F1 | Coulthard e la convivenza con Raikkonen in McLaren: “Non era necessario diventare amici”

"E' ancora uno dei più veloci, potrebbe rimanere in Alfa per qualche anno", ha aggiunto

L'ex pilota scozzese ha raccontato la convivenza con Iceman nelle tre stagioni passate insieme nella scuderia di Woking
F1 | Coulthard e la convivenza con Raikkonen in McLaren: “Non era necessario diventare amici”

David Coulthard e Kimi Raikkonen sono stati compagni di squadra alla McLaren dal 2002 al 2004. Il finlandese, all’epoca giovane e alle prime esperienze in Formula 1 raccoglieva l’eredità del connazionale Mika Hakkinen, due volte campione del mondo con la squadra di Woking, con l’arduo compito di riportare al successo il team insieme al compagno scozzese. Arduo, perché la Ferrari e Schumacher di quegli anni erano quasi impossibile da battere, anche se nel 2001 e soprattutto 2003 proprio i due piloti della McLaren hanno dato più di qualche grattacapo al campionissimo tedesco, specialmente Kimi. Oggi Coulthard ha voluto raccontare la convivenza con Raikkonen nelle tre stagioni passate insieme.

“Ovviamente c’era una differenza di età fra noi, ma quando sei più grande non cambia granché – ha detto Coulthard all’emittente irlandese RTE. Kimi era molto silenzioso, ma decisamente veloce! Non volevo diventare suo amico, non era necessario, ma cercavo di essere il più veloce possibile. A volte parlo ancora con lui, ma niente di più. Siamo persone completamente diverse, con interessi opposti. Il suo futuro? Beh è sul viale del tramonto, ma è uno dei piloti più veloci in Formula 1 e potrebbe rimanere in Alfa Romeo ancora per qualche anno”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati