F1 | Sticchi Damiani sul GP d’Italia: “Ottimisti per settembre”

"Penso che Monza possa svolgersi in una condizione di normalità", ha proseguito il Presidente dell'ACI

Sticchi Damiani ha tranquillizzato gli appassionati italiani sul GP a Monza
F1 | Sticchi Damiani sul GP d’Italia: “Ottimisti per settembre”

Intervistato dall’agenza di stampa Italpress, Angelo Sticchi Damiani ha parlato dell’organizzazione del prossimo Gran Premio d’Italia, sottolineando come la tappa di Monza, almeno per il momento, non stia correndo alcun rischio legato alla diffusione del Coronavirus.

Secondo quanto dichiarato dal Presidente dell’Automobile Club Italia, la gara è piazzata in un periodo che sulla carta dovrebbe essere “relativamente” tranquillo, aspetto che potrebbe salvaguardare l’appuntamento sullo storico tracciato brianzolo.

“Penso e spero che la gara di Monza venga affrontata in un periodo abbastanza sicuro”, ha affermato il Presidente dell’Automobile Club d’Italia. “Si pensa di ripartire con il GP dell’Azerbajian a Baku (l’intervista è avvenuta prima dello spostamento dell’evento.ndr), la prima settimana di giugno. Poi ci dovrebbero essere le altre gare nello stesso mese. Poi quelle di luglio, mentre ad agosto si dovrebbero recuperare alcune gare della cinque rinviate. Infine Belgio e Monza, con quest’ultima posizionata nella prima metà di settembre”.

“La gara è attualmente collocata in un periodo abbastanza tranquillo, tra virgolette, ed è meno a rischio recupero”, ha aggiunto. “Recuperare un GP non è semplice perché bisogna considerare la disponibilità dei team, una nuova data e tutta la logistica. Immagino che il pubblico si precipiterà a vedere i Gran Premi, anche se oggi acquisterei un biglietto per le gare a partire da settembre. Eviterei quelle previste per giugno, luglio ed eventualmente agosto”.

“C’è molto ottimismo”, ha proseguito. “Pensiamo che Monza possa svolgersi con normalità e che anzi si possa avere una maggiore presenza di pubblico. Ci sarò gente in astinenza che non vorrà guardare il GP semplicemente dalla TV. Vorrà entrare nel circuito, nel paddock. Per la gente che vuole esserci e vivere tutto dal vivo, sentendo il rombo dei motori, penso che Monza possa essere un obiettivo abbastanza raggiungibile”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati