Sauber, Nasr: “In Brasile 2 punti importanti, spero mi aiutino per il futuro”

Il brasiliano pensa ad Abu Dhabi: "Abbiamo un'ultima gara per riprovarci"

Sauber, Nasr: “In Brasile 2 punti importanti, spero mi aiutino per il futuro”

Dopo 19 Gran Premi senza ottenere punti, Felipe Nasr è riuscito a portare la sua Sauber fino al 9° posto nel GP del Brasile, a Interlagos. Prima di commentare la sua grande impresa, il brasiliano ha voluto elogiare Massa e Button, alla loro ultima gara: “Hanno raggiunto risultati fantastici, li seguivo da piccolo. Parlando del Brasile, questi due punti sono stati come una vittoria per noi, per tutta la squadra. Dopo una stagione difficile, sapevo che le condizioni meteo potevano essere un’opportunità per noi. Conquistarli è stata una grande gioia perché avevamo lavorato duro e con perseveranza. Abbiamo un’ultima gara per riprovarci”, ha dichiarato.

Che questo risultato possa essere il punto di partenza di un grande futuro in F1? “Certo, mi aspetto che questo mi aiuti di sicuro. Se tutto ciò che un pilota può fare è quello di contribuire a raccogliere punti per la squadra, so quanto questi punti siano preziosi”, ha continuato Nasr.

Felipe Nasr, il suo futuro è ancora in bilico: “Ci sono ancora trattative in corso. I colloqui sono con la Sauber, soprattutto. Come ho detto, ho un grande rapporto con la squadra. Sono passati due grandi anni. Abbiamo visto le due facce della medaglia. Il secondo abbiamo avuto un momento difficile, la macchina non è stata competitiva, ma è stato bello comunque raccogliere questi due punti in Brasile. Sono sicuro che ha dato una spinta alla squadra”, ha concluso.

Fabiola Granier

Sauber, Nasr: “In Brasile 2 punti importanti, spero mi aiutino per il futuro”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. freddynofear

    25 novembre 2016 at 14:45

    Purtroppo la Sauber si è persa per strada quel gran signore di Peter Sauber, gli errori fatti dalla nuova gestione, figli probabilmente di mancanza di lucidità e forse inesperienza (vedasi il caso dei tre piloti paganti lo scorso anno in Australia), denotano un comportamento dettato più dall’essere in balia degli eventi, che da una lucida e attenta gestione. La squadra il prossimo anno punterà su una motorizzazione 2016, così come ha fatto la Toro Rosso, peccato però che in Toro Rosso hanno ben altri tecnici e piloti e sopratutto soldi; sappiamo già come la pensano in Toro Rosso rispetto alla scelta fatta. Se non tirano fuori una macchina molto migliore di questa il prossimo anno li vedo malissimo, a meno che non riescano a prendere un pilota alla Verstappen (forse Ocon?) che potrà forse fare la differenza. Sulla questione di Nasr non ho parole, il pilota che forse ha salvato il team da un ritiro (chiedere alla Manor se la 10° posizione in classifica non conta), lo mandi via?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Imola si candida per sostituire il GP di Cina

"È una specie di missione impossibile, ma tutto è possibile se Liberty vuole", ha detto Uberto Selvatico Estense
Con la sospensione del Gran Premio di Cina, rinviato negli scorsi giorni a data da destinarsi a causa del coronavirus,