F1 | Briatore sposa il cambiamento promosso dalla Ferrari: “Binotto ha fatto un ottimo lavoro come direttore tecnico”

"Non credo coprirà la duplice mansione di team principal e direttore tecnico", ha aggiunto il Manager

F1 | Briatore sposa il cambiamento promosso dalla Ferrari: “Binotto ha fatto un ottimo lavoro come direttore tecnico”

Parlando ai microfoni di Adnkronos, Flavio Briatore ha espresso una propria opinione sul recente avvicendamento al comando della Ferrari, precisando come Maurizio Arrivabene stia pagando la sconfitta mondiale subita per mano della Mercedes nel corso della scorsa stagione. La promozione di Mattia Binotto, infatti, secondo il Manager italiano va vista come una sorta di premio nei confronti del tecnico italo-svizzero, capace di risollevare le sorti di una squadra che dopo il mondiale 2014 sembrava persa nei propri problemi.

Binotto, ricordiamo, ha dapprima preso in mano il reparto power unit, passando successivamente a quello aerodinamico. Il tutto con risultati assolutamente straordinari. La Rossa, proprio in tal senso, cercherà di sfruttare questa scalata nel 2019, puntando a un’armonia di squadra più forte rispetto a quella avuta sotto la gestione Arrivabene.

Ecco le parole di Flavio Briatore: “Quest’anno la Ferrari aveva tutte le carte in regola per vincere il campionato e non l’ha fatto. Quando non vinci bisogna cambiare e immagino che il board a Maranello abbia deciso di seguire questa strada”.

Sulle capacità di Mattia Binotto ha aggiunto: “Ha fatto un ottimo lavoro come direttore tecnico. La Ferrari poteva contare in una vettura molto buona e ritengo che con una gestione dei piloti diversa, soprattutto nella parte finale della stagione, avrebbero potuto conquistare il titolo mondiale. Vedremo quale lavoro svolgerà nel ruolo di team principal, ma onestamente non credo coprirà la duplice mansione di direttore della squadra e direttore tecnico”.

F1 | Briatore sposa il cambiamento promosso dalla Ferrari: “Binotto ha fatto un ottimo lavoro come direttore tecnico”
2 (40%) 6 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati