che il muretto decide di tenerlo fuori per bloccare le Mercedes: Perez resta leader della corsa fino al cinquantunesimo giro, quando rientra ai box e monta gomma soft.

E’ stata una gara caotica per me! Lando è riuscito a sorpassarmi in curva quattro, ma credevo avesse tutte e quattro le ruote fuori dalla pista, ecco perché non mi sono difeso, pensavo che mi avrebbe ridato la posizione per via dei track limits, ma non è accaduto – ha spiegato Perez, che fa mea culpa – è stato un errore di valutazione da parte mie e restrettosi bloccati dietro la sua McLaren ci ha fatto perdere un sacco di tempo. Quando mi sono rimesso davanti a lui avevo un buon ritmo, ma ormai il danno era fatto. Abbiamo tentato per una strategia particolare, siamo rimasti fuori sperando in una Safety Car, ma non ha funzionato e il quarto posto era il massimo a cui poter ambire. Stiamo decisamente facendo progressi con la vettura e il passo gara, ad ogni chilometro continuo a comprenderla di più.Ovviamente ci sono ancora aree in cui devo migliorarmi, ma è un processo in divenire e continueremo a lavorare sodo per la prossima gara a Barcellona. Siamo stati molto vicini alle Mercedes per tutto il weekend e credo che sarà così per l’intera stagione. Alcuni weekend saranno loro i più veloci, in altri lo saremo noi, dobbiamo quindi essere sicuri ti tenere la testa bassa e lavorare sodo“.

 

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati