F1 | Ferrari, Mattia Binotto: “Non è ciò che ci aspettavamo”

La Ferrari lascia Portimao con gli otto punti conquistati da Charles Leclerc; Sainz è undicesimo

F1 | Ferrari, Mattia Binotto: “Non è ciò che ci aspettavamo”

Weekend totalmente deludente per la Ferrari, che dopo l’exploit in qualifica di Carlos Sainz, torna a casa solo con un sesto posto ad opera, però, di Charles Leclerc. Il monegasco non ha avuto una gara facile, ma è riuscito a risalire dalla ottava alla sesta posizione; il suo stint iniziale su mescola media non è stato facile per via del graining, e il muretto opta per la mescola più dura per la seconda parte di gara. Discorso differente per quanto riguarda Carlos Sainz. Lo spagnolo scatta con le soft dalla quinta posizione e riesce a sorpassare Checo Perez con un buona partenza; al restart della Safety Car causata da Kimi Raikkonen, lo spagnolo perde tutto il vantaggio guadagnato, scivolando nelle retrovie. Nel tentativo di sorpassare l’ex compagno di squadra Lando Norris, Sainz opta per l’under-cut per montare gomma gialla. Purtroppo nemmeno Sainz è riuscito a far funzionare le gomme e lo spagnolo perde anche l’unico punto a pochi giri dalla fine, sorpassato da Pierre Gasly.

Il risultato di oggi non è stato quello che ci aspettavamo – ha detto il team principal Mattia Binotto – non siamo stati capaci di concretizzare in gara il potenziale che avevamo visto nelle qualifiche e questo ci è costato dei punti importanti nella classifica Costruttori. Charles ha fatto una gara molto solida, recuperando oggi parte del terreno perduto ieri. Carlos ha avuto una corsa difficile, soprattutto nella seconda parte. Fra pochi giorni torneremo in pista in Spagna: su una pista molto probante come il Circuit de Barcelona-Catalunya vogliamo arrivare preparati in ogni dettaglio per dimostrare il nostro potenziale per tutto il weekend“.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati