F1 | Pagelle GP Belgio: Ferrari imbarazzante, Ricciardo di nuovo al top

Vettel e Leclerc in balia di una vettura scandalosa, male Stroll e Giovinazzi

F1 | Pagelle GP Belgio: Ferrari imbarazzante, Ricciardo di nuovo al top

Lewis Hamilton, voto 10 – Parte, corre, vince. Imprendibile.

Valtteri Bottas, 9 – Parte, corre, arriva secondo. Normale amministrazione.

Max Verstappen, 9 – Parte, corre, vede le Mercedes col binocolo. Non può fare di più.

Daniel Ricciardo, 9.5 – Gara e weekend super dell’australiano e della Renault. Su piste con lunghi rettilinei, la RS20 fa la differenza un po’ come la macchina dell’anno scorso (vedi Monza). L’ex Red Bull ci mette anche del suo, stampando il giro veloce della gara sulla bandiera a scacchi. Con un po’ di fortuna in più, avrebbe anche potuto ambire al podio, ma può certamente ritenersi soddisfatto. E adesso, con il Gran Premio d’Italia alle porte, ci sono tutti i presupposti per replicare quantomeno questa prestazione, e chissà…

Esteban Ocon, 8.5 – Si perde un po’ dopo il primo pit-stop, ma è bravissimo a riprendersi successivamente tanto da recuperare la posizione su Albon nel finale. Per il resto, valgono le considerazioni fatte per il compagno di squadra.

Alexander Albon, 6 di incoraggiamento– Sfigato, perché montare le medie obiettivamente è stato un azzardo che non ha pagato. Avrebbe anche potuto fare di più all’inizio invece di farsi superare da Ocon in partenza, ma è chiaro che la sosta lo abbia oltremodo penalizzato nonostante il grande lavoro dei meccanici Red Bull in grado di metterlo davanti al francese nel marasma dei box durante la Safety Car.

Lando Norris, 7.5 – Dopo una qualifica non proprio esaltante, è bravissimo a riprendersi in gara scavalcando entrambe le Racing Point. Si è preso una bella rivincita quando contavano i punti.

Pierre Gasly, 8 – Prima fase di gara con le hard assolutamente entusiasmante per il francese, che quest’anno si sta togliendo diverse soddisfazioni. Dopo la sosta scende un po’ nelle retrovie, ma rimonta fino all’ottavo posto. Non a caso votato “Driver of the day” dal pubblico mondiale, che ne apprezza le gesta gara dopo gara.

Lance Stroll, 5.5 – Weekend non proprio positivo. Finisce davanti al compagno di squadra per una scelta strategica discutibile.

Sergio Perez, 6.5 – Lasciato in pista con le soft dopo la Safety Car, riesce a rimontare dall’ultima posizione fino alla zona punti. Autore di bei sorpassi, ha certamente molto da recriminare.

Daniil Kvyat, 5.5 – Fa sempre peggio del compagno di squadra, peccato.

Kimi Raikkonen, 6.5 – Con il mezzo che si ritrova, riesce sempre a fare la differenza a Spa.

Sebastian Vettel & Charles Leclerc, 10 – Più di così, questi poveri ragazzi, non possono fare.

Scuderia Ferrari, 0 – E’ un disastro, è imbarazzante che la Ferrari sia arrivata a questo punto, uno dei più bassi della storia del Cavallino. Ed è incredibile che tutto vada avanti come se niente fosse. In altre situazioni, sarebbe già successo un pandemonio. Se non è crisi questa, caro Mattia…

GLI ALTRI: Grosjean, 5Latifi, 5 Magnussen, 4Giovinazzi, 3Russell, 5 (devi partire meglio, ragazzo) – Sainz, S.V.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati