Vettel continua a credere nel titolo 2010

Vettel continua a credere nel titolo 2010

Sebastian Vettel non molla la presa e non è disposto a cedere nei confronti del compagno di squadra. Mark Webber attualmente guida il mondiale con 24 punti su Vettel e nelle ultime occasioni è sembrato molto più concreto del giovane pilota tedesco.

In casa Red Bull al momento non pensano a nominare una prima guida ma Helmut Marko aveva fatto sapere che dopo la gara di Monza la squadra si sarebbe ritrovata per discutere a tavolino le strategie per il finale di campionato.

Durante un’ intervista per il quotidiano Bild Sonntag, Vettel ha detto: “Non ci sono pressioni, non sono nel panico. Sto continuando a fare tranquillamente il mio lavoro. Credo nel titolo, questa è la cosa più importante. Sarà un lotta molto dura e saremo impegnati fino alla fine, ma io rimango ottimista. Ho 24 punti di distacco, ma se fossero stati 25 o 30 sarebbe stato lo stesso. Il nuovo sistema di punteggio preoccupa più gente di quanto dovrebbe. Ora ci sono 25 punti per la vittoria, fossimo con il vecchio sistema i punti di distacco sarebbero di meno ma più difficile recuperarli”.

Il compagno di squadra Webber invece, forte dei punti di vantaggio di cui gode, lascia ogni eventuale scelta al team: “Decidere chi deve essere il numero uno? Io non posso farlo e sarebbe un problema per me prendere una decisione del genere. Spetta alla squadra decidere quale sia il modo migliore per vincere il campionato”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. Federico Barone

    21 Settembre 2010 at 13:00

    E ci mancherebbe altro!

  2. beppe

    21 Settembre 2010 at 13:30

    Giusto non mollare caro Sebastian, ma devi ancora spiegare gli orrori di Instambul, Budabest e Spa.
    Con maggiore freddezza avresti potuto avere qualche punto in più.
    Comunque secondo me Singapore è l’ultima spiaggia per quest’anno.
    Poche chiacchere più concretezza e meno parole.
    Lo dico da tifoso RedBull.

    Beppe
    RedBull

  3. mojo

    21 Settembre 2010 at 13:59

    Amore, però non è che i punti li fai solo tu, li fanno anche i tuoi compagnucci.

  4. mojo

    21 Settembre 2010 at 14:00

    Amore era ovviamente inteso sarcasticamente.

  5. D-Lord

    21 Settembre 2010 at 14:14

    Dai mojo, ormai è diventato di moda dichiararsi gay, quindi non ti preoccupare puoi lasciarti andare! ;D

    Cmq che ci creda pure, alonso 2 gare fa aveva 41 punti di distacco, solo che se continua a combinar caxxate non andrà da nessuna parte!

  6. Strige

    21 Settembre 2010 at 14:24

    Se la redbull fosse stata affidabile nei primi 3 gp, a quest’ora era primo in classifica insieme ad alonso (se non avesse fatto tanti casini).

  7. Webberfan

    21 Settembre 2010 at 16:30

    Il bello è che ci credono solo lui, marko e horner. il resto del mondo dice che è più favorito Webber, ma alla fine tra i due litiganti …. spunta Hamilton

  8. Daniele

    21 Settembre 2010 at 23:04

    Quest’anno tutti grandi rimontatori eh
    …per non dire montati…
    ahuahuaha
    =)

  9. Beppe

    22 Settembre 2010 at 07:32

    Sono pienamente d’accordo con Webberfan, purtroppo la storia insegna questo e Hamilton saà sicuramente in agguato.

    Beppe
    RedBull

  10. Francesco

    22 Settembre 2010 at 11:30

    Sono d’accordo con Vettel: non mollare, così magari il titolo va ad Alonso. O ad Hamilton.
    Mi sconcerta vedere l’incapacità di Horner e soci che, davanti all’evidenza dei fatti, continuano a supportare Vettel ai danni di Webber, attualmente favorito per il mondiale.
    Bravi!

  11. ridas22

    22 Settembre 2010 at 17:57

    Io sono per Webber per il Mondiale, ma mancano 5 gare e non mi sembra giusto puntare su un pilota piuttosto che su un altro; la matematica non condanna assolutamente Vettel, se vince e Webber si ritira sono di nuovo pari, e non è così impossibile. Altrimenti se poi se ci sono giochi di squadra come ha fatto la Ferrari che nessuno si lamenti però!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati