Sebastian Vettel e le amnesie da traffico

Sebastian Vettel e le amnesie da traffico

E finalmente venne svelato l’arcano.
Abbiamo la conferma, vale a dire, del tallone d’achille del Campione del Mondo in carica.

Sebastian Vettel, Mondiale 2010, probabilmente Iridato 2011, nella sua gara di casa mostra a tutti il punto debole. O, è meglio dire, lo conferma.

Il giovane tedesco (24 anni appena compiuti), infatti, nella gara di ieri è stato costretto a rincorrere. Situazione per lui anomala in un’annata nella quale, fino a poche gare fa, era abituato a ritrovare tutti una volta giunto al traguardo.

Nel freddo del Nurburgring il capoclassifica si è trovato costretto a seguire prima la Ferrari di Alonso e, successivamente, quella di Massa. Superata, tra l’altro e dopo molti giri, grazie all’ennesimo errore Ferrari ai box. In mezzo, un errore da debuttante (seguito, quasi per scherzo, dal suo Mentore Schumacher proprio nella stessa identica curva) che gli ha pregiudicato la possibilità di restare con il gruppo di testa.

Ecco, quindi, il lato debole di Sebastian: i duelli corpo a corpo.
L’avevamo già visto con Webber in Turchia, nel 2010, e con Button, a Spa, sempre l’anno scorso. Quando Vettel si trova ad inseguire non riesce spesso a ripetere le prestazioni che fornisce, invece, quando parte in testa.

La specialità di Sebastian (o il punto forte) è infatti quella di condurre la gara dal primo giro. Una volta partito in testa è difficilissimo recuperare terreno su di lui. In questo ricorda Michael Schumacher. E, appunto, come succede (ora) col tedesco più anziano, i più si affrettano a liquidare la cosa con il merito unicamente della vettura. Basta però rapportare le forze con quelle dei compagni di squadra per ricredersi. Webber, infatti, quest’anno è lontano ben 77 punti.

Se nella condotta di gara in testa dall’inizio la somiglianza con lo Schumacher Ferrarista è marcata, lo stesso non si può invece dire nei duelli. Michael, infatti, anche quando partiva e parte indietro lotta, spintona e si fa strada. Sebastian, in questo, pare ancora ‘timido’. Certo, l’età gioca ancora a suo favore. Michael a 24 anni era ancora a corto di Mondiali, il primo risale infatti al ’94 quando stava per compierne 26.
Seb, però, dall’alto del Titolo conquistato ad Abu Dhabi, non ha dato l’impressione di essere abbastanza aggressivo nè a Silverstone con Hamilton, nè al Nurburgring con Massa.

Se, inoltre, contiamo gli errori commessi sotto pressione (pensiamo al Canada con Button e ieri mentre seguiva Alonso) ecco che il profilo del Vettel ‘cacciatore’ non rispecchia quello del Vettel ‘lepre’.

In tutto questo possiamo anche considerare il fatto che,di essere aggressivi con più di tre gare di vantaggio in termini di punteggio, forse non ne vale proprio la pena. Anche perchè la Red Bull, domenica non pareva al livello di Mclaren e Ferrari. Non dimentichiamo il tempo. La pioggia era data per certa già dal sabato, quindi non abbiamo conoscenze sugli assetti utilizzati dalle monoposto.

Ammesso che la piega della stagione da ora in poi, sotto il profilo delle prestazioni delle squadre, sia quella mostrata a Silverstone e in Germania, questo Mondiale 2011 si avvicina come storia a quelli 2006 e 2009, con Alonso e Button mattatori per la prima parte di stagione e al risparmio nella seconda metà, ad amministrare il vantaggio in classifica.

Gli eventi, come già dimostrato più volte quest’anno, potrebbero ribaltarsi da una gara con l’altra. In questo caso, a pochi giorni di distanza visto che domenica si corre a Budapest, dove le temperature potrebbero essere agli antipodi rispetto alla Germania. E non si sa mai che Vettel ci sbugiardi subito.

Sarebbe interessante, però, vederlo conquistare una vittoria alla Hamilton o alla Alonso, per poter quantificare il suo spessore nella sua completezza.

Anche se, a 24 anni, ancora qualche tempo per maturare glielo possiamo concedere.

Alessandro Secchi
F1Grandprix.it

Sebastian Vettel e le amnesie da traffico
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

222 commenti
  1. Redazione

    26 luglio 2011 at 22:46

    Dopo analisi degli ultimi tre giorni, gli utenti ‘salvatore’, ‘francesco (tifoso alonso)’ e ‘andrea’ sono stati bloccati dal sistema di commenti, per evidente e ingente numero di post provocatori/denigratori/irrispettosi oltre il limite consentito.

    La Redazione, da ora in avanti, si riserva il diritto di bloccare qualsiasi contenuto denigratorio e offensivo nei riguardi degli altri utenti o dei contenuti del sito stesso.

    Questa non si pone come una limitazione del diritto di parola, ma come una moderazione che mira a filtrare i contenuti che, per quanto possano essere discordanti, non devono MAI superare certi limiti di civiltà, educazione e rispetto nei confronti delle opinioni altrui, oltre che di buon senso.

    La Redazione si augura che, da questo momento in poi, le discussioni potranno proseguire nel rispetto reciproco tra utenti anche in caso di opinioni divergenti. Nel caso in cui si dovessero ripresentare situazioni negative, la Redazione valuterà l’utilizzo di una registrazione obbligatoria al sito.

    • Frenk

      26 luglio 2011 at 23:14

      Approvo per la registrazione obbligatoria,sarebbe ora!

    • antonio

      26 luglio 2011 at 23:37

      Cara redazione voi avete ragione,ma penso che loro non erano gli unici che andavano puniti. Infondo questa è una storia che va avanti da molto, e coinvolge pienamente anche il tifoso redbull. Ma vabbè queste sono decisioni vostre, io posso solo limitarmi a non seguire più un blog come questo.

    • Mamadou

      27 luglio 2011 at 01:09

      Era ora!

    • quickest

      27 luglio 2011 at 03:03

      peccato che si debba ricorrere a queste misure. Dai ragazzi, un po’ di buon senso, in fondo stiamo parlando di uno sport che ci appassiona, manteniamolo piacevole anche nelle nostre divergenze. Il degrado non giova a nessuno, tanto meno al nostro sport

    • dado (forza vettel)

      27 luglio 2011 at 09:22

      una decisione di questo tipo è triste ma necessaria, purtroppo. Le critiche costruttive tra persone mature ci stanno ma da queste ultime non ne ho viste.

      Forse la registrazione gratuita ed obbligatoria è la soluzione migliore.

    • Beppe (tifoso RedBull)

      27 luglio 2011 at 12:48

      Bisognava arrivare a questo!!
      Non ho problemi se la redazione riterrà offensivi i miei commenti è giusto che ne paghi le conseguenze.
      E’ da tempo che scrivo su questo blog ma non ho mai visto commenti simili come in questi giorni (attaccare Secchi & C. è il massimo) e non ho mai risposto alle provocazione come ultimamente.
      Andiamo avanti altrimenti continuare in questa situazione non ha senso, migrerò su altri blog come hanno fatto ultimamente in molti utenti non fans della nota scuderia rossa!

      Beppe

      • Alemoro (tifoso Ferrari)

        27 luglio 2011 at 13:15

        @ Beppe

        già quello che hai scritto è provocatorio.

      • Alemoro (tifoso Ferrari)

        27 luglio 2011 at 13:20

        mi spiego meglio.

        Ultimamente nei tuoi post leggo solo frecciatine e, appunto, provocazioni verso tutti i tifosi della Scuderia Ferrari: ora, tu scrivi “molti utenti NON fans della nota scuderia rossa”… bene, voglio spiegarti, caro Beppe, che su questo blog ci sono anche tanti, e ripeto, tanti tifosi della nota scuderia blu (RBR se non si fosse capito) che denigrano e insultano senza motivo altri. Quindi, per piacere, non generalizziamo fino a questo punto.
        Come vedi, si può anche discutere serenamente senza arrivare a noiosissime frecciatine, ignorando (per quanto sia possibile) coloro che esagerano.
        Ciao

      • Beppe (tifoso RedBull)

        27 luglio 2011 at 14:10

        @ Alemoro (tifoso Ferrari) .

        Ti chiedo scusa se sono stato malinterpretato, in fondo siamo tutti appassionati dello stesso sport.
        Chiudiamola qui una volta per tutte nella speranza che tu possa accettare le mie scuse.
        (come puoi vedere leggi il mio commento dell’articolo su Massa e noterai che si può essere tifosi nel rispetto dei propri antagonisti senza insulti o provocazioni altrui).

        Beppe

      • Francesco

        27 luglio 2011 at 15:11

        Beppe, scusa se mi permetto, ma come dar torto ad Alemoro (tifoso Ferrari)???
        Ho letto alcuni commenti di altri utenti e devo dire che hanno lo stesso sapore delle critiche da lui sollevate e di cui tu ti prendi giusta responsabilità, o sbaglio???
        quindi dovresti scusarti anche con tutti gli altri utenti con cui hai avuto lo stesso tono…???
        scusa, dici: attaccare Secchi & C. è il massimo… e di che cosa???
        Perchè Secchi e redazione cosa sono: sono infallibili, sono dio in terra o cosa?
        se hanno dato la possibilità di commentare, suppongo che i loro articoli siano fatti per poter avviare una discussione sull’argomento, per poter fare in modo di vedere sempre più utenti (e come dargli torto!!!) discutere tra di loro nel loro blog, anche se spesso animatamente, dell’oggetto della questione, che come dici tu è la passione in comune per questo sport… perchè se altrimenti non fosse così, beh, allora parliamoci chiaro perchè sono il primo a “lasciare”…
        insomma, come ho detto più sotto, se le discussioni, pur nella loro animazione, mantengono il giusto senso di civiltà e di colloquio possono tranquillamente essere moderate, altrimenti, stop: togliamo la possibilità di commentare…
        teniamo presente che con questo strumento di comunicazione facciamo presto a spingerci oltre il limite perchè ci sentiamo protetti e più forti delle nostre opinioni, probabilmente ognuno di noi nella stessa discussione a quattr’occhi avrebbe comportamenti decisamente più pacati perchè a diretto confronto con il nostro interlocutore…
        il problema che questa azione di forza da parte della redazione ha più il sapore di “questa è casa mia e qui comando io”!!! come citava una famosa canzone e questo sarebbe ben più grave…
        per cui smettiamola con le false ipocrisie e di nasconderci dietro ad un nick anonimo e assumiamoci le nostre responsabilità soprattutto per quello che scriviamo e dei commenti agli articoli perchè se veramente siamo appassionati di questo sport sappiamo anche accettare una critica o un parere diverso dal nostro pur nella differenza di opinioni, tifoseria o, ben peggio, estrazione sociale o geografica!!!

      • ieldan

        27 luglio 2011 at 18:41

        Brava redazione. Io mi ero un po’ defilato da qui perchè essendo tifoso di Barrichello sono stato definito perdente (senza contare le offese gratuite a Rubens) e altre robe varie e ho dovuto cambiare nickname. Le offese possono anche non essere parolacce tante volte!

      • Beppe (tifoso RedBull)

        27 luglio 2011 at 21:28

        @ Francesco
        caro ragazzo ricordati che criticare è una cosa, offendere, disprezzare, irridere e provocare è un’altra storia.
        Il sottoscritto ha solo risposto in modo poco ortodosso a provocazioni ben strutturate da parte di alcuni “utenti”.
        Ad ogni modo pensala come vuoi, quando verrai aggredito ed irriso forse capirai.

        Beppe

      • Alemoro (tifoso Ferrari)

        27 luglio 2011 at 22:00

        @ Beppe

        Ma figurati, non c’è bisogno di scusarsi: mi ha innervosito solo il fatto che tu, rispondendo a tono (e magari giustamente, non lo metto in discussione) ad alcuni utenti che oltrepassavano i limiti, te ne uscissi con generalizzazioni poco carine e talvolta offensive sul “popolo” ferrarista… tutto qui.
        Comunque sono felice del nostro chiarimento.
        a presto.

  2. lemmy

    26 luglio 2011 at 23:16

    concordo pienamente con la redazione!!!! era ora di predere questa decisione!!! troppi che offendono senza motivo ne logica! brava redazione!

    • ieldan

      27 luglio 2011 at 18:48

      Caro Lemmy, sono d’accordo! Ed è pietoso vedere che 4 ti hanno votato negativamente mentre scrivo

    • Beppe (tifoso RedBull)

      27 luglio 2011 at 21:30

      Vi quoto in pieno.

      Beppe

  3. francesco (tifoso alonso)

    27 luglio 2011 at 10:57

    quali sono le offese??

  4. Francesco

    27 luglio 2011 at 13:28

    Ma non dovresti essere uno degli utenti bloccati?
    …ops…
    Comunque, a mio modesto parere, credo che in ogni discussione di tipo “telematico” (blog o forum che sia) ci può stare che gli animi si scaldino… sarebbe però più giusto è corretto non fare discriminazioni: spesso sono le vittime che portano gli accusati a comportamenti discutibili, in gergo si chiamano flamer e utilizzano, anche e spesso inconsapevolmente, la “rete” per creare dissapori e acredine… (mi scuso con chi è già a conoscenza del fenomeno).
    In questi casi la soluzione migliore è sempre bloccare da entrambe le parti il gioco, perchè non ti puoi facilmente accorgere dove sta la ragione e il torto: in questi casi poi l’attività di “moderazione” delle discussione da parte di utenti preposti ha proprio lo scopo di identificare i colpevoli ed eventualmente “bannare”… ma il discorso potrebbe farsi complesso.
    Vedo in questo blog molti utenti diciamo così “inutili”, giusto per non far nomi, utenti che postano in “rima” (ma a che pro???) o che offendono e denignano sempre e solamente senza mai commentare anche un solo articolo… beh, mi pare proprio che in questo caso sia una presa in giro bella e buona, non solo degli altri utenti ma di tutto il blog in generale, quindi ben vengano delle regole chiare, la registrazione obbligatoria, un moderatore e possibilmente anche altre funzioni tipo “cerca” o la possibilità di editare i messaggi, funzioni che spesso possono essere utili per il buon funzionamento delle discussioni… altrimenti, scusate, ma come in ogni blog che si rispetti, libero arbitrio e possibilità di postare a tutto tondo!
    Credo però che la redazione abbia voluto “punire” questi utenti non tanto per comportamenti provocatori, denigratori o irrispettosi, come dicono loro, verso altri utenti, perchè altrimenti sarebbero da bloccare molti altri blogger che sono anche peggio e in questo caso allora la vedo più come una diseguaglianza e una sperequazione, ma soprattutto verso “alcuni” redattori stessi che sono stati, non importa le finalità e i contenuti, criticati nei loro articoli: anche in questo caso però credo che ognuno deve prendersi le proprie responsabilità e ammettere di poter essere non sempre nel giusto, imparziale o semplicemente della stessa opinione degli altri… altrimenti torniamo indietro di qualche lustro?
    L’importante sarebbe mantenere sempre le discussioni in termini civili e discutibili perchè, come diceva il famoso Saint Exupéry, “I nostri più grandi progressi hanno sempre l’unico scopo di mettere gli esseri umani in contatto”, aggiungo io, non importa con che strumenti…
    P.S.: mi spiegate il titolo dell’articolo, o mi sfugge il significato o non ne capisco il nesso…? No perché, altrimenti, è difficile dar torto ad alcuni utenti!
    😉

  5. ieldan

    27 luglio 2011 at 19:01

    Vettel è stato criticato duramente perchè non ha superato Massa. E’ normale, quando si diventa campioni del Mondo alla prima inezia i tifosi-contro te la fanno pagare subito e duramente. Succedeva anche con lo Schumacher dei tempi migliori.
    Sia beninteso, io non tifo per Vettel. Ma è inutile stare a scannarsi su chi è il migliore fra lui, Hamilton, Alonso, ecc.

    Per idiozia, ho sempre pensato che potrebbe esserci qualche pilota nel mondo, sconosciuto per tutti noi, che se avesse la possibilità di correre sarebbe migliore di quelli che corrono ora. E’ un’assurdità lo so, però sappiamo che non è neanche poi così fantascientifica la cosa.

    • Dado (forza Vettel)

      28 luglio 2011 at 01:26

      quotone! anch’io ho pensato all’ipotesi “fantascientifica”!

  6. Frenk

    27 luglio 2011 at 22:10

    @ieldan .

    Guarda,Vettel è stato trattato alla pari di Alonso(per esempio)quando non ha saputo superare Petrov,peccato che quest?anno c’è il DRS.
    Stavo scrivendo un ragionamento per Beppe ma il refresh me lo ha bruciato,pace,tanto mi sa che non ne valeva la pena,ultimamente sta sbiellando.
    Io non ho problemi a discutere con tifosi di scuderie avversarie,sana conversazione con il rispetto reciproco,spero che non si “bachino” anche gli altri…

    • Frenk

      27 luglio 2011 at 22:50

      Ammetto comunque che per Beppe sono un pò dispiaciuto,anch’io alcune volte mi sento aggredito ma reagisco al diretto e cerco sempre di non generalizzare,Beppe ,te l’ho fatto notare più di una volta!

  7. Victor61

    28 luglio 2011 at 12:17

    è una qustione di talento e di esperienza e Vettel non ha certamente il talento di Hamilton e l’esperienza di Alonso…se corresse per la Ferrari o per la MecLaren avrebbe gli stessi punti di Massa e Button, ottimi piloti ma certamente non al livello dei ripesttivi compagni di scuadra e se in Redd Bull non avessero “castrato” Webber probabilmente si troverebbe nella stessa situazione…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati