F1 | Ferrari, Leclerc: “Monza simile a Spa, al Mugello avremo un’idea più chiara dei valori in campo”

"Dispiace non poter vedere i tifosi sugli spalti", ha ammesso il monegasco

Lo scorso anno, proprio a Monza, Charles conquistò una grande vittoria
F1 | Ferrari, Leclerc: “Monza simile a Spa, al Mugello avremo un’idea più chiara dei valori in campo”

La pista di Monza non può che rievocare dolci ricordi nei pensieri di Charles Leclerc. Infatti il monegasco, solamente un anno fa, ottenne una straordinaria vittoria nel GP d’Italia dopo un entusiasmante duello con Lewis Hamilton ma ora. Ora, dodici mesi dopo quell’affermazione che permise alla Ferrari un digiuno di vittorie sul tracciato di casa che durava da ben nove stagioni, invece le lacune tecniche palesate dalla SF1000 non permettono a Charles di poter ambire alla massima posta in palio.

Un anno fa ho vissuto la più grande emozione della mia vita ed è un peccato non poter vedere i tifosi sugli spalti – ha dichiarato Leclerc – Detto questo, sappiamo che in questa stagione non siamo favoriti: veniamo da un fine settimana negativo in Belgio e non abbiamo particolari elementi che ci inducano ad aspettarci un ribaltamento dei valori in campo qui, dal momento che le caratteristiche del tracciato sono abbastanza simili”.

Quali saranno le prestazioni della Ferrari a Monza? Un interrogativo al quale l’alfiere della Rossa ha cercato di dare, in tutta onestà, risposta: “Credo che potremmo andare un po’ meglio che a Spa dal momento che abbiamo alcuni particolari nuovi sulla macchina, ma sarà probabilmente al Mugello che avremo un’idea più chiara dei valori in campo per capire se il terzo posto tra i Costruttori sia un obiettivo realistico”.

Sul suo futuro in Ferrari: “So che bisogna lavorare, e sono pronto ad avere pazienza perché so che occorrerà tempo per tornare nelle posizioni che ci competono ma sono anche fiducioso di poter avere un ruolo da protagonista – ha sottolineato Charles – So che posso dare il mio contributo per aiutare a velocizzare il percorso che c’è da fare”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati