Test F1 2018 | Williams, Kubica: “Non è stato facile, ma abbiamo svolto un lavoro importante”

Sirotkin: "Clima troppo freddo per sfruttare la pista, abbiamo ottenuto il massimo"

Test F1 2018 | Williams, Kubica: “Non è stato facile, ma abbiamo svolto un lavoro importante”

Un’altra giornata di test è passata in archivio in casa Williams: a scendere in pista, nonostante le estreme condizioni climatiche, sono stati al mattino Sergey Sirotkin e al pomeriggio Robert Kubica. Attraverso il sito ufficiale della scuderia inglese, i due piloti hanno rilasciato le loro impressioni su questa anomala seconda giornata di test.

Sergey Sirotkin (8° posto – 1:21.822 – 52 giri): “Il meteo di questa mattina è stato molto simile a quello di ieri, ma è migliorato intorno a mezzogiorno. Quando abbiamo iniziato era molto freddo, troppo freddo per cercare di sfruttare la pista, quindi abbiamo passato il nostro tempo a fare dei controlli aerodinamici, tra le altre cose, che dipendono meno dalle condizioni meteorologiche. Intorno a mezzogiorno, la temperatura è migliorata e abbiamo provato a correre, ma non era ancora l’ideale. Abbiamo fatto 52 giri complessivi, il che è ok: abbiamo avuto una prima impressione della macchina e individuato le prime cose a cui prestare attenzione. Non era l’ideale, ma non era l’ideale per nessuno. Abbiamo ottenuto il massimo, quindi dovremmo essere contenti di come abbiamo reagito alla situazione”.

Robert Kubica (7° posto – 1:21.495 – 47 giri): “Penso che abbiamo fatto il massimo che potevamo a causa del tempo e della temperatura generale della pista. Ho raccolto la mia prima impressione della macchina e ho visto ciò che siamo riusciti a fare in condizioni difficili. Non è facile saltare a bordo di una nuova auto con condizioni meteo difficili e avere la fiducia necessaria per spingere, ma penso che abbiamo svolto un lavoro importante, seppur breve. Tuttavia, ci ha fornito, soprattutto a me, un’idea di come lavorare meglio per il futuro su alcune aree in cui possiamo migliorare la macchina. L’auto ha alcune aree molto potenti, ma abbiamo bisogno di lavorare su alcune questioni che sono sicuro risolveremo. Se lo facciamo, allora la guidabilità e anche la fiducia del pilota saranno migliori”.

Federico Martino

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati