F1 | Ferrari, Leclerc con un nuovo motore a Sochi: partirà ultimo

La power unit avrà un nuovo sistema ibrido

F1 | Ferrari, Leclerc con un nuovo motore a Sochi: partirà ultimo

Charles Leclerc partirà ultimo nel Gran Premio di Russia. Il pilota monegasco, come ufficializzato dalla Ferrari monterà una nuova power unit a Sochi con un nuovo sistema ibrido. Era nell’aria questa scelta della Scuderia, si parlava proprio di questo weekend per l’introduzione del motore sulla vettura del #16, poi si è parlato di Istanbul o addirittura Austin, ma evidentemente i problemi avuti da Leclerc negli ultimi weekend hanno convinto la Ferrari a questa scelta già per Sochi.

In arrivo un nuovo sistema ibdrido. Il Gran Premio di Russia vedrà anche l’introduzione di una novità tecnica per la Scuderia Ferrari: una power unit dotata dell’aggiornamento del sistema ibrido, la cui introduzione era stata preannunciata nelle scorse settimane ed è mirata soprattutto a fare esperienza in funzione del progetto 2022. Un grande sforzo è stato fatto, sia dal punto di vista tecnico che logistico, per accorciare il più possibile i tempi e l’aggiornamento sarà effettuato con tempistiche sfalsate fra i due piloti. Il primo a disporre del nuovo sistema ibrido sarà Charles, una scelta dettata da motivi precauzionali alla luce dei rischi connessi all’utilizzo del pacco batterie rimasto danneggiato nell’incidente del GP di Ungheria: a Sochi il monegasco avrà una power unit tutta nuova e partirà quindi dal fondo della griglia. L’introduzione del nuovo sistema ibrido sulla vettura di Carlos sarà decisa valutando il giusto compromesso fra competitività e impatto della penalizzazione.

Due zone DRS. Dalla linea di partenza alla curva 1 ci sono poco più di cento metri ma si tratta solo di una leggera piega a destra da affrontare in pieno fino a raggiungere la prima vera staccata, in curva 2, distante dalla linea del traguardo poco meno di 700 metri. Qui si decelera da 330 a circa 130 km/h in meno di due secondi e prendere la scia di una vettura davanti alla partenza può fare la differenza. Questo è il primo dei due tratti nei quali è possibile azionare il DRS. La curva 3 gira intorno alla Medals Plaza – il luogo nel quale venivano premiati gli atleti delle Olimpiadi invernali del 2014 – ed è una sinistra da 180° che si percorre in pieno. Nel secondo settore uscire bene dalla curva 10 è fondamentale, perché le vetture si immettono su un altro tratto in semicurva velocissimo, dove è possibile azionare nuovamente l’ala mobile, fino alla curva 13, una delle staccate più impegnative del tracciato.

Programma. La giornata di prove libere del venerdì vedrà le vetture scendere in pista alle 11.30 e alle 15 locali (10.30 e 14 CET), mentre l’ultima ora in preparazione della qualifica andrà in scena sabato alle 12 (11 CET). Le qualifiche e la gara della domenica prenderanno il via alla stessa ora: le 15 locali (14 CET). È previsto un meteo variabile, con la pioggia che potrebbe essere protagonista.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Focus F1

F1 | Ferrari, è stato giusto tentare l’azzardo

Tra un terzo e posto posto non cambiava nulla: la Rossa è alla ricerca di quella vittoria diventata un'ossessione
Ferrari, Ferrari, Ferrari e ancora Ferrari. La scuderia del Cavallino ha monopolizzato la scena mediatica del Gran Premio di Turchia,