F1 | Polemica FIA, Damiani si schiera dalla parte dei commissari: “Agiscono secondo buona fede e competenza”

"Ferrari troverà la strada verso la vittoria", ha aggiunto il Presidente dell'ACI

Damiani ha espresso una valutazioni sui casi riguardanti la Ferrari, sottolineando come i commissari agiscano in totale autonomia
F1 | Polemica FIA, Damiani si schiera dalla parte dei commissari: “Agiscono secondo buona fede e competenza”

Intervistato sulle recenti polemiche tra la Ferrari e la FIA, Angelo Sticchi Damiani si è voluto schierare dalla parte dei commissari di gara, sottolineando come questi agiscano in totale autonomia e secondo buona fede e competenza.

Nonostante la decisione presa in Canada nei confronti di Sebastian Vettel e il via libera concesso a Max Verstappen in Austria, il Presidente dell’ACI ha voluto sottolineare il grandissimo lavoro che svolgono gli commissari ogni fine settimana, evidenziando come certe decisioni siano più complicate rispetto ad altre.

Sulle prestazioni della Ferrari, invece, Damiani ha sottolineando come la Rossa stia svolgendo un buon lavoro, aspetto confermato dalle buone prestazioni messe in mostra nelle ultime settimane. Per la prima vittoria in campionato, quindi, è solamente una questione di tempo.

“I giudici operano in assoluta autonomia, secondo buona fede e competenza”, ha affermato Angelo Sticchi Damiani. “Allo stesso modo, però, come d’altronde tutti a questo mondo, possono commettere degli errori. A volte ci sono situazioni complesse dove la decisione finale si rivela più difficile del solito”.

Sulla delusione dei tifosi Ferrari ha aggiunto: “Naturalmente ci sono momenti di grande sofferenza, visto che molti tifosi speravano in una vittoria con Vettel in Canada e una con Leclerc in Austria. Questa volta è capitato alla Rossa, ma nulla vieta che potrà accadere la stessa cosa a Mercedes o Red Bull. Sono certo che Ferrari troverà la strada verso la vittoria”.

F1 | Polemica FIA, Damiani si schiera dalla parte dei commissari: “Agiscono secondo buona fede e competenza”
3 (60%) 4 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. cevola

    5 luglio 2019 at 11:32

    Va bene che siete in trattativa per il rinnovo di Monza, ma leccare i pedi (per non dire altro) alla FIA è sempre stomachevole…

  2. Luigi176

    5 luglio 2019 at 22:00

    Ancora con questa “buona fede e competenza”. Ma se nelle ultime 3 gare, sulla base dello stesso regolamento, con episodi tra loro molto simili, si sono prese decisioni addirittura opposte, pare evidente vi sia qualcosa che non va. Non è un problema solo di Ferrari, ma di credibilità della F1.

  3. Raphael

    6 luglio 2019 at 10:40

    Si danno notizie fuorvianti, i commissari che siano in buona fede non è in discussione e non è il problema principale, è il regolamento a fare pena, io valuto che i commissari non riescono a mantenere uniformità di giudizio perché si trovano in difficoltà nel punire un pilota che gareggia in quanto obbligati da un regolamento concepito per bimbi di ogni età che saltano sul divano a ogni sorpasso e a ogni urlo esaltato dei commentatori da circo.

  4. Raphael

    6 luglio 2019 at 10:43

    Ferrari troverà la strada per la vittoria perché quando gli ascolti crolleranno sistemeranno tutto con una o due vittorie della Ferrari con gentile concessione Mercedes (vedi ultimo GP “soffiato” alla Ferrari da RB-Honda)

  5. Zac

    7 luglio 2019 at 07:23

    Ferrari caput mundi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati