Verstappen: “Su Schumacher Jr. tanta pressione”

Secondo il pilota Toro Rosso l'ex collega di kart starà sentendo la mancanza dei consigli di papà Michael

Verstappen: “Su Schumacher Jr. tanta pressione”

La scorsa settimana papà Jos aveva sollevato un polverone affermando che se Schumacher Jr. a 17 anni viaggiava ancora nelle formule minori era a causa di un talento di molto inferiore rispetto a quello di Michael, suo compagno di team alla Benetton nel 1994.

Così nel post GP di Russia interrogato dal tedesco Bild Am Sonntag il giovane Max Verstappen si è trovato a dover tamponare la deflagrante dichiarazione del 44enne.

“Ho vissuto con Mick solo il periodo del karting, ma so che si trova in una situazione difficile – ha detto – Deve gestire moltissima pressione avevo avuto un genitore tanto vincente in F1, per cui al primo errore è subito sotto i riflettori. Mi sembra comunque stia facendo un ottimo lavoro”.

“Di certo starà sentendo la mancanza del padre. In questa fase della carriera avere dei consigli sarebbe stato davvero utile” – ha aggiunto.

Infine parlando della sua stagione e delle voci che lo danno nel radar di Mercedes e Ferrari ha concluso: “Meglio queste indiscrezioni che il silenzio. Comunque sto bene dove sono anche se l’obiettivo per il 2017 è salire sul podio”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. aqua

    3 Maggio 2016 at 10:03

    Molto più serio ed apprezzabile di quel fallito del padre.
    Io non capisco perché piloti mediocri come joss o herbert devono sempre sparare sentenze il più delle volte assurde.
    Si è mai sentito un Prost,un Mansel o lo stesso Schumacher dopo il ritiro a pontificare sugli altri.
    Boh! sarà per la mancanza dei riflettori o perché inattività dal successo degli altri.

  2. aqua

    3 Maggio 2016 at 10:06

    Molto più serio ed apprezzabile del padre.

    Io non capisco perché piloti mediocri come joss o herbert devono sempre sparare sentenze il più delle volte assurde.
    Si è mai sentito un Prost,un Mansel o lo stesso Schumacher dopo il ritiro a pontificare sugli altri.
    Boh! sarà per la mancanza dei riflettori o perché incattiviti dal successo degli altri.

  3. lucaraikkonen

    3 Maggio 2016 at 13:22

    Se F1 dovrà essere sarà.. meglio esordire a 21 che bruciarsi per il cognome a 17. il cronometro dira’se può farcela. E la sua volontà ovviamente. Poi vincere e diventare top driver è tutta un altra cosa. Presumo che anche solo poter stare nella massima serie per un Po sarebbe già qualcosa. Uno di quegli obbiettivi da raggiungere. i risultati non si possono prevedere.wait and see.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati