F1 | Ferrari, Montezemolo su Alonso: “Non era abbastanza vicino al team nei momenti difficili”

L'ex Presidente della Rossa ripercorre le ragioni per cui Alonso non è riuscito a riportare il titolo a Maranello e aggiunge: "In gara era ed è un pilota fantastico"

F1 | Ferrari, Montezemolo su Alonso: “Non era abbastanza vicino al team nei momenti difficili”

Quello tra Fernando e Alonso è stato un matrimonio a cui è mancata una luna di miele, quel titolo mondiale tanto ambito da entrambe le parti. Nonostante l’impegno messo dallo spagnolo nei suoi anni a Maranello e l’esserci andato vicino sia nel 2010 che nel 2012, il trofeo più ambito non è mai arrivato, finendo in casa Red Bull grazie a Sebastian Vettel.

Nel corso di un’intervista ai microfondi di “Beyond The Grid”, il podcast ufficiale della Formula 1, l’ex Presidente Ferrari ha spiegato quali siano, secondi lui, le motivazioni per cui Alonso non sia riuscito a riportare il titolo in Italia: “Penso per tre motivi. Voglio essere onesto. È stato sfortunato ad arrivare in Ferrari quando Red Bull era nella stessa situazione, o quantomeno molto vicino, al momento che aveva vissuto la Rossa ad inizio anni 2000. Sicuramente era la macchina migliore, anche piloti come Webber, che erano ottimi piloti ma non fenomeni, erano in grado di vincere delle gare” – ha raccontato Luca di Montezemolo -. “La seconda motivazione, non mi piace ma devo dirlo, è stato sfortunato, perché nel 2012 perse il titolo in Brasile quando Sebastian nel corso del primo giro ebbe quell’incidente con Senna. Senna si fermò, mentre Vettel no. O quando il team commise un grande errore nel 2010 e Alonso perse il titolo all’ultima gara. Il terzo motivo risiede nel suo carattere. La più grande differenza tra Michael, Niki e Fernando è che Alonso è Alonso, non Alonso-Ferrari. Quando vince è felice, quando non vince è il problema del team, è infelice. In altre parole, era meno vicino al team rispetto a Michael e Niki, in particolare nei momenti difficili. Perché quando vinci è semplice essere vicino alla squadra, ma l’importante è esserlo nei momenti di difficoltà” ha aggiunto l’imprenditore italiano rimarcando come nei momenti di difficoltà, lo spagnolo non fosse abbastanza vicino alla squadra.

Non sono però mancate parole al miele da parte dell’ex Presidente Ferrari, che ha messo Alonso tra i piloti più forti con cui abbia mai lavorato: “In termini di performance, secondo me Alonso è il miglior pilota insieme a Hamilton e Vettel, in gara è molto vicino a Michael. Penso che in gara Alonso sia un pilota fantastico. Ad essere onesti, Fernando ha perso campionati non a causa di suoi errori, fu anche sfortunato a Spa. Credo che in condizioni normali, senza gli errori del team nel 2010 e senza la fortuna di Vettel negli ultimi Gran Premi, se Alonso avesse vinto un campionato ora staremmo parlando diversamente, ovvero che nonostante non avesse a disposizione la miglior macchina del campionato, Fernando aveva vinto il titolo. Ma Alonso è molto forte” ha poi concluso Montezemolo.

 

 

F1 | Ferrari, Montezemolo su Alonso: “Non era abbastanza vicino al team nei momenti difficili”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in In Evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati