F1 | Gli obiettivi futuri di Liberty Media: Europa, Asia e America

"Siamo stati molto chiari, probabilmente dal giorno in cui siamo entrati, riguardo ai nostri obiettivi e ambizioni di far crescere lo sport negli Stati Uniti e in Asia"

F1 | Gli obiettivi futuri di Liberty Media: Europa, Asia e America

La storia della Formula 1 è sempre stata in Europa: circuiti come Silverstone, Monaco, Spa-Francorchamps o l’Autodromo di Monza sono alcuni dei più grandi simboli dalla sua fondazione nel 1950. Nonostante ciò, attualmente si intende espandere la F1 anche al di là di questi orizzonti, poiché si ritiene che i continenti americano e asiatico abbiano bisogno di più gare di quante ne abbiano già. Liberty Media non ha mai nascosto la sua intenzione di espandere la F1 ad un pubblico molto più ampio.

Sembra che l’obiettivo sia più vicino che mai, perchè Miami potrebbe avere un Gran Premio tutto per sé: “Siamo molto orgogliosi della gara che abbiamo in Texas, ma abbiamo parlato delle città di destinazione e penso che le tre che abbiamo pre-selezionato siano New York, Miami e Las Vegas“, ha commentato Chase Carey – il nuovo proprietario della F1 – nelle dichiarazioni pubblicate dal portale Autosport. “Ovviamente ci sono dei passi da fare, perché siamo impegnati in altre città negli Stati Uniti, ma crediamo che Miami possa essere una città meravigliosa per organizzare una gara”, ha aggiunto.

Ma l’America non è il solo paese nel mirino della F1: “Siamo stati molto chiari, probabilmente dal giorno in cui siamo entrati, riguardo ai nostri obiettivi e ambizioni di far crescere lo sport negli Stati Uniti e in Asia”, ha affermato Carey. “Questo è uno sport molto forte in Europa, ma pensiamo che ci siano opportunità per crescere in luoghi come Cina e Stati Uniti”, ha continuato il presidente con grande entusiasmo.

La Formula 1 non può essere appannaggio solo dei paesi europei ma, con il procedere della modernità, espandersi anche in altri territori non dimenticando, ovviamente, le sue origini: “Per essere chiari, l’espansione della F1 non è a scapito dello sport in Europa, che è la sua base. L’Europa è la casa di questo sport e sarà costruita, per quanto mi riguarda, sulle sue fondamenta”, ha confermato Chase Carey.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati