Brawn: “Dobbiamo essere più costanti e competitivi su tutti i circuiti”

Il team boss della Mercedes spiega i punti deboli della W03

Brawn: “Dobbiamo essere più costanti e competitivi su tutti i circuiti”

Il team principal della Mercedes Ross Brawn è convinto che la sua squadra deve migliorare la costanza di rendimento della vettura in tutte le piste e che l’Hungaroring ha mostrato il problema principale della W03.

La Mercedes ha raccolto solo 14 punti nelle ultime tre gare, che è meno di quanto ha fatto la Sauber. Dopo le prestazioni deludenti in Gran Bretagna e Germania, sia Michael Schumacher che Nico Rosberg non sono riuscito a qualificarsi nella top ten in Ungheria, con Rosberg che ha raccolto un punticino finendo decimo in gara. “Ovviamente la nostra macchina è adatta a certi circuiti e quello che dobbiamo fare è creare una vettura che sia competitiva su tutti i tracciati. Questa è la nostra priorità”, ha detto Brawn. “C’è una grande quantità di progetti in corso per migliorare la situazione. Occasionalmente si ha una squadra che domina su una delle piste nel corso della stagione, abbiamo avuto la fortuna di farlo in Cina, ma il più delle volte non ci siamo riusciti e abbiamo avuto alti e bassi, in particolare a causa della difficoltà di utilizzo dei pneumatici. E’ comunque un problema che stiamo affrontando e abbiamo intenzione di avere una più ampia gamma di utilizzo della vettura. Sembrerebbe che non abbiamo l’equilibrio giusto nelle curve lunghe e questo è qualcosa che dobbiamo risolvere”.

Prima del Gran Premio d’Ungheria la Mercedes era stata tra le favorite per il successo, perché la pista è lenta e si pensava che fosse a Monaco, dove Michael Schumacher aveva ottenuto il miglior tempo in qualifica. Ma Brawn ha detto che entrambi i piloti si lamentavano della mancanza di equilibrio all’Hungaroring per via delle lunghe curve a 180 gradi, e hanno pagato pedaggio nei loro tempi sul giro. “Qualcuno mi ha chiesto perché non eravamo competitivi in Ungheria e siamo stati competitivi a Monaco, ma sono circuiti completamente diversi”, ha spiegato Brawn. “Se si guardano le curve lente e lunghe che abbiamo a Budapest sono completamente diverse da ciò che abbiamo visto a Monaco”, ha concluso il team boss inglese.

Lorena Bianchi

Brawn: “Dobbiamo essere più costanti e competitivi su tutti i circuiti”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

14 commenti
  1. Albe

    1 agosto 2012 at 12:43

    Sinceramente io la Mercedes non l’ho mai vista veramente competitiva tranne forse in Cina con le temperature basse…

    • parco

      1 agosto 2012 at 13:57

      beh a inizio stagione sono andati forte su diversi circuiti e sembravano aver fatto diversi passi in avanti. se schumi non avesse avuto tanta sfiga ora avrebbe più o meno gli stessi punti di nico. è nelle ultime gare che sembrano tornati quelli dell’anno scorso

  2. ZioAlessio

    1 agosto 2012 at 13:57

    Vuol dire che porteranno aggiornamenti? Altirmenti son chiacchiere al vento.

    • schummy

      1 agosto 2012 at 18:46

      Secondo me, e questo mi preoccupa, da una parte non sanno che pesci pigliare e dall’altra c’è pressione dal direttivo, per lasciare la F1, sarebbe una cosa tristissima.
      Non vedrei alternative per michael.
      Speriamo in risultati buoni nelle prossime veloci gare, che ci sia una luce in fondo e riescano a trovare una soluzione, anche per motivare un 7 volte campione del mondo.

      • Albe

        1 agosto 2012 at 19:24

        Se si ritira la Mercedes alla fine di quest’anno io un’idea c’è l’avrei… 🙂

      • Michael

        1 agosto 2012 at 20:27

        @ Albe
        Quale, se posso chiedere???

      • Albe

        2 agosto 2012 at 10:13

        So che è pura follia ma secondo me se succede qualche patatrac con la Mercedes o si ritira (sempre intesa la Mercedes) una opzione per il 2013 c’è l’avrei…Ferrari! 🙂

      • schummy

        2 agosto 2012 at 19:44

        Eh ! magari sarebbe bellissimo rivederlo in rosso, oscurerebbe il nando, in pista non lo so, ma come presenza sarebbe parecchio pesante e proprio per questo è mooolto difficile che avvenga, e poi Lui non farebbe mai il gregario non è capace.

      • ale

        3 agosto 2012 at 21:33

        io credo che in tutto il mondo chiunque sognerebbe di vedere Alonso e Schumacher compagni di squadra, tenendo presente anche una cosa….che quest’anno Alonso non è proprio per niente certo che vinca il titolo e se dovessi puntare su qualcuno punterei su Webber o su Hamilton anche se la classifica attuale porta a pensare al contrario su Hamilton

        quindi, chi gleilo fa fare a Hamilton di cambiare aria?? mentre Schumacher ormai si è capito che chiede una macchina più veloce e la Mercedes doveva già avergliela data, colpa anche dei piloti? chissà…non credo

        Schumacher secondo me correrà nel 2014 con la Mercedes, e molto probabilmente il suo successore sarà Vettel, sempre che la Mercedes si dia una mossa con questa gestione dell’aerodinamica, cosa che invece in RedBull, McLaren e Ferrari è molto più avanti come sviluppo, proprio perchè la Mercedes fa tutto per i cazzi suoi, come la Ferrari

  3. ale

    1 agosto 2012 at 17:06

    hanno tra i migliori ingegneri disponibili, è abbastanza strano che non riescano a trovare il bandolo della matassa, il fatto che siano sempre le gomme il problema è sinotmo (credo) che sia un problema prettamente aerodinamico, infatti i motori mercedes ce l’ha anche la McLaren e con le nuove modifiche (AERO) sono diventati missili, quindi non sono i piloti o il motore o il telaio il problema

    ragiono

  4. reaper

    1 agosto 2012 at 20:31

    per la serie quelli che dicevano “la Ferrari si pentirà di aver silurato Aldo Costa”

  5. kroky78

    1 agosto 2012 at 20:55

    Secondo me la questione è abbastanza semplice: dopo il marasma di inizio stagione quando vincevano tutti a turno, alla fine sono venuti fuori quelli che hanno sviluppato costantemente soprattutto il sistema di scarico ad effeto Coanada, ovvero Ferrari Mclaren e Red Bull. La Mercedes e la Lotus invece persistono con i loro scarichi tradizionali. Mentre la Lotus comunque si difende per le ottime qualità generali, la Mercedes arranca sempre più. La chiave stà nello sfruttamento aerodinamico degli scarichi.

    • ale

      2 agosto 2012 at 10:42

      si ma è anche disarmante vedere due piloti come Rosberg e (soprattutto) Schumacher che non riescono a guidare come potrebbero, questo è solo un male per lo sport

      io sono ancora convinto che Schumacher abbia dato le indicazioni giuste alla Mercedes, e la vittoria in Cina è farina del suo sacco al 50/60%, inoltre se la sarebbe giocata anche lui perchè alla fine Rosberg ha avuto qualche difficoltà mentre in genere Schumy gestisce meglio le gomme da metà gara in poi (dati di fatto)

      poi va anche detta un’altra cosa….siamo sinceri…la W03 non è in assoluto un cesso di progetto, anzi (appunto) la Cina ha dimostrato che in realtà è potenzialmente una tra le migliori, il problema non sta nel progetto, il problema sta nella direzione di sviluppo (credo) che qualcuno ha intrapreso e da qualche gara ha CANNATO, e non credo che si possa incolpare Schumy per questo, anzi nell’ultimo GP le novità le provavano (guarda caso..) sulla macchina di Rosberg…così come nei due precedenti…

      cosa voglio dire? che Schumacher non può continuare a correre senza la tranquillità, appena scende sotto la 10ma posizione in griglia di partenza, anche se poi fa ottimi tempi, poi impazzisce, scazza, spacca tutto, non è possibile…

      devono assolutamente migliorare in qualifica e devono cambiare metodo di lavoro nelle libere del venerdi pomeriggio, è li che scazzano sempre secondo me, così come in qualifica dove tentano INUTILMENTE di risparmiare set di gomme per niente…vedi Lotus che si è imposta di migliorare i tempi in qualifica…

  6. Franz Iacobelli

    4 agosto 2012 at 19:50

    La Mercedes ha fatto una replica del 2010, all’inizio andava abbastanza bene e Rosberg ha potuto inserirsi in lotta per il titolo, poi improvvisamente è andato tutto a monte, per colpa di gomme e quant’altro e Nico ha di nuovo perso una buona opportnità! Magnifico! Ecco quello che doveva essere il grande ritorno!
    Più passa il tempo più ho paura che finirà come con i loro indiretti antenati Honda

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati