F1 | Ecclestone contro Liberty Media: “Non parlano più con me”

"Mi preoccupa, perché credo che a loro non piaccia quello che faccio, pensano sia sbagliato, non ne ho idea"

F1 | Ecclestone contro Liberty Media: “Non parlano più con me”

Bernie Ecclestone ha nuovamente commentato il comportamento avuto da Liberty Media che ha allontanato l’ex capo dalle decisioni e dalle discussioni in merito al motorsport: “Qualcuno nell’azienda ha detto a tutto il personale di non discutere le cose con me”, ha detto in un’intervista. “Allora non lo fanno, ufficialmente”.

Il britannico ha espresso tutto il suo dispiacere nei confronti di questa decisione, perché pensa che le sue impressioni e opinioni sulla Formula 1 non potrebbero piacere ai nuovi proprietari: “Mi preoccupa, perché credo che a loro non piaccia quello che faccio, pensano sia sbagliato, non ne ho idea”, ha spiegato. “Sai cosa succede nelle aziende, improvvisamente le cose cambiano e le persone cercano di tagliare un po’ le cose”, ha aggiunto.

Tantissimi sono stati i cambiamenti di quest’anno: Liberty Media ha ridato forma e contenuto alla Formula 1, ha puntato molto sullo spettacolo, sulla grafica, l’intrattenimento e il coinvolgimento del pubblico. Ma Mister E comunque vuoi difendere l’operato dei vecchio azionisti: “Mi hanno permesso di fare quello che volevo”, riferendosi a CVC Capital Partners. “Spero di aver fatto bene, ma credo che a Liberty non sia piaciuto molto e ora vogliono lavorare in modo diverso”, ha aggiunto Ecclestone.

Ecclestone ha valutato il modo di lavorare di Carey come più aziendale e non imprenditoriale: “Ha diretto la società come direttore esecutivo per fare tutti i soldi che ha potuto. Loro hanno detto che stavo cercavo di fare soldi, che non stavo guardando al futuro, quindi penso che i nostri amici in questo momento guardino le cose a lungo termine”, ha concluso.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Gli obiettivi futuri di Liberty Media: Europa, Asia e America

"Siamo stati molto chiari, probabilmente dal giorno in cui siamo entrati, riguardo ai nostri obiettivi e ambizioni di far crescere lo sport negli Stati Uniti e in Asia"
La storia della Formula 1 è sempre stata in Europa: circuiti come Silverstone, Monaco, Spa-Francorchamps o l’Autodromo di Monza sono