F1 | GP Singapore, Leclerc e Vettel due lampi rossi nella notte di Marina Bay

Leclerc firma una pole da urlo, Vettel ci prova

Leclerc ha conquistato la quinta pole di questa stagione, la terza consecutiva dopo quelle di Belgio e Italia
F1 | GP Singapore, Leclerc e Vettel due lampi rossi nella notte di Marina Bay

Due giri fantastici, inventati da una coppia grandiosa di piloti che hanno saputo sfruttare al meglio una SF90 che pare proprio migliorata anche su piste da alto carico aerodinamico come quella di Singapore: Charles Leclerc ha ottenuto la quinta pole position della stagione, nonché della carriera in Formula 1, mentre Sebastian si schiererà terzo, superato di appena 29 millesimi da Lewis Hamilton per la seconda posizione.

Q1. Dopo aver dato segnali interessanti nell’ultima sessione di prove libere, Charles e Sebastian sono scesi in pista per l’intera sessione di qualifica con gomme soffici. Il pilota monegasco al primo tentativo ha ottenuto un 1’38”014 che lo ha messo immediatamente al sicuro in funzione Q2, mentre Sebastian, ostacolato dal traffico, non è andato oltre il tempo di 1’38”939. Entrambi i piloti hanno quindi deciso di effettuare un secondo giro lanciato: Charles non si è migliorato, mentre Sebastian con 1’38”374 si è garantito a propria volta il passaggio del turno.

Q2. Nella seconda parte della qualifica, Leclerc ha subito piazzato un ottimo 1’36”930, mentre Vettel ha fermato i cronometri a 1’37”305. Poco dopo entrambi si sono rilanciati e così il monegasco è sceso a 1’36”650 con il tedesco a 1’36”720, tempi ampiamente validi per accedere ai dodici minuti decisivi per l’assegnazione delle prime dieci posizioni in griglia.

Q3. Nella fase finale Seb e Charles sono scesi in pista con gomme Soft nuove per dare l’assalto alla pole position. Al primo tentativo il pilota tedesco ha centrato un tempo notevole, il più veloce fino a quel momento, in 1’36”437, “baciando” anche un muretto con la ruota posteriore sinistra senza tuttavia danneggiare la monoposto. Leclerc è invece stato rallentato dal traffico, non andando oltre un pur buon 1’36”791. Nei minuti finali entrambe le SF90 sono tornate sul tracciato, ma mentre Sebastian non è riuscito a migliorare, Charles è stato protagonista di un giro straordinario che lo ha portato sul traguardo in 1’36”217, un limite invalicabile anche per Lewis Hamilton che è riuscito tuttavia a scavalcare di un soffio Vettel in classifica.

Numeri. Con la quinta pole position conquistata oggi, la terza consecutiva (in appena 22 giorni, un ulteriore record), Charles passa a condurre la speciale classifica delle partenze in prima posizione, mentre per la Scuderia Ferrari si tratta della sesta del 2019, grazie alla pole conquistata da Sebastian in Canada. In assoluto per la squadra italiana è la pole numero 225. Domani da percorrere in gara ci sono 61 giri pari a 308,706 km, anche se spesso l’ingresso della Safety Car ha fatto terminare la corsa allo scoccare del limite regolamentare delle 2 ore.

F1 | GP Singapore, Leclerc e Vettel due lampi rossi nella notte di Marina Bay
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati