Sutil: “La F1 non è più uno sport”

Per il tedesco ex Sauber ci sono troppi piloti paganti

Sutil: “La F1 non è più uno sport”

Scaricato dalla Sauber per far posto a un ragazzo con valigia Adrian Sutil non fa mistero del suo disappunto e parlando ormai da ex del Circus si appella al passato puntando altresì il dito contro la cattiva organizzazione delle scuderie.

“La somma annuale che alcuni piloti sono costretti a sborsare è assurda. Non dovrebbe andare in questa maniera, ma alla fine è sempre stato così – ha affermato ad Autosport – In passato i piccoli team mettevano i sedili in vendita, ora sono in numero minore ed è la stessa cosa. A mio parere dovrebbe esserci maggior equilibrio tra chi è assunto e chi no. Ricordo quando c’erano Minardi e Arrows, qualcuno arrivava con sponsor alle spalle, però non era una priorità. Sarebbe bello tornare a quel periodo. Forse la F1 riprenderebbe ad essere uno sport. Ad oggi infatti è difficile darle un’etichetta”.

A proposito invece delle critiche del paddock sulla distribuzione delle risorse da parte della CVC e di Bernie Ecclestone il tedesco ha detto: “Innanzitutto le squadre dovrebbero imparare a gestirsi meglio, tuttavia ravviso degli errori all’interno del sistema che rendono il gruppo squilibrato tra chi trae profitto e chi fatica a sopravvivere”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Sutil lascia la Williams

Il tedesco sarebbe vicino ad un accordo per correre in un'altra serie
Adrian Sutil ha deciso di guardare altrove. Il tedesco, chiamato dalla Williams a ricoprire il ruolo di tester dopo i
News F1

Sauber citata in giudizio da Adrian Sutil

Un episodio analogo a quello dello scorso anno che vide protagonisti la scuderia di Hinwil e Van der Garde
Si prospetta un inverno caldo per la Sauber. Per la seconda stagione consecutiva il team di Hinwil è al centro
News F1

Sutil torna a Suzuka per ricordare Bianchi

Il 5 ottobre di un anno fa la gru contro cui andò a sbattere la Marussia stava rimuovendo la Sauber del tedesco
Poco meno di un anno fa si era trovato ad essere impotente spettatore a bordo pista del fatale incidente che