F1 | Mercedes, Wolff: “Siamo implacabili, continueremo a spingere”

"Prestazione impeccabile da parte di Lewis", ha detto Toto

F1 | Mercedes, Wolff: “Siamo implacabili, continueremo a spingere”

Ottava vittoria consecutiva in altrettante gare da inizio campionato a oggi per la Mercedes, che a Le Castellet ha ottenuto la sesta doppietta della stagione con Hamilton davanti a Bottas. Un’altra straordinaria prova di forza del team anglo/tedesco, senza rivali in Francia, e con il pilota britannico sempre più proiettato verso il sesto titolo mondiale e il record assoluto di vittorie in Formula 1 appartenente al grande Michael Schumacher.

“Per noi è stato uno dei migliori Gran Premi della stagione in termini di prestazioni di macchina e piloti – ha ammesso Wolff. Lewis ha guidato davvero bene, aveva il controllo completo della gara ed è stata una prestazione impeccabile da parte sua. Valtteri ha faticato un po’ nel secondo stint e ha perso tempo sotto VSC, quindi Charles lo ha praticamente raggiunto nel finale. Sono contento per la squadra: sono state alcune settimane difficili, con giornate molto lunghe, ma siamo implacabili e continueremo a spingere. Ottenere un’altra doppietta è incredibile, ed è un riconoscimento per tutto lo sforzo prodotto dal team. Adesso siamo già proiettati verso l’Austria, mio Gran Premio di casa. E’ una pista veloce e non abbiamo un grande margine col raffreddamento: lì dovrebbe fare molto caldo, quindi sarà una battaglia molto più dura”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. max02

    24 Giugno 2019 at 18:47

    siete troppo accaniti,brutta cosa

  2. alonsosenna4

    24 Giugno 2019 at 20:08

    A ..si…nn vi basta??volete continuare a rubare…..finirà prima o poi bastasi

  3. Zac

    25 Giugno 2019 at 07:46

    Mito-mania.

  4. michele

    25 Giugno 2019 at 10:54

    Caro Peppe Marino,

    voglio spiegarti come funzione la testa di Toto Wolf.

    Toto è un Laudista. Significa che la priorità è quella di non far conoscere mai realmente la propria forza. Devi sapere che durante le prime prove del 2019, quando la Rossa volava, alla Mercedes stavano con il contagocce. L’ordine era: massima mimetizzazione.

    La macchina preparata per le prime uscite è fatta apposta per questo. Secondo me, opportunamente depotenziata e aggiustata in maniera da non rendere alcuna idea della forza in campo.

    In realtà durante il mondiale la Mercedes secondo me non lavora su consistenti aggiornamenti, sia sull’aerodinamica, sia sui motori e parti mobili.

    Il vero vantaggio parte da lontano.

    La bravura di Toto, che secondo me è il regista di tutto questo e non lascia nulla al caso, e quella di far sembrare sempre di poter essere raggiungibili, con qualche sacrificio in più. Vedi che durante il mondiale, ogni tanto dice che la Ferrari è più veloce di qua o di là.

    Il risultato è che alla Rossa nessuno decide di rifare completamente la macchina, ammesso che ci riescano, perché sono convinti di non essere molto distanti. Niente di più errato.

    Il laudismo è cercare di giocarsi il vantaggio nella maniera più intelligente possibile, senza mai far sembrare di essere troppo avanti.

    Il laudismo è anche fare come ha fatto Hamilton domenica in Francia. Cercare di staccare talmente tanto il proprio compagno di squadra da convincere lui e la squadra che non serve fare gli stessi sforzi per i due piloti. Quando magari non è vero. E questa non è farina del sacco di Hamilton.

    Un giorno Niki si è messo in mente di cambiare la testa di Hamilton e trasformarlo in una macchina vincitrice di mondiali, …forse ci ha visto un enorme talento. E della Mercedes, istruendo a dovere anche Toto.

    Insomma caro Peppe Marino, forse io ho qualche anno più di te, e vedo le corse da molto tempo, …troppo, perché qualcuno mi possa mettere fuori strada…

    Buona giornata e tanti auguri alla Rossa per il prossimo anno, visto che questo è ormai andato.

    P.S.: alla Mercedes stanno lavorando già al 2021…

    • Zac

      25 Giugno 2019 at 11:32

      Non apppartengo alla scuola che predilige dare più importanza alle strategie piuttosto che alle questioni tecniche. Toto può anche far bene a nascondere il vantaggio e Mattia a nascondere il ritardo. Entrambi sanno benissimo quali carte ha in mano l’avvversario, ma non è su questo tavolo che si giocano le sorti del mondiale.
      Le dichiazioni alla stampa: becchime per galline.

  5. Roberto

    Roberto

    25 Giugno 2019 at 13:01

    Caro Toto Wolf, l’aggettivo che più vi contraddistingue, non è “implacabili” ma Ladri. Prima o poi si scoprirà quale diavoleria tecnica vi permette di correre praticamente senza avversari. Con quella macchina vincerebbe anche #mianonna. Siete patetici e stupidamente miopi. Occhio che “tanto va la gatta al largo…”

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati