F1 | Mercedes, Lewis Hamilton raggiunge quota cento: “Mi sono fidato del mio istinto”

“È stata dura oggi, ma sono grato a tutta la squadra, senza dì loro tutto questo non sarebbe possibile”

F1 | Mercedes, Lewis Hamilton raggiunge quota cento: “Mi sono fidato del mio istinto”

Ed è finalmente quota 100! Un traguardo a lungo aspettato, quello delle cento vittorie, per Lewis Hamilton: il campione del mondo non saliva sul gradino più alto del podio sin dal Gran Premio di Silverstone. Un record storico, arrivato in una gara rocambolesca, che ha visto il campione del mondo partire dalla quarta posizione: sono necessarie solo due curve perché Lewis scivoli in sesta posizione e parta all’inseguimento del podio, ma questa stagione ci ha insegnato che sorpassare le McLaren non è roba da poco! Hamilton resta bloccato dietro gli scarichi di Ricciardo per ventiquattro giri, finche l’australiano non rientra ai box, e allora comincia la caccia a Lando Norris. La Mercedes tenta l’undercut, ma Norris fa la sua sosta e rientra comunque davanti: i due si riprendono le prime posizioni, ma arriva la pioggia a mescolare le carte. I due contendenti alla vittoria resistono il più possibile ed è proprio Lewis a rientrare per primo: scelta che paga, poiché Norris decide invece di andare contro il muretto e restare in pista con le slick: l’inglese perde il controllo della sua monoposto e così non solo la vittoria, ma anche il podio. Hamilton vince il Gran Premio di Russia, confermando il dominio Mercedes sulla pista di Sochi, e sale sul podio ritrovandosi, inaspettatamente, il rivale Max Verstappen: ora è il campione del mondo al comando della classifica iridata, con soli due punti di vantaggio sull’olandese.

Wow… 100! Ci ho messo un po’ e non ero nemmeno sicuro che la centesima vittoria sarebbe arrivata! Andando a letto la scorsa notte non ero del tutto felice del lavoro fatto ieri. Ho guardato e riguardato i replay; c’erano piccoli errori, ma quando mi sono svegliato stamattina ero determinato a fare tutto per bene – ha detto il campione del mondo –  oggi è stata dura: ho perso un sacco di terreno alla partenza per cercare dì stare fuori dai guai. Sono stato paziente e alla fine, quando è arrivata la pioggia, non volevo lasciare andare Lando rientrando ai box. Ovviamente non sapevo quale fosse l’andamento della pioggia, mi sono fidata dell’istinto, ma sono incredibilmente grato alla squadra dì strateghi per il loro lavoro. Arrivare vicino alle 100 vittorie non sarebbe stato possibile senza il duro lavoro degli uomini e delle donne qui e in fabbrica, sono davvero grato per il loro lavoro, è speciale. 
Lando ha fatto un lavoro stupendo oggi, aveva un ritmo incredibile e sta facendo un lavoro pazzesco con la McLaren – ha continuato Sir Lewis – è dolce amaro vedere il mio vecchio team davanti, stanno facendo bene con i motori Mercedes ed è bello rivedere queste che aziende insieme. Max ha fatto un grande lavoro partendo ultimo e arrivando secondo, la battaglia continua e sappiamo che dovremo essere al massimo della forma per le prossime gare”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati