F1 | Mercedes, Toto Wolff: “Il nostro ritmo è simile a quello della Red Bull”

La Mercedes fatica a Baku, ma il team principal ripone le sue speranze nel passo gara

F1 | Mercedes, Toto Wolff: “Il nostro ritmo è simile a quello della Red Bull”

Weekend complicato per la Mercedes, che riesce però a piazzare una delle due vetture in prima fila: Lewis Hamilton risolve i suoi problemi giusto in tempo per la qualifica, mettendosi a due decimi dall’incredibile tempo di Charles Leclerc, ma sopratutto davanti al rivale per il titolo Max Verstappen. Giornata più complicata, invece, per Valtteri Bottas, che fatica ancora con la vettura, ma è la sfortuna che continua ad accompagnarlo: proprio mentre il finlandese si stava migliorando, è stata segnalata la bandiera rossa da parte della direzione gara, decretando la fine della qualifica. Bottas è decimo in griglia, davanti a lui una gara tutta da costruire.

Non ci aspettavamo davvero di avere una macchina in prima fila, ma Lewis ha sfruttato al massimo quello che aveva ed è stato in grado di fare giri piuttosto impressionanti per tutto il tempo. Era riuscito a comprendere meglio l’anteriore nella sessione mattutina fino alla qualifica, il che è incoraggiante – ha spiegato Andrew Shovlin, capo degli ingegneri Mercedes – Valtteri ha avuto un weekend difficile fin dall’inizio. Dobbiamo esaminare la sua macchina per cercare di capire dove sia il problema perché non ha lo stesso grip di Lewis, indipendentemente dal set-up.

La gara dovrebbe essere interessante domani – continua Shovlin –  venerdì abbiamo fatto dei buoni long run e in gara se la si gioca sul ritmo, degrado gomme e posizione di partenza. È anche uno di quei circuiti in cui tutto può succedere con un’alta probabilità di safety car e bandiere rosse, ma speriamo di poter andare avanti con entrambi i piloti“.

Più sintetico, invece, Toto Wolff, soddisfatto della sua squadra a Brackley e Brixworth.

Il lavoro che è stato svolto a Brackley e Brixworth, e dagli ingegneri qui, è fantastico: hanno progettato un programma incredibile che abbiamo seguito riga per riga – ha detto il team principal – abbiamo fatto una serie di esperimenti: alcuni erano utili, altri no, ma siamo riusciti a ottenere risposte alle nostre domande e quindi a produrre un’auto che fosse buona. Ieri i nostri long run sembravano buoni e avevamo un ritmo simile a quello delle Red Bull, quindi penso che domani abbiamo buone possibilità di ottenere un buon risultato“.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati