Wolff: “Una nuova generazione sta avanzando”

Il team principal Mercedes contento per l'ascesa di tanti giovani in F1

Wolff: “Una nuova generazione sta avanzando”

Periodo di grandi cambiamenti in Formula 1 tra passaggi di proprietà clamorosi e giovani talenti che si affacciano con sfrontatezza e forza al mondo delle corse.

L’arrivo di Max Verstappen in Red Bull ha spalancato le porte ad una generazione di piloti agguerriti e talentuosi, sfrontati e di grandi prospettive. Wehrlein continua a dimostrare il suo talento in Manor, Ocon si è appena affacciato al mondo delle corse e Vandoorne farà il suo esordio in McLaren il prossimo anno.

Toto Wolff, team principal Mercedes, sembra essere piuttosto felice per questa situazione e per il futuro del circus: “È un periodo davvero eccitante – si legge su Tuttosport – qualche tempo fa c’erano diverse perplessità sul fatto che diversi piloti pagassero per correre. Ma ora c’è un’intera generazione che sta avanzando”.

Il tedesco è contento del percorso fatto da questi nuovi talenti: “Vandoorne ha vinto la GP2 lo scorso anno in modo eccezionale, probabilmente nel miglior campionato di sempre. Ocon ha un curriculum impeccabile in Formula Renault e Formula 3, ha vinto il campionato europeo il primo anno e poi la GP3 da rookie, impressionante. C’è Pascal, il più giovane vincitore del DTM, per non parlare di Verstappen, che ormai non è più considerato un pilota junior. Sono quattro piloti arrivati in Formula 1 esclusivamente per le loro capacità, credo sia grandioso”.

Manuel Lai

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. michele

    10 settembre 2016 at 12:59

    Caro Toto, ti capisco. So come ragioni. Io sono come te.

    Tu non vedi mai il male negli altri, ma….

    se le nuove generazioni sono quelle che non hanno un etica, che non onorano i piloti più anziani (senza fare nomi…), che mancano di umiltà…

    Allora preferisco le vecchie, quando ad esempio Schumacher pianse a Monza 2000 perché aveva raggiunto il numero di GP di Senna,

    pianse perché Senna non poteva difendersi, perché lui lo aveva battuto, ma in quel modo non era accettabile…(non lo pubblico per rispetto di Schumi),

    roba d’altri tempi, che questi rampolli potrebbero mai capire?..

    non so, ma temo di no…

    • 12cilindri

      10 settembre 2016 at 17:23

      il problema,michele che questi rampolli come li chiami tu, hanno tutti la testa calda e l’incoscienza della loro giovane età, se poi vengono adulati dalla stampa e anche dai commentatori tv e dai team principal allora si scatenerà l’inferno con guai grossi per i pur giovani piloti con prole che sicuramente non rischieranno la propria pelle o quella degli altri per fare vedere quanto valgono!!

  2. Daytona

    10 settembre 2016 at 19:55

    I ragazzi che hanno fatto tutta la gavetta necessaria come Wherlain, Ocon, Vandoorne Gasly e il nostro Giovinazzi secondo me hanno la mentalità, oltre alla velocità,per rappresentare il futuro della F1.
    Il giovinastro olandese,di cui tanto si sta discutendo,prima o poi imparerà,o qualcuno glielo farà imparare..che in pista non esiste solo lui.
    Il piede c’è l’ha,se lo connette al cervello potrà far bene, senza bisogno di regali da parte del team,ai danni di Ricciardo.

  3. poverocecco

    12 settembre 2016 at 12:58

    era l’ora che se ne accorgessero che ci sono agazzi che vanno e meritano di passare nella categoria regina.
    Inoltre non tutti hanno fatto la cosiderazione che un pilotino giovane che va forte costa molto meno di un ex campione del mondo dei tempi che furono e magari non sa nemmeno lui come ha fatto a vincere.
    il passo successivo dovrebbe essere sui regolamenti non è possibile che:

    1 un progetto sbagliato non va tenuto per 5 anni o piu via i gettoni non servono a nulla.

    2 Libero utilizzo delle piste per i test o gallerie del vento senza limitaizione di ore.

    Avrei da scrivere fino a domani ma mi rendo conto che non interessa a nessuno.
    Interessa più un Verstappen che si sposta una volta in piu in pista che riavere una f1 divertente.
    Vi rendete conto che le moto sono seguite perchè c’è la lotta corpo a corpo se facessero regole per qui una moto non può passare a piu di 50 cm da un altra non saprebbe piu di nulla, e anche li stanno facendo di tutto per farla diventare un baraccone come la f1.
    e non mi venite a dire che la f1 è pericolosa le moto vanno anche piu veloci e hanno solo 2 ruote e un freno e mezzo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati