Allison: “Difficile ripetersi in Cina”

Per il dt Ferrari il target è ancora diminuire il divario dalla Mercedes

Allison: “Difficile ripetersi in Cina”

Di certo ha dato una scossa in positivo al morale della squadra, ma il successo ottenuto in Malesia da Sebastian Vettel , non pare aver suscitato speranze di vittorie a catena in casa Ferrari .

“Essendo quello di Sepang un tracciato dall’asfalto irregolare e molto caldo siamo risultati avvantaggiati perché a differenza della Mercedes la nostra macchina non stressa troppo le gomme – ha spiegato il direttore tecnico James Allison al termine della gara – Io la vedo così e sono altresì convinto che sarà piuttosto dura compiere la stessa prestazione in Cina”.

“Dobbiamo essere realisti – ha proseguito – Durante i test invernali i tedeschi hanno dimostrato di avere un altro passo ed è impossibile che tutto sia evaporato in un attimo. In sintesi credo ancora che il nostro obiettivo consista principalmente nel cercare di assottigliare quel gap”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. kimi-kimino

    30 marzo 2015 at 17:47

    Allison sin dai tempi della Lotus progettava F1 particolarmente dolci con le gomme; ricordo Kimi nel 2013 che faceva puntualmente un pit in meno degli altri senza sentire troppe differenze.

  2. mluder

    30 marzo 2015 at 18:04

    Ok, niente Cina, ma strappare qualche vittoria alla Mercedes non era già l’obbiettivo della stagione

    Io mi accontenterei della seconda vettura continuamente ai piedi o sul gradino più basso del podio, cioè stare dietro alle mercedes e davanti a tutte le altre…

  3. Ray74

    30 marzo 2015 at 18:08

    “…sono altresì convinto che sarà piuttosto dura compiere la stessa prestazione in Cina” Non ci credo! Quest’ uomo è la chiave di volta,ringraziamolo Ferraristi!

  4. reaper

    30 marzo 2015 at 18:14

    Ma io per adesso son già contento come cosí, siamo già andati al di la di ogni più rosea previsione, l’importante é continuare a lavorare bene e migliorare ancora.

  5. Maxfunkel

    30 marzo 2015 at 18:45

    Ha ragione Allison, non dobbiamo illuderci che il gap sia evaporato, Sepang è stato un fantastico caso, la distanza c’è ancora, dobbiamo colmarla in modo definitivo!!!!

  6. Emanuele

    30 marzo 2015 at 18:59

    Concordo con allison sulla cina ma la chiave sono gli sviluppi durante la stagione se la ferrari usa bene i gettoni a sua disposizione e trova ancora un pò di carico rimaniamo in gara, se si sbagliano questi step non si combina niente

  7. TIFOSO

    30 marzo 2015 at 19:39

    Io credo che la ferrari ha una monoposto che stupira’ anche chi l’ha progettata…..vedrete!

    • Dariok

      30 marzo 2015 at 20:32

      penso anche io, visto che chi l’ha progettata non la guida ma la guidano due campioni!

  8. Augu

    30 marzo 2015 at 23:35

    Bravo Allison..giusta mentalità per portare la Ferrari avanti. Step by step. Finalmente ci siamo, con il cuore e con il cervello. Orgoglioso di voi. Andiamo!!!

  9. f1erally

    31 marzo 2015 at 01:35

    La macchina non poteva che andare bene:
    1° perchè quella dell’ anno scorso era un incubo e fare di peggio non era possibile;
    2° perchè lui dalla Lotus ha portato la sospensione posteriore che mantiene le gomme e che grazie anche questa ottenevano ottime prestazioni;
    3° perchè con la dipartita di Tombasis, l’ aerodinamica ne poteva guadagnare eccome, visto i disastri che ha fatto questo tizio in passato;
    3° perchè anche nel reparto motori potendo apportare le modifiche che dovevano visto da dove venivano, un gran salto di qualità era plausibile;

    Mi auguro soltanto una cosa con tutto il cuore: che dopo le lamentele di alcuni sulle prestazioni eccessive della Mercedes, non sia stata concessa una gara ai diretti rivali per allontanare l’ ipotesi di rallentare le freccie d’ argento a colpi di regolamento, per migliorare lo spettacolo…

    Effettivamente dalla prima alla seconda gara sembrava di assistere ad una gara a posizioni invertite quasi…

    Ma il tempo anche in questo ci darà risposta…

    • marcograz

      31 marzo 2015 at 10:26

      Ci abbiamo pensato in molti, pero’ cio’ non spiegherebbe come mai le Williams sono arrivate con un minuto di ritardo. Che anche loro accettino di far parte del trucchetto per renderlo reale? e perche’ invece non spingere al massimo per essere in lotta anche loro? Oppure che consumino le gomme peggio della MB o ancora che non abbiano una macchina adatta a Sepang.

      Molto piu’ probabile che sia come Allison abbia affermato, anche se anche io penso che questa macchina possa stupire, vedremo in China.

  10. Ray74

    31 marzo 2015 at 09:39

    Non avete capito:la rossa è già superiore alle frecce d’Ar per il degrado gomme ,non come p.u., ma basta già questo x vincere un mondiale(senza parlare di gettoni) …in Cina vincerà Kimi! Voivedè?

    • kimi79raikkonen

      31 marzo 2015 at 21:46

      raikkonen è sempre sfigato con la ruota post sx, quanto ci vuoi scommettere che kimi parte 2° o 3° fila come sempre e viene sempre tamponato dai pilotini come nasr, sainz, perez, maldonado ecc ecc

      • Ray74

        1 aprile 2015 at 10:01

        ma te sei pessimista però…dovrà solo: fare una buona qualifica(aee),una partenza senza pattinare e stare attento alle Sauber. E’ tosta ma… scommetto sulla sua vittoria! 😛

    • Dariok

      31 marzo 2015 at 23:32

      spero che la tua previsione possa avverarsi!!!

      • Ray74

        1 aprile 2015 at 10:11

        Ho previsto la vittoria di Vettel e quella di Rossi ,ci ho puntato(mai giocato prima) un paio d’euri a testa; ora lo farò con Kimi,glie lo devo,poi non gioco più.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati