F1 | Ferrari, Binotto: “Non siamo stati perfetti nei pit-stop e nella scelta delle gomme di Charles”

"Per Carlos la giusta ricompensa dopo un ottimo weekend", ha aggiunto

F1 | Ferrari, Binotto: “Non siamo stati perfetti nei pit-stop e nella scelta delle gomme di Charles”

Domenica dai due volti per la Ferrari, che può certamente festeggiare per il podio conquistato da Sainz, meno per il risultato finale ottenuto da Leclerc, che dopo una bellissima rimonta dal fondo fino alla zona punti, ha mandato tutto all’aria per non essere rientrato ai box quando la pista si è allagata, facendo più o meno lo stesso errore di Norris. Evidentemente non ci si aspettava un peggioramento così repentino delle condizioni meteo, che hanno da un lato rovinato la gara del monegasco, ma dall’altro hanno consegnato a Sainz il suo terzo podio stagionale.

“Una gara molto intensa e difficile quella di oggi, terminata con un piazzamento sul podio – ha detto Mattia Binotto, team principal della Ferrari. Quello di Carlos è stato un ottimo weekend, tanto ieri in qualifica quanto oggi in gara: il terzo posto rappresenta una bella ricompensa per il lavoro svolto. Charles resta a mani vuote al termine di un weekend che era cominciato in salita con la penalità ma che, oggi in gara, ha messo ancora una volta in luce il suo grande talento: una partenza bellissima, un ottimo passo di gara e la giusta aggressività quando si è trattato di sorpassare. Sappiamo che come squadra dobbiamo sempre cercare di migliorarci in ogni area. Qui abbiamo introdotto un aggiornamento del sistema ibrido della power unit che ha reso secondo le aspettative e che ci ha dato qualcosa in più in termini di prestazione. Però non siamo stati perfetti in altre aree: penso ai pit-stop e alla gestione della scelta degli pneumatici con Charles in quell’ultimo, caotico frangente di gara mentre con Carlos le cose hanno funzionato a dovere e faremo tesoro dell’esperienza acquisita oggi”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati