F1 | GP Abu Dhabi, libere a Yas Marina dedicate alla raccolta dati per il 2021

Squadre e piloti hanno proseguito il lavoro sulle mescole del prossimo anno

GP Abu Dhabi, lavoro in ottica 2021 per squadre e piloti a Yas Marina
F1 | GP Abu Dhabi, libere a Yas Marina dedicate alla raccolta dati per il 2021

Tanto lavoro in ottica 2021 per squadre e piloti nella prima giornata di libere valide per il Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1. Al termine delle FP2 sul tracciato di Yas Marina, i team hanno avuto la possibilità di lavorare con le mescole sperimentali per il prossimo anno, proseguendo di fatto il programma di sviluppo iniziato due settimane fa sul circuito del Sakhir, in Bahrain. Riscontri importanti che serviranno alle squadre per perfezionare i pacchetti tecnici per il prossimo anno.

Al termine del venerdì, ricordiamo, Valtteri Bottas si è posizionato in cima alla classifica dei tempi, seguito dal rientrante Lewis Hamilton e da Max Vestappen, il quale però non è riuscito a sfruttare al massimo il potenziale della propria vettura nel corso del proprio time attack (traffico di Perez). Indietro le Ferrari, mai realmente in lotta per le posizioni di vertice.

“In FP2 insieme ai Team abbiamo avuto un’altra possibilità di raccogliere dati utili sui pneumatici 2021, in questo caso in mescola C4”, ha affermato Mario Isola. “Ora analizzeremo questi dati prima di rivedere le gomme nuovamente in pista nei test pre-season. Come di consueto qui a Abu Dhabi, FP2 è anche l’occasione per i Team di provare con condizioni rappresentative in vista della gara, quando dal tramonto in poi le temperature diminuiranno gradualmente fino alla bandiera a scacchi. La temperatura asfalto in FP1 è stata di 12-14° C più alte rispetto alle FP2, rendendo questa sessione poco rilevante in ottica qualifiche e gara”.

“Abbiamo visto un gap più ridotto del previsto tra hard e medium e questo le rende entrambe preziose per diverse strategie di gara”, ha proseguito l’italiano. “Abbiamo notato un po’ di graining su soft, soprattutto sull’anteriore, ma ci aspettiamo che questo aspetto migliorerà durante il fine settimana man mano che i Team metteranno a punto il loro set-up. La mescola medium potrebbe giocare un ruolo chiave per le qualifiche di domani, sarà infatti interessante vedere chi proverà ad utilizzare questo pneumatico per passare il Q2”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati